PONTEWEB

Ponte dell'Olio

online dal 2004

Ottimizzazione gestione rifiuti e TARI: sparita dai radar...?

21/09/19 Marino

28859ele19wordcloud 28859ele19wordcloudNel DUP 2020-2022 (*) la Giunta non ha previsto alcun indirizzo strategico volto ad ottimizzare il ciclo dei rifiuti e di conseguenza a ridurne il costo di gestione.
Ecco infatti cosa ha scritto la Giunta al capitolo "Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente":
"L’elaborazione degli strumenti urbanistici deve tenere conto delle reali esigenze e condizioni del territorio comunale, prevedendo una programmazione strutturata in modo dinamico e capace di aprirsi tanto al bisogno di conservazione attiva e recupero del patrimonio esistente, quanto ad eventuali nuove necessità di sviluppo od espansione. Al contempo, saranno ricercati e assecondati interventi di urbanizzazione che possano portare all’eliminazione del degrado urbano ed extraurbano, coniugando così le esigenze imprenditoriali e di mercato ai principi di utilità sociale in senso ampio dell’iniziativa privata. L’attività dell’amministrazione in questo settore sarà pertanto incentrata sul portare a termine l’iter di approvazione del PSC, così da promuovere uno sviluppo territoriale coerente con gli obiettivi prefissati, altrimenti impossibile in assenza di questo"  FONTE 
Di seguito la visione strategica e operativa contenuta nell'ultimo DUP 2019-2021 approvato dalla Giunta Copelli:
"In materia di urbanistica, per quanto riguarda l’edilizia privata è già in corso la revisione di PSC e RUE con l’obiettivo di incentivare la manutenzione e il risanamento energetico, adozione di un allegato energetico per edilizia di nuova costruzione e manutenzione straordinaria (PAES). Si prevede inoltre la revisione di PSC e RUE con cambio di destinazione d’uso per area TEVI con vocazione terziaria e commerciale.
Per quanto riguarda le tematiche ambientali, si vuole arrivare all’applicazione dei punti del PAES previsti per il 2020, politiche di mobilità sostenibile connettendo la rete ciclabile esistente e attuando politiche di E-Mobility (colonnine elettriche e mezzi comunali elettrici).
Sarà individuata una figura tra gli impiegati comunali per seguire i progetti di applicazione del PAES (Energy Manager) ed istituire uno sportello energia a funzione di consulenza sulla normativa vigente per i privati cittadini.
L’implementazione di impianti a energia rinnovabile sarà inserita, dove tecnicamente attuabile, all’interno di tutti i progetti di riqualificazione previsti.
A livello di operatività della macchina comunale, è prevista una attività di monitoraggio sui consumi e sulle emissioni di CO2, di creazione di un database comunale e certificazione ISO 50001 (PAES capitolo 8).
Attualmente i parametri comunali relativi alla quantità delle diverse tipologie di rifiuti prodotti nel territorio comunale sono in linea con i dati provinciali. Il livello di tassazione non si discosta da quello di comuni con struttura territoriale e produttiva simile. In questo quadro le attività dell’amministrazione sono indirizzate a sfruttare margini di ulteriore miglioramento nei seguenti ambiti: • riduzione della quantità di rifiuto complessivo prodotto nel territorio, attraverso l’incentivazione al compostaggio domestico e di comunità, al riuso e all’uso alternativo di alcune frazioni • riduzione del costo di trattamento di alcune frazioni di rifiuto differenziato, in particolare della frazione di verde ornamentale • ottimizzazione dei servizi di spazzamento stradale e della stazione ecologica • continuo miglioramento dell’equità fiscale. Nel corso del 2019, entrerà in piena funzione il centro di stoccaggio temporaneo legname e potranno essere intraprese ulteriori iniziative per la riduzione di rifiuti e di informazione dei i cittadini e promuovere comportamenti virtuosi dal punto di vista ambientale. Nel 2018 è stato definitivamente trasferita al Comune d Ponte dell’Olio la proprietà del terreno della ex-discarica di Cà del Montano e la titolarità della stessa, ed è stata stipulata apposita proroga della convenzione per la gestione post-esercizio. Con il passaggio della discarica in capo al Comune di Ponte dell’Olio, l’attività amministrativa sarà finalizzata anzitutto a garantire la tutela dell’ambiente in presenza dell’ex-discarica, cercando nel contempo di cogliere opportunità per utilizzare nel modo più fruttuoso le risorse trasferite da Consorzio. Compatibilmente con le previsioni del piano d’ambito è volontà dell’Amministrazione applicare la tariffa puntuale dei rifiuti a partire dal 2020.
In materia ambientale, sarà allestito - in coordinamento con l’Ente di Gestione dei Parchi Emilia Occidentale - un piano di sviluppo del Paesaggio Naturale e Seminaturale Protetto, al quale sarà data attuazione nel triennio seguente, anche grazie al rapporto di collaborazione instaurato con un soggetto che possa rendere operative alcune delle misure di incentivazione previste. L’ottenimento della qualifica di Paesaggio Naturale Protetto, primo Comune del piacentino ad ottenerla, proietta Ponte dell’Olio nel circuito promozionale dell’Ente Parchi del Ducato: organismo attivo nella promozione territoriale e nella partecipazione a bandi europei
A livello di progetti, è previsto l’avvio delle seguenti attività: 2019 - completamento dell’attività di ristrutturazione dell’area delle ex-fornaci per accogliere servizi di informazione turistica e iniziative culturali 2019 – Inizio promozione del Paesaggio naturale Protetto attraverso le iniziative dell’Ente Parchi del Ducato, Ente per la gestione dei parchi e la biodiversità dell’Emilia Occidentale – adesione a tale Ente. 2019 – 2021 - completamento del percorso pedociclabile nel territorio comunale, in collegamento con i comuni vicini 2019 – 2021 - messa in operatività degli interventi previsti per la Strategia Nazionale Aree Interne 2019 – 2021 - promozione degli itinerari escursionistici 2019 – 2021 - sviluppo degli interventi previsti per la Strategia Nazionale Aree Interne"
 FONTE 
(*) Il Documento Unico di programmazione (DUP) è lo strumento che permette l’attività di guida strategica ed operativa degli enti locali, rappresenta il presupposto necessario di tutti gli altri strumenti di programmazione, e consente di fronteggiare in modo permanente, sistemico e unitario le discontinuità ambientali e organizzative.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Popolazione giovanile: l'andamento negli anni ci aiuta a capire...

