PONTEWEB

Ponte dell'Olio

online dal 2004

I costi della politica pontolliese: #voltiamopagina?

04/06/19 Marino

Queste sono le "indennità di funzione" degli amministratori comunali in vigore nel mandato amministrativo appena concluso (valori riferiti al quinquennio): sindaco 103.825,8‬ € (comprensivo di indennità di fine mandato - il sindaco Copelli ha percepito solo 51.912,9‬ € in quanto lavoratore dipendente non in aspettativa), vicesindaco 19.168,2‬ €, ogni assessore 14.376‬ €  FONTE .
Per ogni consigliere è previsto un gettone di presenza di 7,32 €/consiglio.
15854zeroeuroNel mandato amministrativo appena concluso, Alessandro Chiesa ha rinunciato all'indennità di Consigliere comunale e si è battuto per la riduzione dei cosiddetti "costi della politica".
L' "azzeramento dei gettoni di presenza dei Consiglieri comunali e la riduzione del 10% delle indennità spettanti ai membri della Giunta" destinando le risorse risparmiate in "operazioni a favore di soggetti singoli/famiglie a reddito basso o nullo" è quello che formalmente Chiesa ha cercato (invano) di far approvare dall'Amministrazione Copelli  FONTE .
La "diminuzione delle retribuzioni a noi spettanti, quindi un minore impegno di spesa per i costi cosiddetti “politici”, oltre a un risvolto reale concreto, avrebbe anche un'importante valenza morale e sociale, soprattutto in un momento storico in cui istituzioni e governanti richiedono continuamente sacrifici e sforzi alla popolazione".
Alla bocciatura della sua proposta, Chiesa ha commentato: "...sarebbe stato un bel gesto e sarebbe costato relativamente poco a tutti noi...".


 👓 Leggi tutto...  
                         

I partiti sono ritornati a "metter becco" su come si spendono i soldi dei Pontolliesi?

03/06/19 Marino

Mentre cercavo di individuare le frasi caratterizzanti il pensiero di Alessandro Chiesa, mi sono imbattuto in un post del 7 giugno 2015  FONTE  nel quale egli, parlando di fusione dei comuni, scriveva: "quante possibilità di imporsi e vincere avrebbe una lista civica composta da gente normale, magari anche con notevoli competenze e programmi elettorali bellissimi, ma senza tessere in tasca e senza la potenza propagandistica propria di una forza partitica? Quasi nessuna. Come si realizzerebbe concretamente l'arrivo dei partiti? Sicuramente, non nell'immediato, ma nel corso degli anni. Si presenterebbero con i loro candidati calati dall'alto, il più delle volte scelti arbitrariamente dalle segreterie, dalle direzioni distrettuali o da finte primarie, e lascerebbero ai cittadini solamente la scelta di votare per questi, oppure, in alternativa, di non votare e stare a casa (come già fa il 50% degli elettori italiani). Dopodiché, vista la quasi impossibilità di battere questi personaggi, essi occuperebbero le "nuove" istituzioni comunali, decidendo per tutti noi, concedendoci solo sporadicamente qualche minimo confronto (in cui ci racconteranno qualche storiella), spenderebbero i nostri soldi ... secondo gli ordini impartiti dai vertici e gestirebbero la cosa pubblica non insieme ai cittadini, ma coadiuvati dai rispettivi capibastone."1108logolistachiesa
Leggendo le parole di Chiesa, non ho potuto non riflettere sul fatto che, dopo anni di liste civiche, in questa tornata elettorale sono tornati i simboli dei partiti, ben tre partiti, e tutti nel simbolo della lista Chiesa. E, pur con tutto il rispetto dovuto al Sindaco, non ho potuto non pensare al rischio dei "capibastone", degli "ordini impartiti", ecc. ecc....
I comportamenti e le scelte di Chiesa testimonieranno la qualità della sua indipendenza.

