PONTEWEB

Ponte dell'Olio

online dal 2004

Patrocinio del Comune

08/05/15 Marino

Il patrocinio è un riconoscimento ufficiale che l'Amministrazione Comunale concede a favore di iniziative pubbliche di rilevante interesse per la comunità. Il patrocinio è quindi concesso solo dopo che gli amministratori hanno approfonditamente valutato l'iniziativa al punto da accettare di collegare ad essa l'istituzione stessa. In pratica il patrocinio è una testimonianza qualificata, un sigillo e un messaggio di qualità rivolto ai cittadini.
Leggo oggi sull'Albo pretorio che un'azienda, "dopo l'incontro con la signora Marenghi e i numerosi contatti già avvenuti", chiede al comune il patrocinio per svolgere "un'iniziativa totalmente gratuita di corsi di alfabetizzazione informatica"  LINK .
La Giunta, con la delibera 38 del 6/5/2015, ha concesso il patrocinio e l'uso gratuito della sala consigliare  LINK .
Chi segue Ponteweb sa che quando io sento che un'azienda non locale si spende gratuitamente per i pontolliesi, la mia soglia di attenzione si alza... e sento l'irrefrenabile bisogno di fare una navigata su internet per conoscere meglio quell'azienda...


 👓 Leggi tutto...  
                         

Deliberate le nuove aliquote TARI

08/05/15 Marino

Il Consiglio comunale, all'unanimità, ha votato le nuove tariffe TARI introducendo un'importante scelta politica che cerco di spiegare.
Premessa: poniamoci il quesito: due persone producono più rifiuti se abitano in una casa di 80mq o se abitano in una casa di 150mq? Penso che il buon senso ci faccia rispondere: circa gli stessi quantitativi; non è che perché si abita una casa più grande si consumino più bottiglie di latte, o si comprino più giornali, o si bevano più bottiglie di vino, ecc. magari si consuma qualche straccio per la polvere in più... ma la dimensione della casa fa cambiare di poco la quantità di rifiuti prodotti.
Ciò premesso, la legge prevede che la tariffa rifiuti sia calcolata utilizzando due parametri: la dimensione dell'alloggio e il numero degli occupanti. La ripartizione del peso dei due parametri è lasciato all'ente locale.
Per quanto detto in premessa, la logica vorrebbe che il parametro dimensione dell'abitazione incidesse marginalmente rispetto al parametro numero di occupanti.
Così era fino all'anno scorso. Per esempio, un nucleo di due persone che abitano un appartamento di 118mq doveva pagare: 23€ per quota riferita ai mq e 207€ per quota rapportata ai tre occupanti. Il rapporto di peso era 10% - 90%  LINK  .
Con le nuove aliquote, per lo stesso nucleo di due persone che abitano nello stesso appartamento di 118mq, la ripartizione diventa: 103€ per quota riferita ai mq e 127€ per quota rapportata ai tre occupanti. Il rapporto di peso è ora 45% - 55%  LINK  .
Come si vede i consiglieri, all'unanimità, hanno deciso di spostare il "peso" dalle persone ai metri quadri.
Fatti i calcoli, ad oggi, per la maggior parte delle famiglie, probabilmente, l'esborso non cambia più di tanto. Ma è stato introdotto un principio che potrebbe darci sorprese: i politici non fanno mai nulla senza uno scopo...

Un'altra scelta (o meglio: non scelta) mi ha colpito. La legge 147/2013  LINK  al comma 682 prevede che il Comune possa disciplinare riduzioni ed esenzioni che tengano conto della capacità contributiva delle famiglie, anche attraverso l'applicazione dell'ISEE. I nostri consiglieri, all'unanimità, non hanno ritenuto opportuno introdurre correttivi a protezione delle fasce più povere  LINK .

👨
Ruud   Ogni tanto si sente parlare di qualche soluzione avveniristica in questo o quel Comune, per pagare davvero in base ai rifiuti che una famiglia produce (portando così a compimento l'intento del legislatore quando istituì la Tari). Che so, un microchip per contare il numero di svuotamenti del bidone indifferenziato o l'uso di sacchetti a pagamento per lo stesso scopo. Chissà, magari fra qualche anno ciò non sarà più qualcosa di sperimentale, ma diventerà ovunque il sistema ordinario. E il problema tariffario (metri quadrati o persone) si risolverà da sé... 08/05/15
👨
Mauro   Aver aumentato la parte fissa nel calcolare la tari , vuol dire non usare quella parte di cervello che sta ha significare "il buon senso".Come già Marino evidenziava , il rifiuto viene prodotto dalle persone ,( al massimo il locale abitazione produce polvere ,essendo abitazione ). Ne deduco che i consiglieri non abbiano mai fatto lavori di pulizia in casa . Locale di 60 m2 con due persone, =(130€) contro locale di 100 m2 e una persona = (122€),Forse per aver maggior introiti dagli appartamenti sfitti. chiedo ai consiglieri durante il loro lavoro in Comune di usare se possibile il buon senso . Come la costituzione dice che ognuno in base alle sue capacità deve contribuire al benessere della società (tasse) cosi i Comuni dovrebbero far pagare in base a coloro che effettivamente producono rifiuti . 21/06/15
👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Assemblee pubbliche: #siamosullastradagiusta?