20/09/19 Marino

11430demogrgiovani2019 11430demogrgiovani2019L'istogramma allegato ci mostra la composizione della popolazione giovanile dal 2012 ad oggi suddivisa per fasce di età. Da inesperto in materia, rilevo che le giovani famiglie abbandonano Ponte durante i primi 10 anni di età dei figli. Sarà così?
Se fosse così è sui servizi messi a disposizione delle famiglie in quella età che la politica dovrebbe concentrarsi. Ad esempio: sull'alleggerimento delle rette per la frequenza del nido, sul tempo pieno alle elementari, sui trasporti scolastici, sul doposcuola, sulla qualità e sui costi della mensa, ecc.ecc.
A novembre 2015 il consigliere di minoranza Piera Reboli suggeriva al Consiglio l'istituzione di una sezione scolastica a tempo pieno ricordando al Consiglio che "... diverse famiglie hanno lasciato il paese perché in forte difficoltà a conciliare i tempi del lavoro con quelli di una scuola che termina alle ore 13..." e che "...l’attuale organizzazione scolastica impone ai bimbi con entrambi i genitori impegnati sul lavoro il ricorso forzato a diverse soluzioni di appoggio a volte anche molto onerose..."  FONTE 
L'attuale Maggioranza ha fatto proprio il suggerimento di Reboli e nel proprio programma di mandato scrive: "La scuola non rappresenta solo il centro di formazione dei nostri figli, ma un vero e proprio ausilio per le famiglie – specialmente quelle in cui entrambi i genitori lavorano – che devono poter contare su un’offerta educativa a tempo pieno, tale da consentire loro di mantenere il posto di lavoro e sapere i propri figli al sicuro, nel luogo deputato alla loro formazione e crescita civica. In quest’ottica sarà migliorato ulteriormente anche il servizio di dopo scuola. Non v’è dubbio, infatti, che per poter tornare ad essere attrattivi per le giovani famiglie, è necessario creare condizioni di vita adeguate che passano, anche, da quanto sopra descritto.". OTTIMO!
Purtroppo occorre prendere atto che la Maggioranza non prevede che queste misure siano attuate entro il triennio 2020-2022. Infatti nel DUP (*) approvato dalla Giunta qualche giorno fa, alla missione "Istruzione e diritto allo studio" è scritto: "Servizio conferito in Unione Alta Valnure. Per quanto non espressamente indicato, si fa riferimento al Documento Unico di Programmazione dell’Unione Alta Valnure"  FONTE ; e sul DUP dell'Unione è scritto solo: "l lavoro di condivisione dei Sindaci ha permesso la nascita dell’Istituto Comprensivo della Val Nure attraverso la fusione dell’Istituto Comprensivo di Ponte dell’Olio e dell’Istituto Comprensivo di Bettola. Una scelta strategica che permetterà di avere un dirigente scolastico sul territorio."  FONTE 
Mi auguro che si tratti solo di una dimenticanza e che il DUP sia tempestivamente aggiornato.
(*) Il Documento Unico di programmazione (DUP) è lo strumento che permette l’attività di guida strategica ed operativa degli enti locali, rappresenta il presupposto necessario di tutti gli altri strumenti di programmazione, e consente di fronteggiare in modo permanente, sistemico e unitario le discontinuità ambientali e organizzative.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Asilo nido: mai così pochi iscritti

