Ponte dell'Olio

dal 2004 online
18/10/21
Marino
3504

Il peso degli zaini diverrà più sopportabile

539840996scuolaborgonovoarmadietti539840996scuolaborgonovoarmadietti“Lungo i corridoi hanno fatto la loro comparsa 304 armadietti colorati, uno per ogni alunno di scuola media. … «Li useremo per metterci i libri che pesano un sacco» hanno subito sentenziato i giovanissimi scolari”. I nuovi armadietti «consentono una maggiore razionalizzazione degli spazi, un alleggerimento del contenuto delle classi nonché una maggiore responsabilizzazione dei ragazzi».
Così si legge su Libertà per la firma di _MM in riferimento alle scuople medie di Borgonovo.
Nello stesso articolo si legge che “a scuola hanno fatto la loro comparsa anche nuove dotazioni informatiche. Si tratta di lavagne touch screen che consentono un utilizzo immediato dello schermo con il semplice tocco delle dita”.



 👓 Leggi tutto...  
  
16/10/21
Pontefigo
3503

Amarcord

Cinque anni fa, domenica 16 ottobre 2016, si svolse il referendum sulla fusione con Vigolzone. Che (lungi dagli screzi degli anni successivi) vide Marino e il futuro sindaco Chiesa schierati dalla stessa parte della barricata, impegnati a difendere l'autonomia del nostro Comune. Col voto popolare che diede loro ragione: il progetto venne bocciato dal 60% dei pontolliesi...

👨
Gianpiero Nani   Ricordando, ricordando: anche la maggioranza dei vigolzonesi bocciò il tentativo.
Ma oltre al ricordo, di quel referendum, è forse ancor più il caso di constatare che sono stati già diversi i casi di Comuni che si sono allora fusi e che nel giro di questi pochi anni hanno riveduto la cosa e si sono di nuovo separati. Per non parlare di qualche infelice "separato in casa". A volte il "senno" del popolo vede più avanti dei suoi "rappresentanti politici". 18/10/21
👨
John Connor   Col trend demografico in corso quel che spetta a Ponte dell’olio è l’irrilevanza politica in Provincia e figuriamoci in Regione... Vigo non è messo molto meglio e subirà la stessa sorte. Una fusione avrebbe, per lo meno nel breve periodo, dato più peso al nostro territorio, più potere contrattuale ecc.
Ma ai ragionamenti di buon senso hanno prevalso tematiche di campanile e va bene così.
Un occasione persa senza alcun dubbio. 18/10/21
👨
Gianpiero Nani   Ma possibile che gli altri siano sempre privi di buon senso, anche quando sono la maggioranza? Forse non sarebbe male chiedere scusa alla maggioranza la quale non credo sia poi tanto certa di essere priva di "buon senso". Forse ragiona anche, e addiviene semplicemente a conclusioni che differiscono da quelle della minoranza, senza per questo ritenersi culturalmente superiore, fino a prova contraria. Curioso sentire certe opinioni sul modo di intendere la tanto enfatizzata democrazia popolare, proprio in una giornata di risultati elettorali ecclatanti; e vedremo quanti saranno daccordo nel ritenere che i vincitori siano senza buon senso. 18/10/21
👨
Gianpiero Nani   E vuoi vedere che adesso salta fuori la "storia" del populismo e del populista, se non anche quella del sovranista? 18/10/21
👨
Marco   Concordo con il giudizio espresso nel primo post del Sig. Nani, allorquando afferma “…a volte il senno del popolo vede…”. Appunto, a volte. Si tratta di capire se nel caso di specie siamo in quelle volte.
Saluti a tutti.
Cittadino 2348 18/10/21
👨
John Connor   L’assioma che una scelta a maggioranza sia la scelta migliore è stata ampiamente smentita dai fatti e dalla storia. A volte la maggioranza sceglie bene a volte sceglie male.
Ritenere una decisione giusta perché votata a maggioranza è un errore puro e semplice.
A mio parere in questo caso la maggioranza ha fatto la scelta sbagliata per i motivi di cui sopra.
Ciò non toglie che io stia democraticamente rispettando e al tempo stesso criticando aspramente una decisione che ritengo sbagliata e che non ho condiviso.
Posso farlo, devo farlo, voglio farlo.

