PONTEWEB

Ponte dell'Olio

online dal 2004
 Pandemia: clicca qui per le info ufficiali 
Privacy Policy

Rovescio della medaglia

02/05/19 Matusalemme

Una obiezione alla tariffazione puntuale da più parti auspicata per la raccolta dei rifiuti. Per esperienza personale in famiglia, vedo che i pannolini per incontinenti fanno volume (e peso). Il che comporta un maggior numero di svuotamenti e quindi (in quel caso) una Tari maggiore da pagare. Insomma, oltre al danno (la salute cagionevole) anche la beffa...

👨
Marino   La Giunta Regionale con la delibera DGR n.1762 del 22/10/2018 "Regolamento tipo per la disciplina della tariffa rifiuti corrispettiva" prevede agevolazioni per le famiglie in cui si utilizzano pannolini e pannoloni. Qui il documento http://www.anci.emilia-romagna.it/content/download/5603/60875/file/Testo_delibera_GPG20181884.pdf (pdf 3.5Mb) (vedi a pag.58 di 132 ...... Agevolazioni per le utenze domestiche integrate nel modello tariffario Pannolini e pannoloni. E’ prevista un’agevolazione pari al 90% della parte variabile della tariffa riferita ai quantitativi di rifiuto conferiti tramite il contenitore appositamente fornito dal Gestore nei seguenti casi:
- utenze domestiche in cui le particolari situazioni di disagio sanitario, debitamente documentate e certificate dall’organo sanitario competente, comportino una anomala produzione di rifiuto soggetto a Tariffa; - utenze domestiche in cui figurano nello stato di famiglia del nucleo familiare componenti di età inferiore a tre anni (o altra soglia definita nel regolamento comunale) che danno luogo alla produzione di rifiuti costituiti da pannolini pediatrici “usa e getta”. Sono esclusi coloro che, indipendentemente dal titolo e dalle autorizzazioni di legge, di fatto ospitano bambini di età inferiore alla soglia indicata nel regolamento comunale dietro corrispettivo o contribuzione.)
03/05/19
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Copelli: 4milioni di finanziamenti a fondo perduto

02/05/19 Marino

5493contribfondoperdutocopelli 5493contribfondoperdutocopelliL'Amministrazione Copelli ha dimostrato di saper reperire finanziamenti a fondo perduto.
"In un periodo tra i più difficili per gli Enti Locali, ciò è stato reso possibile attraverso un lavoro incessante di reperimento delle risorse tramite bandi europei e regionali" (per quanto ho capito per significativo merito di Trioli e Copelli) e attraverso "la fitta rete di relazioni istutuzionali", (per quanto ho capito grazie alle capacità e all'esperienza di Sergio Copelli).
Nella tabella accanto è riportato l'elenco delle risorse ottenute a fondo perduto.
Il nuovo sindaco (sia esso Spinola, o Ratti, o Chiesa) saprà fare altrettanto, e magari meglio?
Il valore degli investimenti a fondo perduto reperiti sarà un metro di misura oggettivo di valutazione dell'operato del nuovo Sindaco, così come saranno elementi oggettivi di valutazione numerica, la variazione: dei tributi chiesti ai cittadini (IRPEF, TARI, IMU, ecc.) , la percentuale di raccolta differenziata, la quantità procapite di rifiuto indifferenziato, il numero di residenti, la percentuale di contributo di bonifica ritornato al nostro territorio, la percentuale di perdite dell'acquedotto, degli investimenti che il gestore del servizio idrico farà sul territorio, ecc.).


 👓 Leggi tutto...  
                         

Conferire la plastica assieme alle lattine è vantaggioso...

01/05/19 Marino

2014tariLibertà ci informa che i cittadini del comune di Piacenza conferiscono la plastica e i barattoli/lattine non più in due campane distinte ma in una unica campana stradale.
Ieri l'assessore Ivonne Marenghi ha pubblicato un post in cui è scritto che in molti comuni la raccolta della plastica è "multimateriale" e cioè associata ad alluminio e metalli  FONTE 
Il CONAI, nelle Linee guida per il riciclo della plastica, indica come miglior pratica ambientale la raccolta degli imballaggi in plastica assieme a quelli in metallo e la separazione dei due materiali in un secondo tempo.
Quando questo sistema verrà adottato anche a Ponte, si potranno risparmiare i costi di noleggio e di svuotamento delle campane ora dedicate alla raccolta delle lattine. Ma il maggior vantaggio sarà organizzativo: noi cittadini non dovremo più tener separati i due rifiuti e avremo più facilità a conferire in quanto le campane della plastica sono più numerose di quelle in cui oggi si possono conferire le lattine.
Tutto ciò premesso... mi aspetto che l'assessore Marenghi, che ringrazio per la sua sensibilità al tema ambientale, elimini l'uso delle campane dedicate alla raccolta delle lattine: non tra un mese, non tra settimana ma... da lunedì mattina! Se c'è la volontà di farlo basta il tempo di una "convinta" telefonata a Iren e una comunicazione sul sito del Comune!

👨
Mauro 62   Noi possiamo anche a impegnarci a dividere tutto ma se poi ci aumentano egualmente la tari mi spiegati a cosa serve ? Chi non paga va fatto pagare il suo debito non è assolutamente giusto spalmarlo sui contribuenti che pagano così è premiare chi non paga come al solito i furbi vincono. 01/05/19
👨
Marino   Per comune conoscenza, e anche pensando di fare cosa utile all’Assessore Marenghi, ecco i comuni che raccolgono le lattine e il barattolame assieme alla plastica: Alta Val Tidone, Bettola, Bobbio, Borgonovo, Caorso, Carpaneto, Cortemaggiore, Fiorenzuola, Gropparello, Piacenza, Pianello, Podenzano, San Giorgio, San Pietro in Cerro, Travo, Ziano. 01/05/19
👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Il marketing politico si evolve anche nei piccoli comuni

30/04/19 Marino

31875ele2019sponsorizzazione 31875ele2019sponsorizzazioneRicorderò la campagna elettorale del 2019 anche per l'utilizzo della pubblicità a pagamento sui social.
In questi giorni Facebook sta iniziando a "forzare" sui nostri profili i post "sponsorizzati" relativi ad una delle liste in lizza.
Il "post sponsorizzato" è uno degli strumenti a pagamento messo a disposizione da Facebook per promuovere le attività sul social network. Con l'acquisto della sponsorizzazione, Facebook "forza" la visualizzazione del post sui profili del pubblico scelto dall'acquirente (per esempio, nel nostro caso probabilmente gli è stato commissionato di visualizzare il post su profili di utenti dell'area di Ponte dell'Olio).
E' un'evoluzione (più mirata e selettiva) delle tradizionali pubblicità sulla carta stampata. E' un segno dei tempi che cambiano...

👨
The Donald   Insomma, un po’ quello che Bannon faceva con Cambridge Analytica. A me ha portato fortuna... 30/04/19
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Diga: favorevoli o contrari?

29/04/19 Marino

11749domlecrispdovere 11749domlecrispdovereNessuna delle tre liste ha scritto sul proprio programma elettorale cosa pensa di fare relativamente all'intenzione di sbarrare il corso del Nure con un'imponente diga ("Il Consorzio di Bonifica e Iren hanno siglato un protocollo di intesa per la creazione di un gruppo di lavoro volto allo studio di nuovi invasi nelle vallate con l’obiettivo di stoccare acqua per i periodi di crisi idrica. Il primo studio preliminare ha riguardato la Val Nure"  FONTE ). Per quali motivi i tre candidati sindaco, su questo tema, (che è originato e che origina enormi interessi economici, e che imporrà sacrifici ambientali e tributari alla collettività locale), hanno deciso di rimanere in consapevole silenzio? Se il motivo del silenzio non è "indicibile", non ritengono che sia questo il momento di comunicare ai cittadini (nero su bianco) se sono favorevoli o contrari al progetto di una "diga in Val Nure"?

👨
Ilfontanasso   Marino sottoscrivo al 100%. Come scritto un mesetto fa proprio qua, mi sembrava un argomento degno di essere incluso nei programmi elettorali.... Non dipenderà solo dal ns. Comune, però mi sarebbe piaciuto poter sapere se chi voto ha la mia stessa visione o meno..... 01/05/19
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Degrado e incuria: una domanda alla lista Ratti

29/04/19 Marino

21246candidati2019ratti 21246candidati2019rattiNel programma della lista Ratti, nel capitolo Ambiente e territorio, è scritto: "crediamo che sia fondamentale riuscire ad ottenere la classificazione parzialmente montana del Comune di Ponte dell’Olio, unica soluzione in grado di garantire maggiori entrate (...) . Soltanto risorse certe ed una programmazione adeguata possono aiutare a combattere il degrado e l’incuria nel capoluogo così come nelle frazioni più isolate.".
Non vorrei aver capito male ma... significa che se la lista Ratti non riesce a far classificare il comune come parzialmente montano, "unica soluzione in grado di garantire maggiori entrate" e "risorse certe", allora "il degrado e l’incuria nel capoluogo così come nelle frazioni più isolate" sarà giustificato e rimarrà come è oggi?


 👓 Leggi tutto...  
                         

Piscina: una domanda alla lista Spinola

29/04/19 Marino

16995candidati2019spinola 16995candidati2019spinolaNel programma della lista Spinola, nel capitolo Lavori pubblici, è scritto:
"- (Realizzazione) Piscina comunale (posta nel polo sportivo del territorio comunale)
- Realizzazione pista polivalente per pattinaggio a rotelle e/o da ballo
".
Non vorrei aver capito male ma... davvero la lista Spinola ritiene che tra le priorità dei pontolliesi vi siano: una nuova piscina e una pista da ballo e pattinaggio? Davvero pensano che i pontolliesi desiderano che i loro già alti tributi vengano spesi per questi (certamente legittimi e affascinanti) scopi?