19/09/19 Marino

Sono sette i bambini iscritti al nido per l'anno 2019-2020.
Mai così pochi da quando ne tengo traccia.
Un'opinione: se non si ricomincia dai bambini... dalla scuola... Ponte dell'Olio diventerà sempre più marginale.
5708nido2019 5708nido2019
Suggerisco di leggere questo articolo  LINK  segnalato da Anna Valentini .


 👓 Leggi tutto...  
                         

E poi non stupiamoci se la gente scappa da Ponte !!!

18/09/19 Marino

1110rifpode64000 1110rifpode64000Il Consiglio comunale ha liquidato la tariffazione puntuale con 22 laconiche parole: "La tariffazione puntuale risulta non attuata e non attuabile senza la conclusione dell’iter di affidamento del contratto di servizio dei rifiuti". Fine.
Prendo atto e spero di poter scrivere, prossimamente, di convinte azioni (anche legali) da parte dei nostri amministratori comunali relative ai danni economici che dobbiamo subire a causa dell'impossibilità di avviare la tariffazione puntuale.
28598ridriuricA prescindere dall'avvio della tariffazione puntuale, ci sono altre iniziative che si possono mettere in atto per migliorare la gestione dei rifiuti (e per poter beneficiare di tariffe TARI più contenute): il riuso, il riciclo, una maggiore e migliore raccolta differenziata, e soprattutto la riduzione dei rifiuti prodotti.
E poi ci sono comportamenti da promuovere (es.informazione e formazione), ci sono controlli da fare sui quantitativi conferiti (es.pesatura in loco), ci sono miglioramenti organizzativi (es.evitare che chiunque possa scaricare rifiuti nella nostra area ecologica), ci sono azioni repressive per chi trasgredisce (es.fototrappole), ecc.
Come diceva qualcuno... Ognuno di noi può suonare la sua parte ma.... se il direttore d'orchestra non dà il tempo, l'orchestra non può suonare come dovrebbe...

👨
Semplice abitante di ponte   Delle due, l’una: o non era vero che era pronta la tariffazione puntuale come detto dalla precedente amministrazione, o questa amministrazione non accelera su questo aspetto, che non è da poco. Un costo che può essere ridotto ma non si riduce, equivale a una tassa e non viene incontro a quanto dichiarato da questa amministrazione. Vorrei tanto sapere chi ha ragione e avere chiarimenti meno nebulosi e fumosi da parte dell’amministrazione attuale 19/09/19
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Tariffazione puntuale: i mesi passano ma nessuno ne parla

17/09/19 Marino

Fondamentale per la riduzione della TARI è il passaggio alla tariffazione puntuale (meno rifiuti produci, meno paghi).
10697tari2019 10697tari2019Libertà del 23 giugno 2019 riportava autorevoli interventi a testimonianza di come una corretta gestione dei rifiuti possa portare a risparmi sulla TARI "anche del 25%" (e, tanto per non dimenticarlo, allego la tabella che mostra quanto paga di TARI nel 2019 una famiglia di due persone che vive in una abitazione di 120mq a Pontedellolio = 226 €/anno  FONTE  piuttosto che a Podenzano = 102 €/anno  FONTE ).
Siccome siamo quasi a fine settembre e sull'argomento rifiuti "tutto tace" (non ho notizia di alcun preparativo, né di alcuna riunione informativa, né tanto meno formativa) mi dispiacerebbe se gli amministratori non raggiungessero l'obiettivo di farci entrare in regime di tariffazione puntuale a partire dal 1 gennaio 2020 (in modo tale da beneficiare già dal 2020 di un Piano Finanziario concordato con ATERSIR e Iren di valore più contenuto e quindi con un immediato significativo riflesso sui nostri portafogli).