👨
Stoker   Mi sembra giusto ricordare che anche il principale sfidante aveva in tasca la tessera di un partito, onore quindi a chi non ha nascosto tale appartenenza presentandosi ai cittadini.
L’affermazione "dopo anni di liste civiche" a mio avviso non è corretta, bisognerebbe dire: "dopo anni di finte liste civiche".
03/06/19
👨
Keep calm   " I comportamenti e le scelte di Chiesa testimonieranno la qualità della sua indipendenza" Questo secondo Marino. Io penso invece che i comportamenti e le scelte di Chiesa debbano essere valutate a posteriori e possano testimoniare semmai la validità o meno di un progetto da lui condiviso, perché no, anche con i partiti che lo hanno supportato in questa campagna elettorale, contribuendo alla sua vittoria. Le finte liste civiche non hanno tratto in inganno un numero sufficiente di Pontolliesi per concedere legittimamente a Chiesa la fascia tricolore. " lasciamoli lavorare" sono due parole che spettano di diritto a chi deve prendere in mano la situazione ed allo stesso tempo danno credibilità ad una opposizione che altrimenti sarebbe solo fine a se stessa. 03/06/19
👨
Marco   A me pare che il post di Marino non volesse ne togliere tempo all’attuale Sindaco, ne paragonare l’attuale sua lista con quelle concorrenti definite “finte civiche”. Il post rileva solo come Chiesa dal 2015 al 2019 abbia radicalmente cambiato idea sull’argomento: presenza dei partiti sul territorio. A tale proposito, non posso che rallegrarmi che una figura così importante per il nostro paese sia approdato a queste idee, essendo io da sempre un sostenitore dell’importanza dei partiti quale cinghia di trasmissione per la migliore gestione possibile dei territori.
Saluti a tutti.
Marco Boselli 03/06/19
👨
John Connor   Vorrei sapere da Stoker quale tessera ha in tasca Ratti (penso si riferisca a lui come "principale sfidante") in quanto nella sua presentazione fatta a Ponte Ratti ha dichiarato che la sua lista fosse civica e senza nessun tesserato. Dato che Stoker sa che Ratti è tesserato chiedo che renda pubblico il partito a cui è tesserato e numero di tessera. Diversamente sta solo facendo ipotesi che come tali lasciano il tempo che trovano. 05/06/19
👨
Stoker   Ora non ne ho idea, infatti ho scritto "aveva" ed è un dato di fatto che in passato ha ricoperto il ruolo di segretario del circolo PD di Ponte.
Poi per 5 anni ha ricoperto il ruolo di capogruppo di maggioranza in una giunta "civica" che era sostenuta apertamente dal PD.
http://www.pder.it/index.html?idpg=7&id=4244
La sua lista si proponeva in continuità con l’amministrazione precedente ma non si è fatto molto riferimento al fatto che comunque fosse orientata verso il centro-sinistra. 06/06/19
👨
John Connor   Quindi la sua è una supposizione o meglio sensazione personale, rispettabilissima ma assolutamente inconsistente all’atto pratico, anche perché se la memoria non mi tradisce, 5 anni fa il locale circolo PD incluso il segretario era schierato (il segretario candidato) con la lista Reboli. 06/06/19
👨
Stoker   No 5 anni fa il PD sosteneva Copelli come si nota dal link del sito del partito che ho messo. 06/06/19
👨
John Connor   Quindi il PD sosteneva una civica schierata in opposizione ad una lista al cui interno figurava il referente PD del paese? Mah..... La mia sensazione è che il PD abbia messo il cappello sulla vittoria di Copelli...... 06/06/19
👨
Marino   A questo link http://www.ponteweb.it/img/sindaciPD.jpg è visibile lo screenshot della pagina del PD effettuata in data 30/03/2015 (si rileva che in quella data la pagina del PD era aggiornata al 21/05/2014, come attualmente). Le elezioni si sono svolte dopo, in data 25/05/2014. Per storificare i fatti può servire leggere questo post http://www.ponteweb.it/index.php?s=846 . 06/06/19
👨👨👨👨👨👨👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Conosciamo meglio il Sindaco