 👓 Leggi tutto...  
                         

IMU: una domanda alla lista Chiesa

28/04/19 Marino

30932candidati2019chiesa 30932candidati2019chiesaNel programma elettorale della lista Chiesa è scritto:
"Per quanto concerne la politica tributaria, il nostro movimento s’impegnerà a non aumentare ulteriormente il prelievo fiscale a carico dei cittadini, già aumentata dalle precedenti Amministrazioni".
Ma... se nel Consiglio comunale del 22 luglio 2014, data in cui la lista Copelli ha aumentato l'IMU dal 9.0 al 9.8 ‰ (una bottarella da 80.000 €/anno), il (oggi) candidato sindaco Chiesa ha votato contro l'aumento, così come hanno votato contro i suoi (oggi) collaboratori Peroni e Callegari ("Il Capogruppo Francesco Peroni e il consigliere Fabio Callegari hanno duramente attaccato le scelta dell'Amministrazione di alzare, ulteriormente, l'aliquota IMU senza prendere in considerazione, al momento, la riduzione della spesa pubblica."  FONTE )... non sarebbe politicamente corretto (e più credibile) se oggi la lista Chiesa, avendo la possibilità di intervenire sulla spesa pubblica, prendesse il solenne impegno di riportare l'IMU al 9.0 ‰?
(Ovviamente prendendo anche l'impegno di non aumentare nessun altro tributo?)


 👓 Leggi tutto...  
                         

TARI: funziona così...

28/04/19 Marino

Se un contribuente non paga la TARI, la bolletta di quel contribuente è addebitata agli altri contribuenti che pagano regolarmente la TARI.
Vediamo cosa succede a Ponte... nel 2018 il Comune ha emesso bollette per 720.425 € ma di questa somma ha incassato solo 633.706 €: in molti non hanno pagato.
Al mancato incasso di 116.649 €, vanno aggiunti altri 177.103 € relativi a bollette non pagate negli anni precedenti, per un totale di bollette non pagate di 293.752 € .
9622totoCosa succede in questi casi? Il Comune cerca di recuperare queste somme (pagando un aggio all'agenzia a cui è stato appaltato il recupero) e poi... quel che non è riuscito a recuperare, lo dichiara "inesigibile" e lo addebita spalmato sulle bollette di chi paga la TARI.
E' una soddisfazione, vero?
Da notare che il Comune si "mette avanti" e per 2019 ci ha già preventivamente addebitato 77.598 € di crediti inesigibili.
Ed anche questa, vuoi mettere, è una soddisfazione!


 👓 Leggi tutto...  
                         

Alcune domande ai candidati sindaco…

28/04/19 Marino

21827domandarelecito 21827domandarelecito• Attualmente l'addizionale IRPEF è del 6x1000 (con esenzione della fascia di reddito fino a 10.000€): se sarai eletto, quale aliquota intendi adottare?
• l'aumento dell’IMU (dal 9 al 9,8 voluto dall’amministrazione Copelli nel luglio 2014) ha già tolto dalle tasche dei pontolliesi ~400.000 €: se sarai eletto, quale aliquota intendi adottare?
• nel trienio 2016-2018 il Consorzio di Bonifica ha inviato ai pontolliesi bollette per ~240.000 € e ne ha spesi meno del 10% per interventi nel territorio pontolliese: se sarai eletto, quale è l'obiettivo della tua lista in merito alla percentuale (da calcolare dal 2016) di spese sul territorio pontolliese riferite al totale delle bollette pagate dai pontolliesi?
• nel 2017 la percentuale di raccolta differenziata è stata del 62,6%: se sarai eletto, quale è l'obiettivo di raccolta differenziata della tua lista? (Podenzano già oggi è all'87%)
• nel 2017 la quantità pro capite di rifiuto indifferenziato mandato all'inceneritore/discarica è stata di 230 kg/ab: se sarai eletto, quale è l'obiettivo della tua lista in merito alla produzione pro capite di rifiuti indifferenziati? (Podenzano già oggi è a 97 kg/ab)
• al 31/12/2018 i residenti a Ponte erano 4727: se sarai eletto, quale è il numero di residenti al di sopra del quale considererai raggiunto l'obiettivo del tuo mandato amministrativo?
• entro il 2020, data limite prevista dalla Legge Regionale 16/2015, attiverai la tariffazione puntuale dei rifiuti (che ha come conseguenza anche la riduzione delle tariffe TARI)?
• organizzerai la pesatura dei rifiuti conferiti sulla pesa comunale prima che siano trasferiti presso il gestore (tara/lordo) (oggi pesa il gestore senza alcun controllo da parte dell’Amministrazione comunale)?
• imporrai per regolamento l’utilizzo di stoviglie riutilizzabili o biodegradabili nelle manifestazioni, sia che si svolgano su suolo pubblico, sia che si svolgano su suolo privato?
• avvierai una massiccia campagna informativa in tutti gli ambiti, da quelli domestici a quelli lavorativi, volta a: ridurre la produzione di rifiuti, aumentare la quota di rifiuto differenziato, promuovere il recupero ed il riutilizzo?
• ti impegni ad avviare la "riutilizzeria", un servizio per il recupero e la riparazione dei materiali e dei prodotti ancora utili?
• ti impegni ad una costante, fattiva e consapevole partecipazione in prima persona alle riunioni ATERSIR (luogo dove vengono deliberati i piani di investimento e le tariffe del servizio rifiuti)?
• quale è la tua posizione, chiara e netta, relativamente alla proposta di diga nel Nure?
• ridefinirai i rapporti con il Consorzio di Bonifica pretendendo investimenti sul territorio congrui con la tassazione imposta al territorio?
• ti farai capofila di un’azione nei confronti del Consorzio di Bonifica pretendendo che ogni bolletta contenga la descrizione dettagliata del beneficio che la singola utenza ha ricevuto grazie agli interventi del Consorzio?
• pubblicherai annualmente la quantità di acqua prelevata dai pozzi e dall’acquedotto Valnure (con contatori accessibili al personale del Comune) e dei quantitativi ceduti alla rete a servizio di altri territori (con contatori accessibili al personale del Comune) e dei consumi fatturati alle utenze?
• ti spenderai in prima persona per ottenere la manutenzione straordinaria dell’acquedotto al fine di minimizzare drasticamente le perdite?
• installerai una casetta dell’acqua pubblica gratuita?
• rinegoziarai con AUSL i punti di prelievo e la numerosità delle analisi dell’acqua dell’acquedotto (sia analisi interne che analisi esterne)?
• perseguirai la chiusura dell’ente Acquedotto ValNure?
• ti impegni ad una costante, fattiva e consapevole partecipazione in prima persona alle riunioni ATERSIR (luogo dove vengono deliberati i piani di investimento e le tariffe dell’acqua)?
• ti impegni a preservare l'unicità della Comunità pontolliese e quindi a non avallare, non avviare, e a contrastare eventuali percorsi di fusione?
• quali sono le tue intenzioni relativamente allo sviluppo della cosiddetta “Area interna”?
• quali sono le tue intenzioni relativamente allo sviluppo della “Unione Montana Alta Val Nure”?
• perseguirai la catalogazione del nostro Comune (che fa parte di una Unione Montana) come Comune montano?
• quale è la tua posizione in merito al ripristino ambientale della Concessione cava di “Albarola” in scadenza a luglio 2020?
• ritieni opportuno deliberare incentivi di riduzione della tassazione locale per incentivare ampliamenti e nuovi insediamenti imprenditoriali?
• quali “idee” hai relativamente all’area ex TEVI?
• come intendi utilizzare i locali dell’ex sede comunale (che si libereranno quando sarà terminata la ristrutturazione delle ex-fornaci)?
• sei intenzionato ad avviare una collaborazione con uno o più “comuni” europei per poter beneficiare dello scambio socio culturale a beneficio sia dei cittadini pontolliesi sia delle piccole imprese pontolliesi?
• ti impegni a partecipare con costanza e determinazione a tutti i "tavoli" che possono impattare sulla vita della comunità pontolliese: Unione, ATERSIR, Distretto, Demanio, AUSL, Autorità di Bacino, Consorzio di Bonifica, Area Interna, Trasporti pubblici, Provincia, Regione, ecc.?
• ti impegni ad istituire la giornata della trasparenza?
• pubblicherai sul web la registrazone video di ogni evento istituzionale pubblico che si terrà nella sala consigliare?
• rivedrai i contenuti e l’organizzazione del sito web comunale rendendolo più funzionale?
• ti impegni ad avviare un percorso partecipato in occasione dell’introduzione di nuovi regolamenti e per ogni modifica sostanziale ai regolamenti esistenti?
• ti impegni a non perseguire investimenti che non abbiano un alto grado di copertura dei futuri costi di gestione e manutenzione al fine di evitare l’aumento della pressione fiscale (già amplificata dalla riduzione dei residenti)?
• quali azioni intendi mettere in atto, in termini di decoro, ordine e pulizia "specialmente nel centro storico biglietto da visita per i visitatori e una splendida vetrina per gli esercenti, oltre che un luogo di ritrovo accogliente per tutti i pontolliesi"?
• pretenderai particolare cura nella manutenzione e nella pulizia dei giardini pubblici stante la presenza di bambini?
• cosa farai per migliorare il decoro delle isole ecologiche?
• per individuare chi non rispetta le regole di convivenza civile adotterai le fototrappole mobili?
• cosa farai per migliorare il decoro dei cimiteri?
• per la valenza civica che ha, restaurerai il monumento ai caduti?
• realizzerai un’area per sgambamento cani e, per rispetto degli animali e dell'ambiente (stante la ricaduta sul terreno di metalli pesanti) vieterai i botti (spettacoli pirotecnici) durante tutto l’anno?
• adotterai una "app" per segnalare anomalie e necessità di manutenzioni con presa in carico e stato d’avanzamento visibile a tutti?
• istituirai la "giornata ecologica"?
• completerai la "Circonvallazione Est" (tracciato ex-Sift) oppure la procrastinerai a tempi migliori?
• ritieni di effettuare modifiche alla viabilità del capoluogo ed in particolare quale è la tua posizione relativamente ai “dissuasori di sosta” installati lungo via Veneto?
• ti impegni a contrastare con determinazione il fenomeno di grave inciviltà rappresentato dall’utilizzo improprio degli spazi di sosta destinati ai cittadini con disabilità?
• ti impegni a promuovere l’accessibilità in sicurezza per tutti (anziani, bambini, diversamente abili) ai servizi, agli esercizi pubblici, ai luoghi di ritrovo?
• ti impegni a realizzare o semplicemente a delimitare percorsi ciclopedonali sicuri e funzionali, soprattutto nelle aree situate lungo il corso del torrente Nure?
• renderai fruibile l’area verde attorno al centro sportivo?
• ti impegni con determinazione a recuperare i crediti verso coloro che, avendo reddito sufficiente, non pagano i tributi comunali?
• ti impegni ad individuare i falsi residenti prima casa (analisi a tappeto dei consumi di: luce acqua gas) che, evadendo l'IMU, inducono un aumento di tassazione locale sui cittadini onesti?
• ti impegni a collaborare con l’Agenzia delle Entrate per il recupero dell’evasione fiscale locale?
• ti impegni a pubblicare, ogni fine anno: una relazione sui disagi sociali (minori, giovani, famiglie, ecc.); una relazione sulla sicurezza (delitti, reati, multe, ecc.); una relazione relativamente allo stato di conservazione e di sicurezza di ogni edificio pubblico e di ogni struttura pubblica (ponti, strade, acquedotti, ecc.) presenti nel territorio comunale?
• ti impegni a sensibilizzare i cittadini a devolvere il loro 5x1000 al comune?
• cosa intendi fare per favorire i pontolliesi a ri-mettere a reddito le centinaia di unità abitative sfitte?
• ti impegni ad attuare una "capillare campagna di informazione sulle soluzioni di natura fiscale che interessano il tema della riqualificazione degli edifici ed anche le semplificazioni dell'iter in modo tale da incentivare i privati ad avviare ristrutturazione, recupero e riqualificazione dei fabbricati esistenti, sia in centro storico che nelle aree rurali"?
• ti impegni ad aprire "un punto informativo per supportare il punto precedente cercando di restituire alla sede municipale un ruolo di indirizzo e assistenza anche in questo settore"?
• ti impegni a "sviluppare e diffondere i cosiddetti Gruppi d'Acquisto, già sperimentati da alcuni Comuni per agevolare economicamente l'acquisto da parte di privati di impianti funzionali all’efficientamento energetico"?
• ti impegni a stilare i bilanci annuali con il vincolo di non aumentare la pressione fiscale locale e l’obiettivo di ridurla?
• cosa intendi fare per migliorare l’assistenza socio-sanitaria alle persone sole, anziane, malate, in particolare se residenti nelle frazioni?
• quali azioni metterai in atto per contenere e contrastare la povertà e il disagio?
• ti impegni ad introdurre il cosiddetto “Baratto amministrativo” definendo i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi da parte di cittadini in comprovata difficoltà economica, quale contropartita al versamento dei tributi locali?
• ti impegni a far nascere un sistema di mutuo soccorso indipendente dalle organizzazioni religiose (siano esse cattoliche, protestanti, islamiche, ortodosse, ecc.)?
• intendi riservare particolare attenzione ai percorsi di educazione alimentare, rivolte a tutte le classi di età in collaborazione con tutti gli attori coinvolti (scuola, famiglie, associazioni, Comune)?
• cosa intendi fare per incentivare/obbligare i cittadini inadempienti a rimuovere l’amianto che ancora si trova sui tetti di alcuni edifici pontolliesi?
• metterai in atto una incisiva e costante campagna di informazione relativamente ai danni alla salute, sociali, economici causati dal gioco d’azzardo? (attualmente sono sette i cittadini in carico al SERT: la punta dell’iceberg).
• ti impegni a creare un ambiente adatto all'educazione dei minori coinvolgendo i soggetti la cui attività riguarda prevalentemente i ragazzi (scuola, società sportive, associazioni, ecc.)?
• riavvierai l'esperienza del Consiglio Comunale dei Ragazzi (permettendo alle nuove generazioni di conoscere fin da piccoli i valori e i principi più importanti del nostro assetto istituzionale).
• ti impegni a realizzare lo sportello giovani?
• ti impegni a far nascere una sede didattica legata all'Appennino ed alle tematiche agro-forestali, considerando che le attività che gravitano intorno alla formazione professionale sono opportunità che creano indotto sul territorio?
• sei favorevole o contrario al cosiddetto “surrogariato”, cioè allo sfruttamento di lavoratori (pseudo volontari) sotto pagati, per compiere lavori (es. spazzamento strade e mercati, svuotatura cestini rifiuti, pulizia spazi pubblici, ecc.) che dovrebbero essere svolti da lavoratori regolarmente assunti a tempo indeterminato?
• sei favorevole o contrario ad assumere operai comunali al fine di ridurre le attività operative appaltate a operatori terzi?
• ti impegni a rivedere l’organizzazione degli uffici comunali al fine di riportare all’interno attività d’ufficio che oggi sono appaltate a operatori terzi?
• individuerai, all’interno degli uffici comunali o all’interno dell’Unione AltaValnure, un soggetto specializzato a cui affidare il supporto organizzativo per l'espletamento delle pratiche e delle procedure a servizio delle associazioni senza scopo di lucro?
• approverai in Consiglio comunale il PAESC che comporta l’impegno di ridurre del 40% il gas serra emesso a Ponte entro il 2030 (e di conseguenza aggiornerai l’illuminazione pubblica trasformandola a LED e introducendo sistemi di governo da remoto)?
• ti impegni a installare un piccolo pannello fotovoltaico in ogni cimitero al fine di alimentare a costo zero le luci votive e quindi a non far più pagare alcun costo al cittadino per l’illuminazione votiva? O almeno: quando confezionerai il bando per la gestione dell’illuminazione votiva farai in modo che possano partecipare anche le imprese e le cooperative locali?
• introdurrai un regolamento che preveda il graduale allontanamento dei ripetitori radio ad almeno 500mt dalle abitazioni?
• prima di essere travolti dalla proliferazione dei futuri ripetitori 5G, intendi adottare un apposito stringente regolamento comunale?
• istituirai, con la collaborazione dei medici di base, il registro comunale dei tumori?