👨
Marino   Il Sindaco mi ha informato che l’argomento è stato oggetto delle comunicazioni inziali dell’ultimo Consiglio comunale: "La tariffazione puntuale risulta non attuata e non attuabile senza il completamento dell’iter di affidamento del contratto di servizio dei rifiuti." 17/09/19
👨
San Tommaso   E fare questo completamento, a chi spetta: a Iren, al Comune o qualche altro ente? 17/09/19
👨
Marco   Mentre passare volontariamente alla tariffazione puntuale, come alcuni altri comuni già fanno, anziché “obbligatoriamente “ come sembrava essere a decorrere dal prossimo 01/01, non sarebbe possibile?
Saluti a tutti
Marco Boselli 18/09/19
👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Cento misure e un taglio solo

16/09/19 Tafazzi

A proposito della nuova viabilità (con effetto chicane): la fioriera posta stamane sul borgo prima della via Acerbi (a rendere ostica la svolta delle auto in tale via a senso unico) mi pare una... stupidaggine! Forse è il caso di collocarla meglio...

👨
Black&White   E infatti risulta che stamattina, dopo aver chiuso di nuovo la borgata, le stessero riposizionando, pare dopo che un veicolo, nel girarci intorno, aveva urtato l’edificio accanto..Che dire? Una vera genialata quelle fioriere, di chi le ha collocate, ma soprattutto di chi le ha pensate..
Non resta che attendere il prossimo "incidente", non ci vorrà molto, credo.. 18/09/19
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Scissione

15/09/19 Benedetta

Grazie al provvidenziale arrivo di tre nuovi iscritti, la ex prima elementare a sezione unica dello scorso anno scolastico viene ora divisa in due sezioni (rispettivamente di 14 e 15 alunni) per fare la seconda nell'anno che sta per iniziare. Immagino per la felicità di famiglie e docenti interessati...
Fonte della notizia: i fogli con la composizione delle due classi, datati 13 settembre ed esposti all'ingresso della scuola.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Azzeramento retta asilo nido

15/09/19 Marino

E a Ponte dell'Olio, come siamo messi ?
28907asilonido2019 28907asilonido2019


 👓 Leggi tutto...  
                         

La Lega e il Sindaco di Ponte dell'Olio

14/09/19 Marino

15782chiesalega 15782chiesalegaSe fino ad oggi ho considerato il sindaco di Ponte dell'Olio come colui che, fuori dagli schemi, da indipendente, è riuscito ad ottenere l'appoggio dei tre principali partiti posizionati verso destra, adesso prendo atto che, invece, egli è "un amministratore locale " del partito politico "Lega Nord per l'indipendenza della Padania".
Ricordo quando, nel Consiglio comunale del 18 febbraio 2015, fu pronunciata la frase: "io rispondo solo ai cittadini pontolliesi, e non ai partiti".
Il mondo cambia... la vita cambia... e la vita ci cambia... e si #voltapagina?

👨
Black&White   Mah..se uno si candida a sindaco e fa campagna elettorale con un logo che contiene i tre simboli dei partiti di centrodestra, a me sembra ci sia ben poco di "indipendente" e "fuori dagli schemi"..era più che evidente fin dall’inizio, al di là di qualche frase buttata lì in passato.. 16/09/19
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Baratto amministrativo: lavoro in cambio di tasse

13/09/19 Marino

10885barammcastelsangiovanni 10885barammcastelsangiovanniIl Baratto amministrativo dà la possibilità, a chi si trova in difficoltà economica oppure ha un basso reddito, di pagare i tributi comunali mediante lo svolgimento di lavori socialmente utili.
Anche a Ponte potrebbe essere utilizzata questa opportunità (il Consiglio comunale del 02 febbraio 2016, su mozione di Reboli-Chiesa, all'unanimità, ha impegnato l'Amministrazione a "introdurre il cd. “Baratto amministrativo” e a definire i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi da parte di cittadini in comprovata difficoltà economica, quale contropartita al versamento dei tributi locali."  FONTE ) .
Ad oggi però, non essendo ancora stato prodotto il regolamento con i criteri e le condizioni per poter rendere operativo il Baratto amministrativo, i cittadini pontolliesi non lo possono utilizzare. Spero che l'attuale sindaco, a suo tempo tra i promotori dell'iniziativa, si adoperi affinché venga deliberato al più presto tale regolamento (per approfondimenti sul baratto amministrativo  LINK  pdf).


 👓 Leggi tutto...  
                         
 <<< 
Pagina 118 di 344
 >>> 
Privacy Policy e Disclaimer