02/06/19 Marino

31694alessandrochiesa 31694alessandrochiesa"Chiesa, classe 1995, è nato in paese dove vive e risiede. Diplomato e operaio addetto in una storica azienda del territorio dal 2014 è consigliere di minoranza, con all'attivo il 100% delle presenze e oltre 25 atti tra interpellanze, interrogazioni e mozioni." così Libertà, il 7 aprile 2019, presenta la candidatura di Alessandro Chiesa.
Chiesa inizia il suo percorso amministrativo nel 2014 eletto in una lista civica di sinistra, ed egli stesso è tesserato con il PD, ma dopo pochi mesi, il 31/12/2014, abbandona il PD con queste parole: "Da domani non sarò più tesserato per il PD. Il mio prossimo partito (lo è sempre stato) sarà l'Italia e la mia prossima tessera (anche questa la è sempre stata) sarà la Costituzione del '48.".
Nel 2016 è parte del gruppo civico contrario alla fusione e sul proprio blog scrive "Solo una cittadinanza correttamente informata può effettuare le scelte migliori per sé stessa".
Riporto di seguito alcune frasi simbolo pronunciate da Alessandro Chiesa:
- "dobbiamo dare l'esempio, dimostrare che non dobbiamo avere paura di esporre le nostre idee, le nostre critiche e le nostre considerazioni in merito alla res publica, perché solo chi non ha di virtù l'onestà necessita di nascondersi"
- "diamo ai cittadini il potere di controllarci mentre li rappresentiamo durante le decisioni che siamo chiamati ad assumere"
- "sottolineo il concetto di rappresentanza, il più democraticamente importante, perché se mai qualcuno pensasse che un'elezione sia una concessione di sovranità popolare, sbaglia di grosso"
- "ribadisco un semplice concetto: io sono un vostro dipendente; che rappresentante sarei se non ascoltassi coloro che sono chiamato a rappresentare?"
- "un buon amministratore non deve mai, per nessun motivo, piegarsi al volere dei "piani alti"; l'unica responsabilità che dobbiamo sentire è quella verso i cittadini, unici nostri "datori di lavoro""
- "il decoro urbano è un aspetto rilevante di ogni comunità ed è compito dell'amministrazione comunale nonché di ogni cittadino contribuire al suo mantenimento; uno spazio verde lasciato incolto è sgradevole in qualunque zona, sia essa residenziale che non"
- "Che cosa me ne frega di avere il bilancio a posto se so che nel mio paese ci sono delle famiglie che vivono in condizioni di povertà? Che cosa me ne frega di avere i conti in ordine se so che nel paese di cui sono amministratore ben l'8% della popolazione è disoccupata e non percepisce reddito? Sono più importanti i numeri o le vite delle persone? ... Ci stanno rubando tutto. E io provo una frustrazione infinita nel non potermi opporre a tutto ciò. Non poter dire a un uomo o a una donna che ha appena perso il proprio impiego: "Il Comune ti è vicino e ti aiuterà con un contributo mensile, in cambio di qualche ora di lavori socialmente utili e stabilendo per te uno specifico programma di reinserimento nel mondo lavorativo". Oppure non poter dire a una persona: "Il Comune, visto che sei disoccupato e senza reddito, ti offre una soluzione pro tempore, nell'attesa che trovi una nuova occupazione, attraverso l'utilizzo dei voucher". O ancora, non poter dire ad un anziano con la pensione minima: "Tranquillo, quando dovrai sostenere delle spese importanti per la tua salute, il Comune ti darà una mano". Per me, la politica deve parlare di dignità, di umanità, di vita, di diritti, di lavoro, di futuro."


 👓 Leggi tutto...  
                         

Piscina: periodo di apertura

01/06/19 Marino

3855piscinaapertura 3855piscinaaperturaIl capitolato per la gestione della piscina per i prossimi cinque anni (2019-2023), prevede che l'impianto deve essere fruibile dal 5 giugno al 5 settembre (clicca sull'immagine per vedere il passaggio scritto nel capitolato).
Nel capitolato viene anche ben specificato, e sottolineato, che detto periodo deve intendersi come periodo minimo di apertura. Quindi la piscina può essere aperta prima del 5 giugno ma non dopo; può essere chiusa dopo il 5 settembre, ma non prima  FONTE .

👨
Marino   Il Sindaco comunica che "Stiamo lavorando per accelerare l’avvio dei lavori sull’impianto e garantirne l’apertura quanto prima possibile. Grazie all’attività dell’amministrazione, in un’ottica di leale collaborazione coi privati, nei prossimi giorni i gestori avranno la possibilità di accedervi via terra senza aspettare la realizzazione del guado al fine di effettuare tutte le operazioni del caso. Seguiranno aggiornamenti". 03/06/19
👨
Marino   L’Amministrazione conta di poter aprire l’impianto nella terza settimana di giugno. Il Sindaco dichiara anche che: «L’obiettivo dall’anno prossimo è di aprire la piscina secondo i tempi previsti dal contratto, ovvero il 5 giugno, eseguendo i lavori con largo anticipo rispetto a quanto avvenuto quest’anno...». (Fonte http://www.ilpiacenza.it/attualita/piscina-pontedellolio-operai-e-tecnici-del-comune-al-lavoro-per-la-riapertura.html) 06/06/19
👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Conosciamo meglio i Consiglieri di maggioranza

01/06/19 Marino

Così sono stati presentati e descritti nelle pubblicità elettorali i consiglieri comunali di maggioranza eletti il 26 maggio:

Giulia Capra. Classe 2000, Giulia risiede da sempre a Pontedell’Olio. Studentessa dell’Istituto per Geometri Alessio Tramello, è volontaria della Pubblica Assistenza Valnure e collaboratrice del Bar Italia di Pontedell’Olio.
GianMaria Bisagni. Nato a Codogno, classe 1986, Gianmaria vive da 33 anni a Folignano. Dopo avere conseguito il diploma di Perito Tecnico Industriale presso l’ISII di Piacenza, acquisisce la laurea magistrale in Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Milano. Da cinque anni Gianmaria si occupa di progettazione d’impianti industriali nel settore delle fibre sintetiche e fibra di carbonio per un’importante società piacentina avente un portfolio clienti di portata internazionale, che ha permesso a Gianmaria di conoscere da vicino le potenzialità del settore e le esigenze del mondo del lavoro. Dice, riguardo alla sua partecipazione: «Mi candido a queste elezioni amministrative con la volontà di mettere le mie abilità al servizio del mio paese, un paese che conosco e abito fin dalla nascita, che mi ha fatto sorridere e piangere e che mi ha accompagnato in ogni tappa importante della mia vita».
Matteo Dameli. Nato a Piacenza nel 1974, Matteo si è laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Parma. Prima d’intraprendere la carriera forense, ha riattivato nel 1997 l’azienda agricola del nonno, allevando capre da latte. Nel 2001 inizia la pratica forense presso il Tribunale di Piacenza e nel 2005 supera l’esame d’avvocato. Dal 2005 gestisce il suo studio legale e dal 2018 è diventato avvocato abilitato a patrocinare in Cassazione.
Marco Maggi. Marco è Perito Tecnico Industriale impiegato in ambito commerciale per un'azienda metalmeccanica della zona. Marito e padre, pontolliese dal 2000, ha comunque sempre abitato in Valnure, impegnandosi nelle attività di volontariato a fianco della Pubblica Assistenza Valnure di cui è stato milite per circa 20 anni. Capogruppo di maggioranza del Comune di Pontedell’Olio nel mandato 2009-2014, il suo motto è «l’entusiasmo è alla base di tutti i progressi» (H. Ford).
Paolo Filios. Paolo è laureato in Scienze Agrarie. Marito e padre amorevole, è stato Consigliere comunale e Assessore all’Agricoltura nel mandato 1995-1999.
Cristiano Calandroni. Nato a Pontedell’Olio nel 1971, Cristiano si è diplomato presso l’ITIS Marconi, acquisito il titolo di tecnico elettronico, oggi è proprietario di una piccola azienda di macchine utensili. E' stato educatore in parrocchia per molti anni ed è papà di due splendide bambine, ama il suo fidato cane e nutre una vera passione per la corsa, il calcio e tutti gli sport in generale. Viaggiando molto per lavoro e per svago, vorrebbe mettere a disposizione del suo paese e della comunità il suo bagaglio di esperienze e ciò di buono che ha visto nel resto del mondo.
Giuseppe Ballotta. Nato e cresciuto a Pontedell’Olio, classe 1977, Giuseppe si è diplomato come Perito Tecnico Industriale presso l’ISII di Piacenza. 20 anni di volontariato in Pubblica Assistenza Valnure e ancora 20 di volontariato in TelePonte (emittente storica parrocchiale) è anche Donatore Avis. Imprenditore nell’azienda storica di famiglia Tecnocarp srl, sviluppatasi da sempre a Pontedell’Olio, Giuseppe di recente è stato eletto Presidente di Uniomeccanica Confapi Piacenza. "La mia candidatura alle prossime elezioni amministrative è sostenuta dal mio forte desiderio di vedere Pontedell’Olio come luogo in cui fare crescere i propri figli, con numerose opportunità lavorative e ludiche per tutti, mantenendo sempre al centro dei miei obiettivi la cura delle famiglie e della singola persona."
Fabio Callegari. Fabio è Presidente di Vespero. Già Consigliere comunale a Pontedell’Olio, è volontario e fondatore con altri colleghi di Avvocati di Strada - Sportello di Piacenza: ONLUS presso la Caritas Diocesana di Piacenza. «Credo nelle idee che diventano azioni» (E. Pound).



 👓 Leggi tutto...  
                         

Da chi sarà composta la Giunta?