 👓 Leggi tutto...  
                         

Pontolliesi meritevoli

26/04/19 Ippocrate

Dopo il riconoscimento avuto due settimane fa dall'Ordine dei Medici per i 50 anni dalla laurea, la bella intervista di oggi su "Libertà" (interessante sia dal punto di vista professionale che da quello umano). Complimenti al dott. Giovanni Pilla dalla comunità di Ponte che ha avuto la fortuna di averlo al proprio servizio per tanti anni. Non solo come medico condotto, ma anche come storico...


 👓 Leggi tutto...  
                         

Elezioni Amministrative 2019 - Programma lista Roberto Spinola

26/04/19 Marino

29133candidati2019spinola 29133candidati2019spinolaLa lista dei candidati al Consiglio Comunale e la collegata candidatura alla carica di Sindaco espongono il proprio programma amministrativo per il quinquennio di carica degli organi del Comune di Pontedell’Olio.
LAVORI PUBBLICI
- Completamento palazzetto dello sport
- Efficientamento impianti di illuminazione pubblica con lampade a LED
- Piscina comunale (posta nel polo sportivo del territorio comunale)
- Realizzazione strada di collegamento Via S. Bono - Via G. Bionda
- Asfaltature delle strade comunali in degrado
- Manutenzione ordinaria e straordinaria cimiteri di Sarmata e Veggiola
- Installazione nuovi giochi bimbi nelle aree verdi
- Manutenzione straordinaria Centro Sportivo Cementirossi
- Realizzazione pista polivalente per pattinaggio a rotelle e/o da ballo
URBANISTICA
- Completamento iter dello strumento urbanistico (P.S.C.)
- Sostenere la ristrutturazione del patrimonio edilizio esistente tramite incentivi, per evitare spreco di nuovo terreno
- Prevenire e/o intervenire nei siti di dissesto idrogeologico
AMBIENTE
- Tariffa puntuale del servizio di raccolta dei rifiuti
- Manutenzioni aree verdi
- Convenzione con A.R.P.A.E. per periodici controlli ambientali
- Controllo periodico dell'esecuzione del Piano tecnico di discariche Cà del Montano
SICUREZZA
- Massima collaborazione con la locale stazione dei Carabinieri
- Ampliamento rete di video sorveglianza
- Installazione barriere di protezione(guardrail) lungo alcune strade in criticità
- Verifica condizionidi staticità del nostro ponte stradale
- Massima condivisione e collaborazione con i “gruppi di vicinato”
SPORT / TURISMO / TEMPO LIBERO
- Massima collaborazione e sostegno a tutte le associazioni di volontariato operanti nei settori sportivo - ricreativo e sociale
- Promozione turistica e del suo indotto economico, attraverso la valorizzazione dei beni naturalistici, enogastronomici e storico-architettonici
CULTURA
- Visto che il tanto citato PIL misura tutto, eccetto ciò che rende la vita degna di essere vissuta, noi allora e viceversa intendiamo riservare larghi spazi alla promozione e allo sviluppo della cultura, fatta di scienza, di coscienza e di conoscenza
- Costruire forme di aggregazione sociale intorno a contenuti culturali
- Valorizzare la biblioteca come fulcro con una apertura anche a contenuti musicali, linguistici e informatici
- Creare momenti per avviare i giovani che hanno vocazione alla cultura amministrativa, preparandoli in maniera apartitica ad essere i pubblici amministratori del futuro
COMMERCIO
Le iniziative da intraprendere per dare impulso al commercio sono, a nostro parere:
- Animare il cuore del paese sia con la cicliche manifestazioni annuali, che con eventi a tema sia per creare momenti di svago e spensieratezza, sia per mettere in mostra i nostri esercizi commerciali, i pubblici esercizi ed il nostro patrimonio enogastronomico
- AI fine di concretizzare quanto sopra ci attiveremo per sensibilizzare le realtà locali per creare le condizioni per la costituzione della “Proloco”
SERVIZI SOCIALI
- Assicurare la funzionalità del servizio di assistenza domiciliare garantendo sostegno adeguato alle esigenze dell'assistito
- Consolidamento del servizio di sportello sociale dedicato all'ascolto ed all'orientamento dell'utenza
- Difesa e garanzia del diritto all'integrazione sociale e lavorativa dei disabili
SANITA’ / SALUTE
E’ la salute il bene più grande, prezioso e insostituibile; risultato anche di equilibrio psicofisico, fatto di informazioni, di sane abitudini, di pensieri positivi.
- Dettagliata ed esauriente informazione alla cittadinanza in ordine al grado di pericolosità dell'amianto, posto su tetti e pertinenze, per la salute pubblica
- Promozione convegni e campagne di informazione sugli stili di vita e la prevenzione e la diagnosi precoce delle patologie più diffuse, oggetto di monitoraggio periodico da parte dell'AUSL.
- Collaborazione, a tutto tondo, con la Pubblica Assistenza Valnure e le altre associazioni di volontariato valorizzandone le funzioni e l'operato
- Reperire le risorse economiche per consentire alla Pubblica Assistenza Valnure di riattivare il servizio (molto apprezzato) di Guardia Medica, specializzata in emergenza-urgenza nei giorni prefestivi e festivi.
--------------
Questo elenco di opere, di interventi e di iniziative rappresenta le esigenze prioritarie del nostro paese. La realizzazione, ovviamente, è subordinata al reperimento delle risorse economico-finanziarie tramite il bilancio comunale, bandi regionali, statali e della Comunità Europea.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Elezioni Amministrative 2019 - Programma lista Alessandro Chiesa