19/10/21
👨
Gianpiero Nani   Per carità, siamo perfettamente d’accordo, e nessuno contesta il diritto e, perché no, anche dovere, di criticare. Ma fra il criticare un presunto errore, e il definire qualcuno "privo di buon senso" c’è una bella differenza. La critica, se vuole essere democratica, non può e non deve essere offensiva. Semplice, no? 19/10/21
👨
John Connor   Attenzione invito a rileggere bene, nel mio post ho definito i "ragionamenti" privi di buon senso e non le persone che li hanno fatti.
Se poi Lei per astrazione ha pensato che chi fa ragionamenti privi di buon senso, sia privo di buon senso, questa è una Sua valutazione non una mia dichiarazione.
19/10/21
👨
Marco   Giusto per capire meglio, quali sarebbero i diversi Comuni che una volta fusi si sono separati?
Saluti a tutti.
Cittadino 2348 19/10/21
👨
Fabrizio   Dal punto di vista tecnico urbanistico, gestione e controllo del territorio, pianificazione, inquinamento, sostenibilità, rifiuti, trasporti ed energia la scelta democraticamente compiuta è oggettivamente sbagliata. Certamente andando un po’ oltre ciò che sarebbe ovvio per chi ha studiato almeno una settimana di urbanistica, quando si chiede il parere sacrosanto della popolazione il fattore emotivo conta e conta tanto, perché tali aspetti non sono misurabili evidentemente e perché dal punto di vista tecnico solo in pochi hanno la necessaria preparazione per valutare i pro e i contro, e non è detto che la popolazione consideri i pro eventuali più importanti dei propri valori. Detto questo, anche mio padre allora si schierò contro la fusione e ricordo ormai con affetto le dure discussioni a pranzo su questo tema. Occasione persa certamente dal mio punto di vista, esattamente come fu per il nucleare a livello nazionale. In fondo però era solo una piccola fusione, per guardare al futuro, una provincia come la nostra dovrebbe contare amministrativamente 4 macro territori coincidenti con le vallate ed 1 città, dando sempre maggiore importanza all’ente intermedio (Provincia) che però oggi si chiede di eliminare. Se l’urbanistica (intesa come sintesi delle diverse discipline) fosse valutata solamente dal punto di tecnico non servirebbe davvero altro. Prima o poi un riassetto del territorio dal punto di vista amministrativo verrà senz’altro fatto, come fu già per i defunti comuni del Catasto Teresiano di cui nessuno sente più la mancanza, e verrà calato dall’alto certamente senza analisi molto approfondite. Anche perché la politica nazionale percepisce perfettamente la disaffezione al voto in campo locale, lo abbiamo certamente visto in questi anni. Concludo rilevando che l’espressione democratica che ha confermato lo Status Quo, deve essere rispettata ed anzi difesa, il diritto di critica però ci deve sempre essere, in fondo è materiale per la storia futura.
Fabrizio Cadura 20/10/21
👨👨👨👨👨👨👨👨👨👨


 👓 Leggi tutto...  
  
13/10/21
Marino
3502

Visione, idee, progettualità

1149457156scuola1149457156scuolaIl Ministero dell’Istruzione ha finanziato progetti finalizzati a mettere in sicurezza ed adattare gli spazi e le aule di edifici pubblici adibiti ad uso scolastico  FONTE .
Le Amministrazioni di Gragnano e di Rivergaro, per esempio, hanno presentato progetti per dotare le scuole di un sistema di ventilazione meccanica “impianto, già utile e importante in periodi ordinari, diventa ora fondamentale in questa epoca di Covid nella quale bisogna garantire un costante e continuo ricambio d’aria all’interno dei vari ambienti, proprio a partire dalle scuole … non sarà più necessario, ad ogni cambio ora, spalancare le finestre anche in pieno inverno, come ora è invece consigliato per tenere sotto controllo la pandemia. Più comfort e più sicurezza, quindi, grazie a un progetto da 224mila euro per il quale il Comune dovrà sborsare solo 24mila euro” Fonte Libertà 12/10/2021.
Questo è l’elenco dei progetti presentati dai Comuni piacentini e ammessi a finanziamento:
Comune di Piacenza € 250.000
Comune di Pontenure € 200.000
Comune di Rivergaro € 200.000
Comune di Gragnano € 200.000
Comune di Alta Val Tidone € 200.000
Comune di Ferriere € 130.000
Comune di Castel San Giovanni € 100.000
Comune di Borgonovo € 60.000
Comune di Ottone € 50.000
Comune di Sarmato € 50.000
Comune di Lugagnano € 38.282
Comune di Vernasca € 30.000
Comune di Calendasco € 18.000
Comune di Ponte dell’Olio € 15.000



 👓 Leggi tutto...  
  