06/05/15 Marino

23476ok 23476okInvitare i cittadini delle frazioni ad assemblee pubbliche è un'ottima iniziativa dell'Amministrazione Copelli  FONTE .
Il fatto che ai residenti nelle frazioni venga data questa opportunità è davvero importante: chiedere, proporre, dialogare, confrontarsi pubblicamente tra cittadini e amministratori... questo è un elemento per produrre buona amministrazione!
Sono certo che subito dopo questo "giro" di assemblee per le frazioni, a cui sono interessati circa 800 residenti, Copelli proseguirà anche con i quartieri del capoluogo ove risiedono i restanti 4.000 cittadini, per dare anche ad essi la possibilità di: chiedere, proporre, dialogare, confrontarsi pubblicamente con gli amministratori.
Se sarà così... #siamosullastradagiusta!


 👓 Leggi tutto...  
                         

Fusione latte e miele

06/05/15 MattiaPascal

La fusione regala a Sissa Trecasali un bilancio preventivo dinamico e propositivo grazie al quale si potranno investire circa 3 milioni di euro sul territorio mettendo in cantiere tanti progetti tra cui spiccano la nuova scuola elementare di Trecasali, il recupero della Rocca dei Terzi di Sissa e un maxi progetto di riqualificazione dell'illuminazione pubblica da un milione di euro.
Una manovra così sostanziosa - un sogno per tutti gli altri comuni della Provincia vincolati dal patto di stabilità - è possibile grazie alle conseguenze positive della fusione tra i precedenti comuni di Sissa e Trecasali che, oltre a convogliare incentivi statali e regionali nel paese della Bassa (circa 5 milioni di euro spalmati in quindici anni), porta in dote anche lo svincolo dal rispetto del patto di stabilità per cinque anni e il vantaggio di avere punteggi molto alti nella determinazione delle graduatorie dei bandi pubblici.

"Nel quadro di una situazione economica sempre più grave nella quale molti sindaci saranno costretti ad aumentare le tasse - ha detto il sindaco Nicola Bernardi - la scelta della fusione ha permesso al nostro Comune non solo il mantenimento dei servizi, ma anche la predisposizione di un notevole piano di investimenti che consentirà di seminare per il futuro".
"A Sissa Trecasali - continua Bernardi - non ci saranno aumenti di tasse e sono state applicate le tariffe più basse in vigore nei due vecchi comuni. L'Irpef resta al 7 per mille con soglia di esenzione a 13mila euro ed è stato aumentato l'Isee per le tariffe del trasporto scolastico".

Sono in dirittura d'arrivo gli interventi di consolidamento al cinema comunale mentre partiranno a breve i lavori alla scuola materna di Sissa (136mila euro) e alle medie (320mila). In programma anche la realizzazione della nuova scuola elementare di Trecasali per la quale è già pronto un progetto preliminare di 940mila euro (con 250mila già finanziati e altri 250mila che potrebbero arrivare da un bando regionale) per la realizzazione a fianco della scuola media.

Dalla "Gazzetta di Parma" di lunedì 4 maggio (articolo di Cristian Calestani, a pag. 21)

👨
Maria Luigia   Nei giorni scorsi altri due comuni parmensi, Polesine e Zibello, con le delibere dei rispettivi consigli comunali hanno iniziato le procedure che (dopo la necessaria legge regionale e il referendum) porteranno alla fusione... 06/05/15
👨
Marino   La posizione della Minoranza che fa capo a Peroni nell'intervento del consigliere Fabio Callegari qui http://www.ponteweb.it/pontetv.php?v=tX6NwHAQyk8&t=1426 e la posizione della Maggioranza nelle parole del Sindaco qui http://www.ponteweb.it/pontetv.php?v=tX6NwHAQyk8&t=1837 06/05/15
👨
Fabio   Al riguardo ho pure presentato un emendamento in occasione del 1o consiglio chiedendo l'impegno della maggioranza a pricedere con i passaggi necessari.
Quell'emendamento è stato bocciato, presumo per contrarietà della maggioranza.
06/05/15
👨
Marino   Avrei voluto linkare il documento citato dal consigliere Fabio Callegari ma, purtroppo, nonostante sia citato in delibera, esso non è allegato http://halleyweb.com/c033036/mc/mc_gridev_dettaglio.php?id_pubbl=3707. Tra l'altro la mancata pubblicazione di questo allegato rende incomprensibile la delibera stessa quando cita: emendamento 1, emendamento 2, ecc... Forse è opportuno che, a futura memoria, come prescrive la legge, il documento "subB" venga allegato, anche se a posteriori, alla delibera. 06/05/15
👨👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Albo beneficiari di provvidenze di natura economica