26/04/19 Marino

28970candidati2019chiesa 28970candidati2019chiesaPROGRAMMA AMMINISTRATIVO
“PONTOLLIESI PER PONTE CHIESA SINDACO”

1. Sociale / Volontariato / Istruzione / Cultura / Partecipazione
2. Sicurezza / Salute
3. Territorio / Ambiente / Urbanistica / Opere pubbliche
4. Sviluppo economico / Commercio / Bilancio
5. Sport / tempo libero
PREMESSA
Quella che originariamente appariva come una crisi economica, con il trascorrere del tempo ha assunto caratteri sempre più strutturali, imponendo a famiglie, imprese e cittadini di rimodulare il
proprio stile di vita. Anche gli Enti Locali, e in special modo i comuni con meno di 5.000 abitanti, sono stati coinvolti in questo processo di stagnazione economica. 
A ben vedere, tuttavia, non si tratta solo di una crisi economica ma una vera e propria frattura sociale e culturale che coinvolge il nostro modo di essere, di vivere. Questo è il quadro socio-economico in cui ci apprestiamo ad affrontare l’imminente campagna elettorale per l’elezione del Sindaco di Ponte dell’Olio, forti dell’esperienza già maturata da molti noi fra i banchi del Consiglio comunale ed in importanti segmenti della società civile: dalla famiglia, all’impresa, passando per il terzo settore. 
Ovviamente, come in ogni momento di crisi e difficoltà, anche le risorse economiche a disposizione degli Amministratori pubblici sono inferiori rispetto all’epoca pre-crisi.
Ciò impone, a maggior ragione, l’individuazione di persone capaci e dotate di un forte senso etico, in grado di individuare e perseguire politiche coerenti con i bisogni della gente quindi concrete e realizzabili. 
Non è certo il caso di promettere l’”eldorado” quanto piuttosto di impegnare tutte le risorse umane ed economiche alla conservazione di quanto di buono e funzionante già esiste sul nostro territorio ed introdurre nuove forme di tutela per i soggetti più deboli: giovani famiglie e anziani.
La nostra non è una semplice “lista” di persone ma un vero e proprio movimento il cui principale obiettivo è quello di contenere la pressione fiscale locale, aumentare la sicurezza, conservare le tradizioni socio-economiche di Ponte dell’Olio e valorizzare l’ambiente in cui viviamo, sotto ogni punto di vista.
Crediamo fortemente nella partecipazione e nel lavoro di squadra: il Sindaco è una figura istituzionale riconoscibile, ma non deve essere centro di potere e concentrazione di ruoli.
Attorno alla figura del nostro candidato, si sono radunate le migliori energie del paese, ponendo come unico requisito il senso civico e l’amore per la nostra municipalità.
Al fine di dare un segno di discontinuità rispetto alla situazione attuale, riteniamo di nominare la figura del Presidente del Consiglio Comunale, che sia garante di una democratica gestione dell’assemblea e quindi tenuta distinta da quella del Sindaco.
Ciò posto, il nostro programma elettorale vuole contraddistinguersi per concretezza e
ragionevolezza. Le consuete “liste dei desideri” irrealizzabili offerte dalle compagini politiche in occasione delle campagne elettorali sono offensive per l’intelligenza dei nostri concittadini.
Abbiamo quindi individuato alcuni punti nevralgici di quella che sarà la nostra azione di governo, di seguito meglio articolati:
1. Sociale / Volontariato / Istruzione / Cultura / Partecipazione
2. Sicurezza / Salute
3. Territorio / Ambiente / Urbanistica / Opere pubbliche
4. Sviluppo economico / Commercio / Bilancio
5. Sport / tempo libero
 