11/10/21
Marino
3501

La Pro Loco è una ricchezza “indipendente dalle dinamiche politicoamministrative”

518748516proloco“La Pro loco di Vigolzone è solita destinare parte dei suoi introiti a realtà locali e persone bisognose. Negli anni ha acquistato l’organo della chiesa, la cucina professionale e gli arredi alla scuola dell’infanzia “Orfani di guerra”, oltre a prendersi in carico le bollette di alcune famiglie che non riescono a pagarle. L’associazione inoltre fa vivere la società sportiva “Upd Vigolzone” che oggi conta più di 100 ragazzi che iniziano, o hanno iniziato da qualche anno, a giocare a calcio. L’attività della Pro loco pian piano sta riprendendo e i volontari, a scaglioni, iniziano a ritrovarsi. Prossimo appuntamento sarà quello di preparare i tortelli con la coda che saranno poi cucinati la vigilia di Natale alla Caritas di Piacenza”.
Questo è un frammento di ciò che scrive Libertà per la firma di _NP.
La Pro Loco è una ricchezza per ogni territorio.
Ne sono consapevoli anche i nostri Amministratori che nel Programma elettorale scrivono: “Occorre infine rilevare la mancanza di una realtà associativa, indipendente dalle dinamiche politicoamministrative, che caratterizza ogni comune della provincia e che, alla pari delle altre parti sociali, andrebbe a ricoprire un ruolo fondamentale in quella prospettiva di sviluppo locale che tutti dobbiamo porci come obiettivo per Ponte Dell'Olio” (  FONTE  punto 4 Sviluppo economico e Commercio ); impegno ribadito nel DUP 2020-2022: “In un quadro di complessiva riduzione delle spese improduttive e di aumento dell'incisività delle stesse, si provvederà all'acquisto dei beni e delle attrezzature necessari per la gestione e lo svolgimento degli eventi e delle manifestazioni, eliminando così i collegati e ripetitivi oneri di affitto e noleggio. Una congrua e idonea dotazione strumentale, da implementare progressivamente nell'arco del triennio 2020/2022, contribuirà altresì a gettare le basi materiali per la costituzione di una Proloco. Proloco per la quale, nei limiti delle competenze attribuite dalla legge al Comune, saranno promosse attività propedeutiche alla sua formazione ( FONTE  pag.25 Missione 07 Turismo) .



 👓 Leggi tutto...  
  
10/10/21
Maria Luigia
3500

Sostenibilità

Vai in bici al lavoro? Il Comune ti premia con denaro direttamente sul conto in banca. E' un progetto messo a punto dall'assessorato all'Ambiente del Comune di Fidenza. Con "Bike to Work" si promuove infatti l'uso della bicicletta nei percorsi casa-lavoro con un incentivo economico, che verrà erogato sotto forma di contributo economico o buoni spesa da utilizzare nei supermercati dello sponsor Coop Alleanza 3.0.
Per partecipare all'iniziativa occorre presentare domanda entro il 15 novembre prossimo, facendo attenzione a osservare alcuni requisiti fondamentali. In primo luogo occorre essere residenti o domiciliati nel Comune di Fidenza, poi occorre indicare il percorso casa lavoro e ritorno, specificando quale parte verrà percorsa in bicicletta e quale eventualmente con mezzi pubblici (bus o treno): assolutamente vietato l'uso di auto o moto private. Tutta la parte di verifica e controllo degli spostamenti effettuati verrà fatta via smartphone, per cui sarà necessario averne uno a disposizione sempre con sé. Sullo smartphone andrà installata un'applicazione che consenta di registrare il percorso effettuato (estrapolando un'immagine grafica su mappa), data e orario nel quale è stato effettuato il percorso e la velocità media di percorrenza.
L'innovativo progetto prevede l'erogazione di un contributo (20 centesimi al chilometro, per un massimo di 50 euro al mese) direttamente sul conto corrente dell'intestatario e verrà gestito interamente in forma telematica.
(dalla "Gazzetta di Parma" di sabato 9 ottobre, articolo firmato r.c. a pag. 31)



 👓 Leggi tutto...  
  