05/05/15 Marino

A questo link  LINK  è possibile consultare la tabella in cui sono riportati i contributi, le sovvenzioni, i crediti, i sussidi e i benefici di natura economica erogati dall'Amministrazione comunale nell'anno 2014 (così come prescritto dall'Art. 1, d.P.R. n. 118/2000  FONTE ). Ne avevamo parlato qui  LINK .

👨
Dispar condicio   Chissà perché le erogazioni dei contributi per l'acquisto dei libri scolastici sono indicate con nome e cognome... 05/05/15
👨
Marino   Il documento pubblicato certifica e ci mette sotto al naso che a Ponte ci sono famiglie con un reddito certamente sotto il livello di povertà e quindi sotto il livello di dignità. Sono persone che ci passano accanto quando camminiamo sul marciapiede... 06/05/15
👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Trasporto pubblico

04/05/15 Marino

1211trasportopubblicoLibertà di oggi ci informa che i sindaci di Cadeo, Cortemaggiore, Caorso, Ziano e Lugagnano non intendono iniziare a contribuire, con i soldi dei loro cittadini, a pagare il servizio di trasporto pubblico. Questi sindaci sostengono che prima di chiedere soldi ai comuni "bisogna recuperare efficienza: tagliare i costi e combattere l'evasione. Esattamente ciò che noi sindaci facciamo quotidianamente per gestire i nostri scarsi bilanci. Ci arrampichiamo sui vetri per mantenere i servizi a fronte di continui tagli statali. E questa attenta gestione non l'ho vista applicare da Seta. Basta pagare servizi pubblici in perdita.".
La parola d'ordine che andrebbe osservata è una sola: razionalizzazione, una razionalizzazione che, secondo questi sindaci, Seta non ha applicato. Libertà ci informa anche che questi cinque sindaci chiedono il sostegno di altri colleghi.
Che risposta danno gli amministratori pontolliesi a questa richiesta?


 👓 Leggi tutto...  
                         

Un sabato in comune

01/05/15 MattiaPascal

Una curiosa notizia dalla "Gazzetta di Parma" di oggi (a pag. 19, per la firma di Nicoletta Fogolla).

Gli amministratori del Comune di Montechiarugolo si rimboccano le maniche per migliorare il decoro urbano. Questo è l'intento dell'iniziativa denominata "Un sabato in comune", che prenderà il via il prossimo 13 giugno e vedrà il sindaco Luigi Buriola, gli assessori e i consiglieri comunali impegnati in piccoli interventi di manutenzione. E così sarà, fino al prossimo ottobre, ogni secondo sabato del mese, dalle 9 alle 12,30.
Alla mattinata di attività territoriale potranno prendere parte anche i cittadini intenzionati a dare il loro supporto. L'iniziativa potrebbe essere paragonata a "Puliamo il mondo", organizzata ogni anno da Legambiente, che vede dei volontari alle prese con ramazze e palette, al fine di ripulire le aree verdi dai rifiuti e dall'incuria.
"L'idea - spiega il sindaco Buriola - nasce dal Progetto Comuni-chiamo, avviato alcuni mesi fa, grazie al quale i cittadini possono inviare delle segnalazioni, direttamente sul sito web comunale, relative a problematiche varie riscontrate, per esempio buche, lampioni spenti o quant'altro".
Alla base dell'iniziativa ci sarà l'individuazione di zone specifiche, quali le aree scolastiche e verdi in generale, i parchi, i fossati, all'interno delle quali verranno portati avanti dei piccoli interventi di manutenzione, allo scopo di migliorare il decoro urbano.
Un sabato in comune intende sensibilizzare i cittadini al volontariato, nell'ambito di un contesto in cui diventa sempre più difficile per le Amministrazioni comunali mantenere buoni livelli di manutenzione e interventi accettabili.