1. SOCIALE, ISTRUZIONE, CULTURA E VOLONTARIATO
Sociale e Volontariato
Il sociale è il settore più importante di ogni società, in grado di misurare il grado di civiltà di una comunità.
Partendo da tale premessa, il nostro movimento politico-culturale potenzierà i servizi alla “persona” rivolti ai cittadini. Dedicando particolare attenzione agli anziani e ai giovani che rappresentano, rispettivamente, le nostre radici e il nostro futuro.
Il venir meno della famiglia tradizionale ed il mutare della struttura sociale della nostra comunità, sta esponendo sempre più le fasce più deboli a concreti rischi per la loro salute e incolumità. A tal fine si renderà necessario – d’intesa con gli altri Enti facenti parte dell’Unione ed i comuni limitrofi – potenziare l’attività di monitoraggio e segnalazione dei Servizi Sociali territoriali, valorizzando al contempo la collaborazione con la rete AUSL.
Concreti esempi di politiche per gli anziani che porteremo avanti sono:
• Realizzazione di un centro diurno per anziani onde consentire alle famiglie la possibilità di sapere i propri cari adeguatamente seguiti, evitando al contempo gli ingenti esborsi che diversamente sarebbero dovuti per l’assunzione di un’assistente domiciliare;
• Implementare il servizio di trasporto di anziani e disabili da e per il capoluogo onde
consentire ai predetti di programmare le più importanti commissioni ed esigenze personali. Il sociale è poi intimamente collegato con il mondo del volontariato.
Il nostro obiettivo è inoltre quello di sostenere l’intraprendenza dei volontari della Pubblica Assistenza Valnure, che offrono un servizio importantissimo per la comunità pontolliese e per tutta la media Valnure.
Siamo convinti della necessità di riattivare a Ponte dell’Olio un servizio di guardia medica. A tal fine abbiamo già avviato contatti con alcuni medici e con esponenti dei comuni limitrofi. La sede della Pubblica Assistenza Valnure, infatti, potrebbe ospitare il servizio di cui sopra, garantendo così un importante beneficio alla cittadinanza pontolliese e, indirettamente, a tutta la Valnure.  
Il “terzo settore” rende Ponte dell’Olio riconoscibile in tutta la provincia. Il Comune dovrà quindi essere il primo alleato di quelle associazioni e/o gruppi di volontari che ogni giorno si adoperano per gli altri. Oltre alla Pubblica Assistenza Valnure, infatti, tante altre solide realtà ci rendono fieri del loro operato: il Gruppo Bandistico Pontolliese, la locale sezione AVIS, la locale sezione Alpini, la ASD Pontolliese Gazzola, ecc.
Istruzione e cultura
Come premesso, il Comune deve porre massima attenzione all’istruzione dei giovani, i quali rappresentano il futuro del paese.
Ciò impone anzitutto di verificare e monitorare tutti gli standard relativi alla sicurezza degli edifici scolastici e la loro corrispondenza alla domanda di istruzione del nostro paese. 
Prendendo atto delle scelte politiche attuate dall’Amministrazione uscente in tema di ristrutturazione e adeguamento sismico della Scuola A. Vaccari, si renderà necessario rivedere l’offerta scolastica e le sue modalità di erogazione.
La scuola, infatti, non rappresenta solo il centro di formazione dei nostri figli, ma un vero e proprio ausilio per le famiglie – specialmente quelle in cui entrambi i genitori lavorano – che devono poter contare su un’offerta educativa a tempo pieno, tale da consentire loro di mantenere il posto di lavoro e sapere i propri figli al sicuro, nel luogo deputato alla loro formazione e crescita civica.
In quest’ottica sarà migliorato ulteriormente anche il servizio di dopo scuola. 
Non v’è dubbio, infatti, che per poter tornare ad essere attrattivi per le giovani famiglie, è necessario creare condizioni di vita adeguate che passano, anche, da quanto sopra descritto.  
Il nostro impegno sarà massimo nel monitorare costantemente il servizio di trasporto da e per le istituzioni scolastiche per gli studenti che non possono raggiungere la scuola mediante il servizio “pedibus”. 
Riscontrando l’intimo collegamento tra disponibilità del libero accesso a internet e grado di sviluppo della personalità, sarà nostra priorità implementare l’accessibilità alla rete anche nelle frazioni, monitorando le possibilità di conseguire contributi e/o finanziamenti in tal senso da parte di enti privati e pubblici. D’intesa con le fasce più produttive del nostro territorio, saranno introdotte borse di studio finalizzate a premiare gli studenti più meritevoli che si sono contraddistinti per l’impegno profuso ed i risultati conseguiti in certe aree tematiche che di volta in volta saranno individuate. Ciò al fine di far emergere e sostenere le migliori risorse del nostro Paese. 
Partecipazione
Partecipazione impone coraggio: il coraggio di aprirsi alla comunità pontolliese per condividere bisogni, risorse e soluzioni poiché una comunità è forte solo se coesa e la coesione passa necessariamente dalla partecipazione dei singoli alla vita pubblica. 
Crediamo fortemente nella partecipazione dei privati nell’iter formativo delle decisioni
amministrative nonché il coinvolgimento delle associazioni più radicate sul territorio. 
In quest’ottica assicureremo ai nostri concittadini il raggiungimento di questi obiettivi, a costo 0 in termine di impegno di spesa ma dall’alto ritorno in termine di adesione al procedimento decisionale e alla vita pubblica di Ponte dell’Olio e segnatamente:
• Nomina del Presidente del Consiglio comunale in una persona diversa dal Sindaco, tale da assicurare il rispetto del ruolo delle minoranze;
• Rendere più frequente ed agevole l’incontro fra amministratori grazie ad una costante
presenza del Sindaco e dei suoi più stretti collaboratori;
• Introdurre la trasmissione in streaming delle sedute del Consiglio comunale;
• Introduzione del consiglio comunale dei ragazzi delle scuole elementari e medie;
• Favorire la creazione di obbligatori corsi di eduzione civica nell’ambito del contesto
scolastico;
• Istituzione di corsi di formazione politica amministrativa mediante il coinvolgimento di professionisti ed accademici per consolidare la preparazione civica dei nostri giovani e
renderli così più preparati e protagonisti nella nostra società.
2. SICUREZZA E SALUTE
Il Sindaco è autorità sanitaria e di pubblica sicurezza. 
Non v’è quindi dubbio che in tale settore un’amministrazione pubblica efficiente debba saper offrire risposte efficaci al crescente bisogno più volte segnalato dai cittadini. 
Sicurezza
Infatti se, da un lato, la crisi economica rende gravosa la situazione per imprese e famiglie, dall’altro lato, ciò non può essere la giustificazione per rendere lecite attività criminali.
L’aumento vertiginoso dei furti in abitazione è una piaga insostenibile. Il Comune, guidato dal Sindaco, dovrà rendersi garante – come per Legge gli compete – della sicurezza della cittadinanza.
Sono svariate le misure adottabili dal Comune per combattere la micro-criminalità:
• Potenziamento della rete di sorveglianza mediante telecamere “intelligenti” nei luoghi sensibili del paese per rilevare le targhe dei veicoli transitanti, e la stipulazione di
convenzioni con istituti privati di vigilanza;
• D’intesa con le Forze dell’Ordine, e nel rispetto della normativa sulla Privacy, collegare i vari strumenti di ripresa già esistenti sul territorio onde assicurare un più capillare controllo del territorio;
• Informazione ai singoli per implementare la rete di sorveglianza attiva da parte della
cittadinanza, al fine di segnalare anomalie alle forze dell’ordine;
• Opera di educazione del rispetto della legalità e del diritto, alla sensibilizzazione del rispetto della cosa pubblica;
• Repressione di ogni fenomeno di abusivismo e accattonaggio;
• Sinergie sistematiche ed organizzate con i comuni limitrofi.   
Tutto quanto sopra senza però dimenticare, dal nostro punto di vista, che sicurezza significa anche adeguata manutenzione delle strade in occasioni di gelo e neve, nonché scrupolosa predisposizione dell’illuminazione pubblica nelle zone scarsamente popolate come ad esempio in alcune frazioni, valutando l’opportunità di introdurre, analogamente ad altre municipalità della nostra Regione, progetti di “smart city”.
Le attuali politiche in materia di migrazione hanno consentito una riduzione del problema legato ai profughi e all’attività – talvolta opaca – prestata da certi enti che verosimilmente lucrano sull’attuale sistema di accoglienza ed ospitalità. Anche Ponte dell’Olio negli ultimi anni è stata interessata da questo fenomeno, sul quale alcuni nostri rappresentanti in Consiglio comunale si sono concretamente spesi per cercare di contenere il rischio di una frattura sociale nel nostro Paese. A tal riguardo, nei limiti delle proprie competenze, il Sindaco potrà svolgere importanti iniziative volte a contenere l’arrivo incontrollato e non programmato di numerosi migranti:
• predisposizione di una sistematica attività di integrazione mediante forme di lavoro non retribuito a vantaggio della comunità;
• introduzione di disincentivi fiscali per le cooperative dedite al business dell’accoglienza;
• implementazione dei controlli sanitari demandati alla Polizia Locale negli edifici concessi in locazione alle associazioni ospitanti i migranti.
Salute
Rispetto alla salute dei cittadini (art. 32 Cost.) siamo fermamente convinti che sia necessario investire quanto necessario per riattivare a Ponte dell’Olio un servizio di continuità assistenziale (c.d. Guardia Medica) che consenta di poter contare anche nel fine settimana e nei giorni festivi su di un concreto supporto per le emergenze. Tale progetto a nostro avviso, come già anticipato sopra, può essere avviato con una delle più virtuose manifestazioni di volontariato organizzato ovvero la Pubblica Assistenza Valnure. 
In tale progettualità – è per noi evidente – dovranno essere coinvolte anche le più vicine municipalità fra cui indubbiamente Vigolzone. Solo la sinergia fra Enti locali e fra questi e le associazioni più virtuose, infatti, sarà possibile per comuni come i nostri preservare livelli di qualità di vita degni della nostra storia civica. 
3. TERRITORIO, AMBIENTE, URBANISTICA E OPERE PUBBLICHE