07/10/21
Marino
3499

Supporto educativo e aggregativo a favore dei minori

1793194341giovanipean1793194341giovanipeanSuggerisco la lettura del progetto pluriennale dedicato ai minori, avviato in questi giorni dalla nostra Unione. Lo si trova a questo link  FONTE .
I comuni dell’Unione (Ferriere, Farini, Bettola e Ponte dell’Olio) hanno assegnato alla Cooperativa Sociale Eureka “l’obiettivo di animare la comunità nelle sue articolazioni pubbliche e private, sia formali che informali, assicurando l’accompagnamento e il sostegno del processo di crescita dei minori, in un’ottica di prevenzione del disagio e di promozione del benessere, nonché una forte sinergia e collaborazione in chiave sussidiaria e di lavoro di rete con tutti gli attori territoriali, con particolare riferimento ai soggetti istituzionali e del terzo settore presenti sul territorio, e significativi per i minori stessi. I Centri Educativo e Aggregativo possono essere il contesto dove soddisfare differenti esigenze evolutive, quali l’accrescimento culturale, l’apprendimento, la socializzazione, favorendo il lavoro di gruppo e la costituzione di relazioni positive, come strumento per raggiungere specifici obiettivi di crescita. I Centri Educativo e Aggregativo si fanno promotori di iniziative a favore dei bambini e dei ragazzi del territorio con lo scopo di superare eventuali ostacoli al regolare processo di sviluppo educativo e psicologico, prevenendo così percorsi emarginanti o devianti”.
Il progetto viene presentato tecnicamente in una decina di pagine intense di contenuto  FONTE ; la mia sensazione è che la visione e le sensibilità sottese all’esposizione tecnica siano di buon livello.



 👓 Leggi tutto...  
  
06/10/21
IlFontanasso
3498

Intertempo Farmacia 70kmh

Va bè che piove e anche con piazza I Maggio libera c'è chi parcheggia sul lato sx del borgo di fronte alla farmacia... Ma volevo chiedere al fenomeno/na che 10 minuti fa è sfrecciato/ta in zona salendo sul marciapiede (dx altezza bar palo) di contattarmi per rendermi almeno i lacci della scarpa sinistra visto che mi è passato/ta su un piede.
1) se non sei disabile non giustifico il parcheggio in quella zona del borgo
2) se non sei "folle" non giustifico transitare sul borgo a 70kmh
Tutto quello che segue è censurato dal dl Zan @#*¥¢#@!!!!

👨
John Connor   Eh ma il problema erano i paletti....
Tiriamoli via dicevano
Sono scomodi dicevano
Ci sarà il vigile a multare chi trasgredisce dicevano.
Buonanotte 07/10/21
👨
IlFontanasso   Il peccato originale risale a trent’anni fa con l’abbassamento dei marciapiedi a livello ciottoli. Ma al di là di tutto il problema è l’inciviltà e la mancanza di cognizione! Ma io dico viene mai in mente che da un edicola, da un ottico, dal barbiere può fare capolino un bimbo? Gli specchietti di SUV, crossover, minisuv sono ad altezza testa. Sul borgo SI VA PIANO (e non si parcheggia a pene di segugio) 07/10/21
👨
Black&White   Quoto J.C., da quanto tempo (anni) si parla di questo, senza che nulla di concreto sia mai stato fatto, né a livello di prevenzione, né (tantomeno) di repressione? Gli amministratori attuali (ultimi in ordine di tempo) hanno sventolato, per qualche consenso elettorale in più, la bandierina della rimozione delle "parigine", promettendo ordine e rigore..I risultati, com’era facilmente prevedibile, sono di nuovo sotto gli occhi di tutti.
Adesso si parla della partecipazione a un bando regionale per "ridisegnare in modo funzionale l’arredo urbano"..Figuriamoci..
Ma è così difficile prendere qualche provvedimento immediato, quantomeno per garantire un minimo di sicurezza in più in quel tratto di borgata (noto a tutti) che, a causa dell’irresponsabilità e del menefreghismo di certa gente, è diventato PERICOLOSO?
Saluti a tutti.
07/10/21
👨
John Connor   Per quanto convengo con il Fontanasso che il problema è l’inciviltà di chi fa parcheggio selvaggio e di chi passa a razzo sul borgo, la storia dell’umanità dimostra che non si può fare affidamento sul buon senso. Perchè se è vero che una altissima percentuale di persone si comporta in modo civile e responsabile, basta il cretino di turno e succede il danno....Bisogna quindi agire con sistemi che prevengano tali comportamenti. Le parigine erano un eccellente deterrente per il parcheggio selvaggio. Sono state tolte per un pugno di voti , senza minimamente pensare alle inevitabili conseguenze. E adesso ci becchiamo macchine parcheggiate sui marciapedi e se provi a lamentarti il coglione sei tu che parcheggi in piazza e non loro che se sbattono delle regole. Ma il problema erano le parigine ed i clienti dei vari negozi che non potevano più parcheggiare davanti alle vetrine.... Oh yes 08/10/21
👨
Cinzy   Oltre alle macchine parcheggiate ognidove l’altro giorno un camioncino è entrato contromano in piazza come da indicazione di un gentil signore che, mio malgrado, quando gli ho fatto notare che non era l’entrata giusta mi ha mandato a quel paese......no comment.... 09/10/21
👨👨👨👨👨