👨
Marino   Bella iniziativa. Se i nostri amministratori riterranno di attivare anche a Ponte i "Sabati in comune", suggerisco di iniziare dall'area della ex Scuola Media. Domani arriveranno a Ponte tanti visitatori. La grandissima parte di loro non sarà al corrente che quell'edificio dipinto da poco, con le scritte "Scuola media statale", non è utilizzato. Cosa penseranno allora del degrado che lo circonda? Delle erbacce alte un metro? Delle bandiere stracciate e consunte sull'ingresso? Il loro subconscio che ricordo di Ponte porterà con sè? 02/05/15
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Asilo nido: da settembre la retta aumenta

01/05/15 Marino

La Giunta ha deliberato l'aumento delle rette dell'Asilo Nido per l'anno educativo 2015-2016 (delibera 37 del 29/4/2015).
La scelta della Giunta è stata quella di applicare lo stesso identico aumento a tutte le fasce di reddito. In altre parole la Giunta Copelli ha stabilito che debba pagare la stessa cifra di aumento sia la famiglia che ha un reddito di 10.000 euro, sia la famiglia che ha un reddito di 100.000 euro.

A prescindere dalla scelta politica della Giunta Copelli di penalizzare i redditi più bassi, questo aumento mi "suona strano". La convenzione con la cooperativa che gestisce attualmente il Nido è stata stipulata nel marzo/aprile 2014  LINK . A pag.6 è previsto che si proceda ogni anno alla revisione dell'importo da corrispondere alla cooperativa sulla base dell'indice ISTAT. Ora... l'Indice ISTAT pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale per il mese di marzo 2015 è 107, inferiore dello 0,2% rispetto al mese di marzo 2014  LINK  e per questo motivo ci si sarebbe dovuto aspettare una riduzione delle rette dell'Asilo nido.
Come mai invece la Giunta Copelli ha deliberato un aumento anziché una riduzione delle rette? E chi ne beneficerà?

👩
Anna   Si potrà commentare con cognizione di causa, solo quando i calcoli Isee corrisponderanno all'effettivo stile di vita delle famiglie, e al momento mi sembra parecchio opinabile. A buon intenditor... 01/05/15
👨
Esopo   Una provocazione a proposito di Isee. La famiglia del signor Formica e quella del signor Cicala guadagnano da anni la stessa cifra. La prima ne spende (che so) il 70%, risparmiando il resto. La seconda invece spende tutto. E' giusto che Formica venga penalizzato dall'Isee, vedendosi conteggiare pure quanto ha messo da parte negli anni precedenti e su cui ha pagato a suo tempo le imposte dovute? In questo modo lui si trova a pagare i servizi del welfare a prezzo pieno. Mentre il suo collega Cicala, che (con scelta legittima) si è goduto la vita spendendo tutto quanto ha guadagnato, su quei servizi ora ha diritto allo sconto. Davanti a questa disparità di trattamento, se Formica si sentisse cornuto e mazziato, si potrebbe dargli torto? 02/05/15
👨
f
Cristian   Aggiungo che per il calcolo dell'ISEE, per quanto concerne i servizi ai minori, dovrebbe tenere conto dei redditi di entrambi i genitori indipendentemente dal loro status di matrimonio o meno, salvo ovviamente sentenze del giudice sanciscano l'obbligo di mantenimento di una parte. Tale logica credo sia già seguita nel comune di Roma e basta una semplice modifica del regolamento a livello comunale e andrebbe a gestire fastidiose situazioni di convivenze di comodo per pagare meno tasse 03/05/15
👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Situazione di cassa al 31 Dicembre 2014

30/04/15 Marino

A questo link  LINK  è disponibile il documento che certifica quale era la situazione di cassa del nostro Comune al 31 Dicembre 2014: 494.000 €
A questo link  LINK  quale era la situazione di cassa, alla stessa data, dal punto di vista della gestione finanziaria.
A questo link  LINK  dal punto di vista delle competenze.


 👓 Leggi tutto...  
                         

L'utile e il dilettevole

28/04/15 MattiaPascal

Di recente, si è parlato qui di libri. E nel weekend è in arrivo la festa della pancetta. Unendo i due argomenti, non si può non segnalare il volume "La cucina a Piacenza e in Italia nei secoli" di Stefano Pronti, edito da Tipleco. Di cui oggi parla ampiamente "Libertà" con due ricche pagine a cura di Anna Anselmi. In vista della presentazione che ci sarà giovedì 30 aprile alle 17,30 in Fondazione, con un prestigioso cast di relatori. Dopo la quale, a quanto pare, seguirà un rinfresco. Per cui è facile prevedere una affollata partecipazione...
Naturalmente dai concittadini complimenti all'autore!

👨
Amleto   Ma ha scritto più libri Fiorentini o Pronti? Certo è una bella lotta... 29/04/15
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         
 <<< 
Pagina 260 di 342
 >>> 
Privacy Policy e Disclaimer