La principale ricchezza che un paese come Ponte dell’Olio può offrire ai propri cittadini è la miglior qualità di vita possibile, la quale risente, evidentemente, della bellezza paesaggistica e ambientale del Paese stesso. Porre al centro del programma amministrativo la tutela dell’ambiente e del territorio, di conseguenza, non significa combattere una battaglia ideologica ma, al contrario, perseguirne una di civiltà che passa, anche, per concrete attività idonee ad accrescere l’autostima nei cittadini di Ponte dell’Olio e generare un percorso virtuoso che non potrà che aumentare il senso di appartenenza alla nostra municipalità.
Visto lo stato attuale in cui si trova il Comune è indispensabile intervenire urgentemente con opere di manutenzione ordinaria che si traducono, in definitiva, in maggior decoro urbano, igiene e sicurezza.
Come noto, inoltre, il nostro territorio è in buona parte collinare ed esposto al dissesto idrogeologico. Ciò tuttavia non è determinato solo dal mutamento delle condizioni meteo ma anche, e soprattutto, da un’inadeguata opera di prevenzione. Nel corso degli ultimi cinque anni, grazie all’attività di sensibilizzazione di alcuni nostri rappresentanti, sono stati adottati importanti strumenti preventivi che tuttavia devono essere concretamente attuati. In tutti i campi, come noto, l’attività di prevenzione richiede una particolare sensibilità e lungimiranza che, nel medio-lungo periodo, consente di contenere rischi per la sicurezza dei cittadini e i costi di manutenzione straordinaria.
Certamente non secondario a quanto testé descritto, è la cura del decoro urbano che significa considerare la dimensione estetica e la bellezza come fattore di attrazione e come un valore per esaltare la qualità del paesaggio. La politica della nostra squadra sarà di favorire il completamento delle lottizzazioni già in essere, il recupero del patrimonio edilizio esistente senza dare attuazione a nuove aree edificabili e conseguente consumo di suolo. 
In tale contesto sarà determinante il completamento della viabilità interna (ex SIFT tratto via San Bono – via Bionda e via Pugnetti – SP654) che consentirà di alleggerire il traffico sulla strada provinciale con evidenti ritorni in termini di sicurezza, riduzione del flusso veicolare e azzeramento del degrado nella zona in questione.
Lungo questo filone, istituiremo il premio “rione dell’anno” con il quale una commissione popolare appositamente istituita premierà la zona più curata del nostro territorio onde creare una virtuosa competizione fra i cittadini ed un sempre maggior livello di autostima degli stessi, con un ritorno positivo ed educativo per l’intero paese. 
Da ultimo si evidenzia sicurezza significa anche adeguata manutenzione delle strade in occasioni di gelo e neve, nonché scrupolosa predisposizione dell’illuminazione pubblica nelle zone scarsamente popolate come ad esempio in alcune frazioni. 
Il nostro patrimonio politico-culturale ci impone infatti di conservare i traguardi in termini di infrastrutture conseguiti dai nostri nonni. Specialmente chi è cresciuto in campagna e nelle frazioni conosce l’importanza di poter contare su una rete stradale adeguatamente manutenuta ed asfaltata. 
 4 BILANCIO, SVILUPPO ECONOMICO, COMMERCIO E PROMOZIONE LOCALE
Bilancio
Compatibilmente con i vincoli imposti dal Patto di Stabilità, intendiamo mettere in atto politiche di bilancio che evitino aumento della tassazione con un’oculata gestione della parte corrente, che deve garantire il pareggio contabile.
Relativamente alla necessità di nuovi investimenti (impianto di illuminazione, palazzetto dello sport, piscina comunale, ecc.), si cercherà di proporre agli Enti sovra-ordinati, oltre ad un allentamento del patto di Stabilità, la rinegoziazione dei mutui più corposi, ad interessi inferiori e a contributi in conto interessi, per creare spazio a nuovi finanziamenti senza appesantire in modo rilevante il bilancio corrente, evitando in tal maniera, come già precedentemente ribadito, l’aumento della tassazione locale che invece ha caratterizzato le precedenti amministrazioni (Spinola e Copelli).
La riduzione del carico fiscale passa inevitabilmente anche attraverso la verifica, da parte del Comune, dell’operato degli Enti fornitori. In altre parole, il Comune non deve limitarsi a svolgere il ruolo di mero “passacarte” ma perorare gli interessi dei cittadini nelle competenti sedi onde conseguire tariffe relative ai servizi di smaltimento rifiuti e servizio idrico. 
Parimenti, il Comune dovrà verificare la coerenza di quanto imposto attualmente dal Consorzio di Bonifica e le opere da questo messe in atto a vantaggio degli obbligati. 
E' inoltre nostra intenzione, puntando sulle possibili sinergie tra pubblico e privato, valutare la possibilità di ricorrere allo strumento della cosiddetta “finanza di progetto” per la realizzazione, la riqualificazione o il completamento delle opere strategiche per il paese (es. illuminazione pubblica a led).
Per quanto concerne la politica tributaria, il nostro movimento s’impegnerà a non aumentare ulteriormente il prelievo fiscale a carico dei cittadini, già aumentata dalle precedenti Amministrazioni.
Sviluppo economico e Commercio
In un contesto economico nazionale in cui i segnali di ripresa si mostrano ancora molto deboli, l’abilità imprenditoriale degli artigiani e dei commercianti pontolliesi ha consentito al nostro Paese, pur con tutte le difficoltà del caso e nonostante le mancanze della politica locale, di conservare comunque un tessuto socio-economico di livello sul quale poter gettare le basi per il rilancio di Ponte Dell'Olio. Il Comune non può e non deve abbandonare l’intraprendenza dei singoli – come fatto negli ultimi anni – ma deve stimolare il gioco di squadra e la partecipazione di tutta la cittadinanza, operando anche da mediatore con le varie istituzioni coinvolte (Unione dei Comuni, Regione, ecc.) e adempiendo tempestivamente alle proprie obbligazioni.
In questa prospettiva riteniamo doveroso differenziare le aliquote dovute per le imposte locali in base al contributo socio-culturale offerto dalle varie realtà imprenditoriali, commerciali e artigianali. 
A tal proposito abbiamo già verificato la fattibilità tecnica di prevedere aliquote IMU e TARI differenziate per le grosse catene (tradizionalmente tutelate da tutte le precedenti amministrazioni) e le attività a conduzione famigliare, vera anima del nostro Paese. 
Promozione locale
Il nostro territorio, che è caratterizzato dalla presenza di prodotti storicamente rinomati e apprezzati anche al di fuori dei confini provinciali, deve essere adeguatamente promosso e pubblicizzato.  Si pensi, ad esempio, alla Fiera della Pancetta e alla Fiera di San Rocco, che da diversi anni attraggono centinaia di turisti a visitare Ponte dell’Olio, oppure alle cantine di produttori vitivinicoli o ai salumifici che realizzano – nell’ambito di realtà spesso a conduzione famigliare – prelibatezze enogastronomiche amate e ricercate a livello nazionale.
Il Comune, in tale attività, deve necessariamente svolgere un ruolo centrale, diffondendo quanto più possibile la conoscenza, l'immagine e la storia delle nostre eccellenze locali.
Occorre infine rilevare la mancanza di una realtà associativa, indipendente dalle dinamiche politicoamministrative, che caratterizza ogni comune della provincia e che, alla pari delle altre parti sociali, andrebbe a ricoprire un ruolo fondamentale in quella prospettiva di sviluppo locale che tutti dobbiamo porci come obiettivo per Ponte Dell'Olio. 
La naturale vocazione di Ponte dell’Olio dovrebbe essere la promozione delle sue bellezze paesaggistiche ed ambientali. Sulla base di tale premessa, gestiremo il territorio comunale sulla scorta dei criteri fissati dalla ISO 14001. Gli enti comunali infatti sono fra i soggetti che più di ogni altro possono avvantaggiarsi da questo metodo in quanto:
• il Comune razionalizza la spesa pubblica ed attua una gestione puntuale del territorio;
• I turisti godranno di un paese con un’elevata qualità ambientale e servizi efficienti;
• Gli imprenditori a loro volta trarranno beneficio dallo sviluppo industriale conseguente;
• I pontolliesi avranno il vantaggio di vivere in una cittadina a misura d’uomo in quanto priva di immissioni nocive, pulita e con qualità di aria ed acqua in costante miglioramento.
5. SPORT E TEMPO LIBERO
Lo sport ha rilievo costituzionale e rappresenta uno dei tanti modi di sviluppo della personalità umana, come autorevolmente sancito anche dalla nostra Carta Costituzionale. 
Riteniamo che, in comunità piccole come quella pontolliese, l'esistenza di associazioni sportive contribuisca sensibilmente ad elevare la qualità di vita del nostro territorio, oltre che a fornire un prezioso aiuto e una forma di sostegno alle famiglie. Il consolidamento, il rafforzamento e l'ampliamento delle varie componenti di questa rete associativa saranno da parte nostra sostenuti e incoraggiati, così da poter offrire ai cittadini sempre maggiori occasioni di partecipazione, intrattenimento, cura della salute o anche solo di semplice svago. Risulta pertanto svilente, dal nostro punto di vista, che nonostante le promesse elettorali dell’amministrazione uscente, il palazzetto dello sport sia ancora in fase di completamento, dopo ben cinque anni di rinvii e promesse non mantenute. 
Ponte dell’Olio deve e può ambire a tornare ciò che è sempre stato nell’immaginario collettivo: un’eccellenza non solo sociale ed imprenditoriale ma anche sportiva, con una rete di società sportive ben strutturate e animate dai tanti pontolliesi che ci hanno già manifestato la loro potenziale disponibilità ad impegnarsi in prima persona, a condizione di poter contare su un’amministrazione dialogante e presente sul territorio. 
Pensiamo infine, considerato che sempre un maggior numero di cittadini sceglie di condividere la propria quotidianità con uno o più “amici a 4 zampe”, che nell’arco dei cinque anni sia opportuno valutare di dotare Ponte dell’Olio di un’area appositamente dedicata allo sgambamento dei cani opportunamente delimitata con recinzione e dotata di tutte le relative attrezzature. 
____________________________
NOI … PER TUTTI I PONTOLLIESI