31/05/19 Marino

6956ele19maggioranza 6956ele19maggioranzaNel primo Consiglio comunale (da convocarsi entro giovedì 6 giugno), il Sindaco nominerà la Giunta.
Secondo quanto disposto dalla Legge 56/2014, la Giunta potrà essere composta al massimo da quattro componenti, che potranno essere anche tutti "esterni" (e cioè scelti al di fuori dagli eletti) così come previsto dallo Statuto Comunale. La composizione della Giunta dovrà però rispettare la normativa in tema di parità di genere (Legge 54/14) che dispone  che “nelle giunte dei comuni con popolazione superiore a 3000 abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40%, con arrotondamento aritmetico”.
Nel rispetto di quanto sopra riportato, la Giunta potrà quindi essere composta o da due o da quattro componenti.
E' probabile che Chiesa decida per una Giunta composta da quattro componenti, ed in questo caso è quindi certo che almeno un componente della Giunta sarà "esterno" e di sesso femminile (tra gli eletti vi è infatti un solo consigliere di sesso femminile).
Per gli altri tre componenti (due di sesso maschile e uno di sesso femminile) staremo a vedere...
Ricordo infine che la nomina degli assessori è prerogativa del Sindaco.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Spinoff glocal

30/05/19 France Football

Un suggerimento ai benemeriti organizzatori della ChamPont League (in programma il 22 e 23 giugno, come visibile dalla loro pagina facebook): istituire il Pallone d'Oro pontolliese. Con cui ogni anno premiare il miglior giocatore della stagione di calcio, residente nel nostro comune. A loro valutare se per assegnarlo sia meglio il voto popolare o una giuria di addetti ai lavori...

👨
ChampontLeague   Grazie per la bellissima idea, ma fin dall’inizio sì è pensato di non assegnare alcun premio individuale di nessun tipo in modo che la manifestazione avesse come obbiettivo principale l’aggregazione del paese.
Grazie Ancora e vi aspettiamo numerosi ;-) 31/05/19
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Prima le auto

29/05/19 Libero (marciapiede)

Pare che il destino dei paletti posti nel borgo sia segnato. Peccato: pedoni, anziani e disabili li rimpiangeranno...


 👓 Leggi tutto...  
                         

Le parole chiave dell'Amministrazione Chiesa

29/05/19 Marino

19557ele19wordcloud 19557ele19wordcloudLa campagna appena conclusa ci consegna le parole chiave sulle quali l'Amministrazione Chiesa intende caratterizzare il proprio mandato: Voltiamo pagina, Prima il Pont da l'oli, Make ponte great again, Avanti tutta, Più cultura per tutti, Informazione per tutti.
Lo slogan più ricorrente è stato "Voltiamo pagina", e sono state proprio queste le parole che il sindaco Alessandro Chiesa ha declamato, (che ha quasi urlato), appena nominato (ascolta il momento della nomina mp3 2Mb durata 1'15").
Però, ascoltando le persone incontrate in questi giorni post voto, l'atteggiamento che ha più colpito, sia chi ho percepito essere favorevole a Chiesa, sia chi ho percepito non esserlo, è: "Rivolteremo il comune".

👨
Cupido   Va bene rinnovare, ma una cosa chiedo di conservarla: i selfie dei matrimoni celebrati a Villa Rossi... 04/06/19
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Con la nomina il Sindaco ha assunto la responsabilità del Comune

29/05/19 Marino

Lunedì e ieri siamo stati (lo siamo tuttora) in allerta ARANCIONE per criticità idraulica e idrogeologica ma questa criticità non è segnalata né sul sito del Comune e nemmeno dal pannello a led posto a inizio paese.
635losaichePer comune conoscenza ricordo che:
- il Sindaco e i Consiglieri comunali entrano in carica all'atto della proclamazione da parte del presidente del seggio elettorale (ricoprono quindi il loro ruolo e hanno assunto la responsabilità lunedì alle 16.40)
- con la proclamazione degli eletti decadono il Sindaco, la Giunta e i Consiglieri precedenti (che quindi non devono più compiere atti in nome e per conto del Comune).
A margine ricordo anche che il Sindaco eletto, entro 10 giorni dalla nomina, deve convocare il primo Consiglio comunale (che sarà presieduto dal Consigliere anziano fino alla elezione del Presidente) mettendo all'ordine del giorno almeno i seguenti argomenti:
- esame condizione degli eletti
- giuramento del Sindaco
- comunicazione della composizione della Giunta nominata dal Sindaco
- elezione tra i propri componenti della Commissione elettorale comunale.

👨
John Connor   Bisogna avere pazienza, cosa volete che sia un’allerta Arancione!! Sono troppo impegnati a rivoltare il paese e farsi selfie della vittoria.
29/05/19
👨
Wikipedia   A scanso di equivoci, ricordiamo che per consigliere anziano si intende il più votato. Cioè, nel nostro caso, Callegari... 29/05/19
👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         
 <<< 
Pagina 127 di 344
 >>> 
Privacy Policy e Disclaimer