 👓 Leggi tutto...  
  
05/10/21
Iren(e)
3497

Nuovo sport: utile e (forse) dilettevole

Si scrive plogging, si legge caccia ai rifiuti. Il plogging è uno sport giovane: è nato circa cinque anni fa in Svezia e da lì si è diffuso in tutto il mondo. Di cosa si tratta? Correre o camminare, raccogliendo rifiuti. Plogging infatti è la combinazione di due parole: plocka upp, che in svedese significa raccogliere; e jogging, che in inglese significa correre. Correre e camminare raccogliendo cartacce o bottigliette è qualcosa che tante persone fanno spontaneamente da sempre, ma appunto dal 2016 in Svezia è diventato un vero e proprio sport con punteggi e classifiche. Quest'anno si è disputato anche un campionato mondiale: è andato in scena il 3 ottobre in provincia di Torino e precisamente in Val Pellice. La gara si chiamava Plogging Challenge e funzionava così: nessun percorso predefinito, i concorrenti avevano 8 ore di tempo per correre quanti più chilometri possibile, macinare più salite possibili e raccogliere quanti più rifiuti possibile. Combinando questi tre risultati - chilometri, dislivello, chili di immondizia - si è ricavata la classifica.
(da "Libertà" martedì 5 ottobre, a pag. 51)



 👓 Leggi tutto...  
  
05/10/21
Marino
3496

Operatore di Filiale part-time

2021777993offlavLidl Italia cerca, per la sede di Ponte dell'Olio: Operatore di Filiale (m/f).
Principali mansioni:
• Collaborazione con il team per la gestione ottimale del Punto Vendita
• Rifornimento dei prodotti sugli scaffali
• Preparazione e gestione dei nuovi articoli in promozione
• Pulizia all'interno e all'esterno del Punto Vendita
I requisiti per ricoprire l’offerta di lavoro come Operatore di Filiale sono:
• Orientamento al cliente
• Attitudine al lavoro di squadra
• Affidabilità e flessibilità
• Capacità di multitasking.
Per ulteriori informazioni  FONTE 



 👓 Leggi tutto...  
  
05/10/21
Marino
3495

Operatore multiservizio per Grande Distribuzione

1927796555offlavPer importante cliente del settore della GDO, Manpower ricerca cassieri e scaffalisti.
Si richiede:
- flessibilità (soprattutto al lavoro straordinario e nei weekend)
- buone capacità relazionali;
- patente B e automunito;
- buona manualità;
- esperienza pregressa in supermercati e nei vari reparti;
- titolo di studio: Diploma di quinta superiore o Attestato professionale.
Luogo di lavoro: Ponte dell’Olio
Si offre contratto PART TIME 20/24 ore settimanali, iniziale somministrazione più scopo assunzione a tempo indeterminato.
 FONTE 



 👓 Leggi tutto...  
  
 ⏪ 
Pagina 36 di 378
 ⏩ 
Privacy Policy e Disclaimer