 👓 Leggi tutto...  
                         

Elezioni Amministrative 2019 - Programma lista Federico Ratti

26/04/19 Marino

11543candidati2019ratti 11543candidati2019rattiPREMESSA
L’obiettivo finale di questo programma e’ il miglioramento della qualità della vita degli abitanti di Ponte dell’Olio.
Un obiettivo ambizioso che diventa al tempo stesso strumento imprescindibile per scongiurare il calo demografico e sviluppare una nuova attrattività verso i nuclei familiari in fuga dalle zone caratterizzate da una maggiore densità abitativa.
La strategia per raggiungere tale obiettivo si impernia su alcuni temi qualificanti: la sicurezza dei cittadini, la protezione dell’ambiente e la difesa del fragile territorio, il miglioramento dei servizi urbani, l’attenzione e il servizio alla persona e la promozione territoriale come motore di sviluppo.
SICUREZZA
La qualità della vita degli abitanti di una comunità non può prescindere dalla tranquillità nella quale deve potersi svolgere la quotidianità di ciascuno di noi. Liberi di sentirci parte del nostro quartiere e del nostro paese, di poterci spostare in sicurezza anche nelle zone più isolate del territorio e di poter fruire di spazi, servizi ed ambienti a misura di cittadino.
Obiettivi importanti sono stati raggiunti in tema di ordine pubblico e prevenzione di qualsivoglia forma di criminalità e disagio sociale. Ma la delicatezza e la complessità di questi fenomeni ci costringono a non abbassare la guardia. Il presidio del nostro territorio passa attraverso una virtuosa collaborazione tra Carabinieri, Polizia Locale e cittadini attivi e consapevoli dell’importanza e dei limiti del loro ruolo. Un’Amministrazione attenta e capace deve saper interpretare un ruolo di coordinamento tra queste tre realtà, ben sapendo quanto sia importante oggi la tempestività e la puntualità dello scambio di informazioni per consentire alle Forze dell’Ordine di prevenire o reprimere ogni situazione che renda necessario il loro intervento. Con questo obiettivo sono nati i Gruppi di Vicinato, che con centinaia di famiglie in rete tra loro e con il supporto di un sofisticato sistema di videosorveglianza interagiscono e presidiano spontaneamente il nostro paese, coordinati e supportati dalle Autorità di Pubblica Sicurezza. Su questa strada occorre proseguire con tenacia e determinazione, ampliando l’organico della Polizia Locale per offrire alla stazione dei Carabinieri ed alla cittadinanza tutta un supporto altamente qualificato, professionale ed efficiente.
E’ fondamentale proseguire con l’implementazione degli impianti di videosorveglianza del nostro territorio comunale per offrire supporto e garantire flussi di informazioni in tempo reale alle Forze dell’Ordine. La presenza di dispositivi di contesto e di controllo veicoli per presidiare gli accessi del paese e le zone di interesse operativo costituisce una impareggiabile strumento di prevenzione, soprattutto quando la gestione degli impianti ed il relativo monitoraggio avvengono in maniera puntuale e coordinata.
SERVIZI ALLA PERSONA
Le famiglie che vivono a Ponte dell’Olio devono poter contare su un sostegno concreto ed efficace che possa essere loro d’aiuto nella gestione e nell’educazione dei propri figli. Diventa fondamentale offrire servizi extrascolastici che diano risposte ai bisogni delle famiglie monogenitoriali e ai genitori costretti al pendolarismo per esigenze lavorative. Garantire doposcuola e centro estivo a costi sostenibili e con l’ausilio di personale qualificato deve essere una priorità assoluta. Per attivare questi servizi occorre un’azione coordinata con le altre istituzioni  (Regione, Provincia e Unione dei Comuni) condividendo con loro l’analisi dei fabbisogni per studiare le soluzioni organizzative più efficaci e per reperire le risorse  necessarie. Il contesto educativo all’interno di una comunità coesa e responsabile deve garantire inoltre un’attenzione costante e incessante verso le figure più fragili, specialmente se minori, che consenta di cogliere per tempo i segnali d’allarme o le richieste d’aiuto per disinnescare potenziali situazioni di disagio o intervenire con prontezza qualora sia necessario.  Fare il possibile per strappare donne e bambini dalla violenza e dai maltrattamenti, specialmente quando si consumano tra le mura domestiche, e garantire loro un futuro di speranza e serenità è un dovere incondizionato di ogni livello istituzionale.
Gli spazi per l’aggregazione e la crescita culturale per le persone di ogni fascia d’età sono imprescindibili per ogni comunità che desideri conservare senso di appartenenza e solidarietà. Il completamento della riqualificazione delle Fornaci consentirà ai Pontolliesi di riappropriarsi di un ambiente completamente rinnovato in pieno centro storico. Biblioteca, mediateca e altri luoghi di ritrovo troveranno nell’ex polo Cementirossi la loro collocazione naturale. Diventerà fondamentale coinvolgere tutte le realtà associative del paese per costruire una ricca proposta di attività culturali e ludico ricreative capaci di animare il cuore di Ponte dell’Olio, che da simbolo della potenza industriale del passato è destinato a diventare luogo di crescita e svago per le generazioni del futuro.
Dimostrare attenzione alle fasce di popolazione più anziana oltre ad essere un dovere morale è anzitutto un efficace strumento di prevenzione. Contrastare le patologie più diffuse attraverso adeguate campagne di informazione diventa un obiettivo strategico, da perseguire in sinergia con gli altri Comuni della nostra Unione. Dal potenziamento della Casa della Salute di Bettola può trarre vantaggio anche la nostra comunità, che ha la possibilità di raggiungere in pochi minuti un presidio in grado di offrire una gamma di servizi sempre più ampia senza doversi spostare verso l’ospedale cittadino. Occorre valutare concretamente la possibilità di attivare un servizio di supporto alla mobilità verso la Casa della Salute per agevolarne l’accesso da parte di anziani e persone diversamente abili. E non deve mancare un’adeguata azione di divulgazione da realizzare attraverso web e i canali più tradizionali per far conoscere tutte le informazioni che possono essere di aiuto alle persone che necessitano di qualsivoglia tipo di aiuto e assistenza. Sono obiettivi che vedranno nel progetto Aree Interne azioni specifiche dirette proposte dall’Unione Alta Val Nure.
Per garantire invece un servizio più adeguato a tutti coloro che debbono necessariamente accedere alla struttura sanitaria cittadina, è opportuno coinvolgere il gestore della rete di trasporto pubblico locale  valutando le possibilità più sostenibili per creare un collegamento  diretto tra la nostra linea di vallata e l’Ospedale Guglielmo da Saliceto.
Sarà inoltre importante studiare una nuova soluzione attraverso la quale garantire un’adeguata assistenza sanitaria professionale anche durante giornate e fasce orarie tuttora scoperte.
AMBIENTE, TERRITORIO E PROTEZIONE CIVILE
La sicurezza del territorio nel suo complesso ed in particolare delle infrastrutture stradali non può prescindere dalla lotta al dissesto idrogeologico non solo in modo velocemente reattivo in caso di dani alle infrastrutture causate per esempio da frane e altri elementi naturali, ma anche in maniera proattiva e preventiva, come ad esempio nel caso della recente mappatura dello stato di usura dei ponti sotto il controllo comunale. La rigidità del bilancio di questo Comune in parte corrente costringe a studiare delle soluzioni alternative che, insieme al lavoro di ricerca costante di finanziamenti per gli interventi più urgenti di messa in sicurezza, consenta di disporre periodicamente di risorse certe per programmare con maggiore efficacia manutenzioni ordinarie e straordinarie. Per questo crediamo che sia fondamentale riuscire ad ottenere la classificazione parzialmente montana del Comune di Ponte dell’Olio, unica soluzione in grado di garantire maggiori entrate per dare risposte più veloci ad un territorio che di fatto condivide coi Comuni confinanti, quasi tutti montani, problemi di spopolamento, dissesto e abbandono. Soltanto risorse certe ed una programmazione adeguata possono aiutare a combattere il degrado e l’incuria nel capoluogo così come nelle frazioni più isolate. Un regolamento per disciplinare le manutenzioni del verde pubblico e privato rappresenta un ulteriore elemento di innovazione da introdurre per ottimizzare le risorse e rendere più accogliente l’intero paese.
Occorre inoltre affrontare il tema dei cambiamenti climatici e dei suoi effetti sul territorio, che negli ultimi anni si sono mostrati in Val Nure in tutta la loro potenza devastante: piogge torrenziali che provocano inondazioni e periodi di estrema siccità che mettono in crisi il sistema irriguo e idropotabile. E’ indispensabile proseguire insieme agli altri Comuni dell’Unione l’analisi delle reali necessità idriche e delle vulnerabilità del territorio, per poi definire insieme alle autorità sovraordinate interventi e priorità. Nel contempo è necessario ottenere dal gestore del servizio idrico integrato interventi di manutenzione straordinaria volti a ridurre significativamente le perdite della nostra rete acquedottistica, oggi ancora lontane da standard accettabili di efficienza e risparmio. Per misurare negli anni l’efficacia dell’azione istituzionale e l’impatto del mutamento climatico potrebbe rivelarsi utile costruire un modello di bilancio idrico, da utilizzare come strumento di monitoraggio e programmazione.
Garantire l’incolumità delle persone diventa una priorità assoluta soprattutto nel corso di eventi meteorologici particolarmente avversi. Il modello di gestione delle emergenze di Ponte dell’Olio è stato costruito grazie alla collaborazione e alla straordinaria professionalità dei volontari della Pubblica Assistenza Val Nure, un realtà che può diventare il punto di riferimento per tutta l’alta valle. Reperire le risorse necessarie per dotare i gruppi operativi di mezzi, attrezzature e tecnologie per operare in sicurezza e con efficienza è il compito che spetta ad un’amministrazione comunale consapevole della strategicità di questa funzione, che deve essere garantita con un’attività costante di presidio, monitoraggio e, quando necessario, di pronto intervento. In questo contesto, ci propone di continuare il rafforzamento del sistema di Protezione Civile in coordinamento con l’Unione di appartenenza, ma anche incrementando le iniziative di informazione e coinvolgimento della popolazione che portino ad aumentare la resilienza della comunità di fronte a possibili eventi calamitosi.
SERVIZI URBANI
La qualità di un territorio ed il benessere delle persone che lo abitano non possono prescindere da un approccio razionale e lungimirante sui temi della gestione dei rifiuti, della distribuzione idropotabile e del risparmio energetico. La ristrutturazione della rete della pubblica illuminazione è un obiettivo concreto che potrà essere raggiunto nella prossima legislatura, nell’ottica dell’efficientamento energetico e della ottimizzazione della presenza e distribuzione di ogni singolo punto luce, perseguendo al tempo stesso finalità di prevenzione di atti vandalici e reati predatori.
Dal 2020 a Ponte dell’Olio si intende utilizzare il sistema di tariffazione puntuale per la raccolta rifiuti. L’introduzione di questo meccanismo dovrà fungere quale incentivo affinché la produzione dei rifiuti indifferenziati diminuisca progressivamente, aumentando parallelamente la percentuale di differenziazione. Con la stessa finalità, è necessario studiare delle modalità economicamente sostenibili che consentano di aumentare giorni e fasce orarie di apertura della stazione ecologica. La questione della disponibilità della risorsa idrica diviene estremamente attuale, specialmente dopo la crisi idrica che ha caratterizzato l’estate 2017. Deve essere avviata un’analisi per definire il reale fabbisogno della popolazione e la disponibilità reale della risorsa. Solo così sarà possibile capire quali interventi infrastrutturali devono essere realizzati, e solo facendo squadra con gli altri Comuni della vallata. In questo quadro si colloca lo studio che sarà a breve commissionato a tecnici esperti del settore da parte dell’Unione Alta Val Nure.
Infine, verrano completati ed approvati gli strumenti di pianificazione urbanistica già adottati: PSC e RUE, e in seguito il PUG.
PROMOZIONE TERRITORIALE
Percorsi pedonali, ciclabili ed enduro che convivono sulle nostre colline nel rispetto dell’ambiente e senza rivalità: è questo l’obiettivo da perseguire per aumentare il fascino di Ponte dell’Olio, e solo attraverso il coinvolgimento delle realtà sportive escursionistiche locali si può raggiungere il risultato. Accanto agli eventi fieristici più tradizionali divenuti ormai il biglietto da visita di una paese legato alle sue tradizioni enogastronomiche e culturali ma capace al tempo stesso di innovare e rinnovarsi, occorre proporre un pacchetto turistico promozionale più completo, facendo sistema con i Comuni di Bettola, Farini e Ferriere. Solo attraverso questa sinergia sarà possibile far conoscere il nostro territorio ben oltre il solo confine provinciale, incrementando attrattività e numero di visitatori.
Il valore aggiunto del nostro territorio sul quale vale la pena puntare è senza dubbio da ricercare nelle produzioni enogastronomiche di assoluta qualità, che si sposano ad un contesto naturale estremamente suggestivo e adatto a praticare sport all’aria aperta. Studiare un’offerta completa e proporre attività di svago, intrattenimento e benessere attraverso le quali il visitatore possa conoscere Ponte dell’Olio e le sue eccellenze, sfruttando canali promozionali nuovi di successo, come ad esempio il circuito circuiti che propongono pacchetti turistici in formato weekend. Diventa fondamentale costruire una strategia di comunicazione altrettanto organica, dando vita ad una piattaforma web accessibile anche dal sito istituzionale del Comune, sempre aggiornata in tempo reale con gli eventi del territorio e con le proposte degli esercizi locali, con particolare riguardo alla ristorazione ed agli alloggi nei quali trascorre una o più notti. L’attività di promozione dovrà arrivare a coprire anche eventi di natura sportiva, culturale o ludica organizzati dalle associazioni locali.
Fare dunque sistema con gli operatori del settore e con gli altri Comuni dell’alta valle per arrivare ad una platea di potenziali visitatori più numerosa possibile, con dei target ben precisi in relazione ai quali calibrare l’attività di promozione e comunicazione.
AREE INTERNE
Una specifica area di attività dell’Amministrazione Comunale nel prossimo quinquennio Dell’Area Interna dell Appennino Piacentino-Parmense. Tredici Comuni, guidati da Ponte dell’Olio, sono riusciti ad accedere questo progetto Aree Interne ed avranno tre anni di tempo per offrire nuovi servizi alla popolazione interamente finanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico in materia di assistenza socio sanitaria, pubblica istruzione, mobilità, infrastrutture digitali, sviluppo economico sostenibile e protezione civile per un ammontare complessivo di oltre sette milioni di Euro. Tre anni per valutare l’efficacia delle azioni messe in campo e, in caso di successo, l’obbligo per la Regione Emilia Romagna di garantire l’intera copertura economica necessaria a mantenere attivi questi servizi per sempre. Una scommessa vinta che entra ora nel vivo. Occorre mettere in campo tutte le energie necessarie per sfruttare nel modo migliore i sette milioni di finanziamento costruendo servizi efficaci che possano contrastare il vertiginoso calo demografico che negli ultimi anni non ha risparmiato neppure il nostro Comune. La cabina di regia del progetto Aree Interne, nei prossimi tre anni, verrà ancora guidata da Ponte dell’Olio a testimonianza di come il nostro gruppo sia riconosciuto come strategico in ambiti ben più ampi dei nostri confini comunali.  Il ruolo della nostra comunità è ancora una volta di fondamentale importanza: Ponte dell’Olio è diventato e deve rimanere un punto di riferimento per tutto l’appennino della Val Nure, perché solo la sinergia ed il senso di solidarietà tra le varie amministrazioni locali può permettere di studiare le soluzioni migliori per combattere l’abbandono delle nostre terre e garantire un futuro meno incerto alle giovani generazioni che decideranno di restare.
RISORSE, PROCESSI E STRUMENTI DI GESTIONE
Il costante impegno profuso dall'Amministrazione uscente nella ricerca di opportunità di finanziamento a livelli di bandi regionali e comunitari dovrà essere necessariamente proseguito e finalizzato anche nel corso del nuovo mandato, utilizzando l’appartenenza all’Unione Montana Alta Valnure e all’Area Interna dell Appennino Piacentino-Parmense come strumenti principali.
La capacità di trasformare le difficoltà in opportunità: è ciò che in questi anni Ponte dell’Olio ha saputo fare insieme ai Comuni di Bettola, Farini e Ferriere, tutti parte, come noi, dell’Unione Montana Alta Valnure. Quattro paesi differenti ma con un intento comune: lavorare con tenacia per arginare l’abbandono del territorio e studiare nuove strategie per ridare vigore ed efficacia all’azione della macchina amministrativa. Così simili, così diversi. Ma grazie alla condivisione ed al senso di responsabilità il lavoro svolto in questi anni ha permesso anche a Ponte dell’Olio di garantire alla propria comunità servizi di fondamentale importanza: polizia locale, protezione civile, connessione internet ultra veloce, ricostruzione post alluvione.
Parallelamente, l’approvazione ministeriale del sopra citato progetto Aree Interne porterà sette milioni nei prossimi 3 anni ai 13 comuni dell’area per finanziare progetti di sviluppo terriroriale.
Nel prossimo quinquennio si intende continuare su questa strada del “fare sistema” con territori simili al nostro, sapendo cogliere le opportunità anche nelle situazioni più complicate, per interpretare un ruolo protagonista al fianco della nostra montagna, consapevoli che solo così sarà possibile recuperare le risorse necessarie alla lotta al dissesto idrogeologico, alla promozione territoriale e alla pianificazione lungimirante e puntuale dei servizi alla persona, specialmente a tutela delle fasce più deboli.
Dal punto di vista gestionale, sarà indispensabile proseguire l'attività di controllo di gestione, standardizzandone i metodi e gli output con l'obiettivo di garantire una ottimale flessibilità nella gestione di bilancio in corso d'esercizio.
Un impegno particolare dovrà essere rivolto all'omogeneizzazione e integrazione dell'attività gestionale di Comune e Unione Alta Val Nure, per garantire una ottimale fruizione delle risorse finanziarie che risulterebbe compromessa in caso di mancato coordinamento dei due enti.
L'importanza di questo tema sarà via via maggiore con il crescere del numero di funzioni conferite all'Unione.
Accanto al controllo di gestione, che ha come principale obiettivo di ottimizzare l'utilizzo delle risorse finanziarie, la riduzione dell'organico dei dipendenti comunali rende necessaria una rianalisi dei processi interni, per individuare possibilità di ristrutturazioni organizzative o di revisione dei processi in modo da sfruttare al meglio il ridotto monte ore disponibile e le competenze di un organico la cui composizione è rapidamente cambiata negli anni.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Siamo nel 2019, spero ci siano anche i candidati

25/04/19 Marino

Nei prossimi giorni i tre candidati sindaco inizieranno il "giro" di riunioni pubbliche in cui presenteranno la propria lista e il proprio programma elettorale.
Faccio a tutti loro una proposta...
Premesso che oggi quasi ogni cittadino utilizza internet e i social, e quasi ogni cittadino sa avviare un video su Youtube; e che certamente tra i 13 candidati di ogni lista vi è almeno un candidato che ha uno smartphone e sa registrare un video; 24692oscur4445mondo_connesso
vorreste gentilmente pubblicare sul web,
a beneficio di chi non può parteciparvi,
la registrazione video della riunione pubblica che farete nel capoluogo?


PS: la lista Ratti è già aperta a questo atteggiamento di trasparenza  FONTE 


 👓 Leggi tutto...  
                         

Una iniziativa importante a costo zero

25/04/19 Marino

23635candfumTroppo spesso veniamo a sapere che un nostro concittadino sta combattendo il cancro. E a volte lo piangiamo. E spesso faccio e sento questa considerazione: "ma cosa succede che sempre più persone si ammalano di questa brutta malattia?"
Occorre capire di più, essere informati, sapere in quali aree del comune si riscontra il maggior numero di casi, sapere come varia l'incidenza nel tempo, occorre poter confrontare l'incidenza dei vari tipi di cancro con l'incidenza media di altri territori.
E' per questo che chiedo ad ogni candidato sindaco: istituirai, con la collaborazione dei medici di base, il registro comunale dei tumori?


 👓 Leggi tutto...  
                         

Calendario

25/04/19 Gregori(an)o

A proposito di 25 aprile, una curiosità (grazie a Internet). Nel 2038 (campa cavallo...) Pasqua cadrà in tale giorno. Una data che capita di rado: dopo la Liberazione, sarà la prima volta...
Già che siamo in argomento, ricordiamo che nel 2020 Pasqua sarà il 12 aprile.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Illuminazione pubblica: quelli che... la migliorano

24/04/19 Marino

26193illpubbrivergaro 26193illpubbrivergaroAnche Rivergaro, avviando un progetto di "finanziamento tramite terzi", aggiorna il proprio impianto di pubblica illuminazione (articolo completo su Libertà di oggi a firma Cristian Brusamonti).
Anche noi beneficeremo del minor inquinamento che il ridotto consumo energetico dei led richiede.
I rivergaresi, nel lungo periodo, ne trarranno beneficio economico.
E' una buona notizia ! E a Ponte?


 👓 Leggi tutto...  
                         

Il 70% degli amministratori si ripresenta

23/04/19 Marino

15337e19-vecchioconsiglio 15337e19-vecchioconsiglioSe 9 componenti (su 13) del Consiglio comunale attuale, si ripropongono ai pontolliesi per ricevere il mandato per amministrare il Comune, significa anche, a mio parere, che l'esperienza amministrativa di questi 5 anni è stata per loro gratificante.
Anche questo è un fatto civico che, a mio parere, è da leggersi positivamente.


 👓 Leggi tutto...  
                         

A Ponte, la puntuale trasparenza su ciò che beviamo è realtà

23/04/19 Marino

987acquedottoschemavasconi 987acquedottoschemavasconiSul sito del Comune sono disponibili i risultati delle analisi effettuate dal gestore sul nostro acquedotto (dal 2015 ad oggi  FONTE  ).
Inoltre, con PEC del 18 aprile 2019, il Direttore Generale di Ireti mi ha gentilmente informato che, da ora in poi, i risultati delle analisi saranno comunicati mensilmente al Comune.
E' questo un importante risultato raggiunto dal sindaco Sergio Copelli con la collaborazione dei funzionari comunali.
Per quanto a mia conoscenza Ponte dell'Olio è il primo comune italiano che è in grado di informare mensilmente e dettagliatamente i propri cittadini relativamente alla qualità dell'acqua erogata.
10118ok 10118okQuel che è stato è stato ma... per puro esercizio storico, ho rielaborato il documento pubblicato rilevando che, nei 4 anni considerati, sono state 14 (su oltre 3.000) le analisi interne in cui è risultato un superamento dei limiti di legge (prontamente risolto dal competente intervento del gestore).


 👓 Leggi tutto...  
                         
 <<< 
Pagina 57 di 162
 >>>