PONTEWEB

Ponte dell'Olio

online dal 2004
 Pandemia: clicca qui per le info ufficiali 
  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    1

    MACELLERIA BURGAZZI
    Inizia la stagione del brodino! Facciamo chiarezza riguardo al metodo di cottura: ▪️per ottenere un buon brodo saporito la carne va inserita in acqua fredda ▪️per ottenere un gustoso bollito, invece, si immergono i vari tagli di carne selezionati in acqua bollente Perché? L’acqua bollente “sigilla” i succhi all’interno della carne. Al contrario l’acqua fredda permette loro di disperdersi.

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    2

    LA BOTTIGLIERIA DEL CONTE
    Il 24 Settembre, dalle ore 19:00, in Bottiglieria arriva “Vini & Vinili - Bollicine e Sushi”. Una serata all’insegna del buon sottofondo musicale di Carlo Alberto e del gustoso sushi firmato Sosushi Piacenza Infine la nostra selezione di Bollicine Italiane farà da cornice all’evento. E se non ami il sushi, o le bollicine, il nostro classico menù sarà a disposizione per tutta la serata. 🍣 Sushi disponibile fino ad esaurimento ❗️ Per accedere all’interno del locale sarà necessario esibire un Green Pass vali

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    3

    BIGNAMI SALUMI
    Ritratto di gusto e bontà...

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    4

    BAR TRATTORIA GIGLIO
    Trattoria con cucina casereccia.

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    5

    GIOIELLERIA PELLATI
    Prima giornatina autunnale e allora via ad un tocco di nero⚫ Gli orecchini di @valejewels in oro 9kt, madreperla rosa e smalto nero ✨ Li puoi abbinare scegliendo tra I tre simboli ma anche tra I due modelli😍

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    6

    FOGLIAZZA DANTE
    PELLET in sacco da kg 10 🔥 è arrivato!

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    7

    BAR PALO
    In arrivo questo Vino Frizzante Analcoolico, il Vino salva Patente 😀😀😀

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    8

    GELATI E SORRISI
    Crostata al gianduia per Sofia!

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    9

    IMPRONTA STORE
    🐾Linea di shampoo "Yuup"🐶 Assolutamente da provare!!🐾

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    11

    TRATTORIA DELLA POSTA
    Già UN ANNO di Tratto! 🎂 Il più assurdo, complicato, imprevedibile anno! VENERDÌ 17/09 festeggiamo, tutti insieme, perché ce lo meritiamo! Menu a sorpresa con i vostri piatti del cuore, dj set, brindisi e sorrisi. Ecco di cosa sarà fatta la nostra prima festa di compleanno! ⏰ dalle 18.00 - 🎶 Dj Mary Vi aspettiamo!

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    12

    ELETTROSHOP
    Barbecue a gas OFFERTA €100,00 🔥🥩🥓🍗🍆🫑

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    13

    FARMACIA REBECCHI
    🤩Con l’acquisto di 2 prodotti viso...in omaggio ✌️...un cofanetto con 3 prodotti da scoprire: 👉integratore alimentare a base di acido ialuronico, collagene e Manganese 👉fiala viso notte (siero antiossidante) 👉fiala viso giorno (siero concentrato a. ialuronico, vitamina C e proteoglicani) ...FINO AD ESAURIMENTO SCORTE..!

  • Link
    offerta
    Link
    vetrina
    14

    TENDENZE
    B𝙡𝙖𝙘𝙠 𝙖𝙣𝙙 W𝙝𝙞𝙩𝙚 Un tocco di bianco e nero in tavola, il mix dei due complementari è un mondo nuovo e antico e uno stile unico per la tua casa. Sullo sfondo un’esotica decorazione a felci e foglie che lo rende particolarmente estivo molto elegante, ma adatto anche alla stagione autunnale. Che ve ne pare?



  • Vetrine virtuali del Centro Commerciale Naturale
    di Ponte dell'Olio

Link al Centro Commerciale Virtuale

Ci risiamo #allaprossimaproroga

14/08/21 Marco • tag: allaprossimaproroga palazzettodellosport

9988palazzettodellosport 9988palazzettodellosportE' di ieri la pubblicazione della determina N.134 datata 09/08/21, con la quale il Responsabile del servizio competente dispone:

".....di escludere dalla procedura di affidamento in oggetto il concorrente ......, per le motivazioni indicate in premessa;

di dichiarare, conseguentemente, la diserzione della presente procedura, per la mancanza di altri concorrenti..."

Stiamo parlando dell'appalto per la: Gestione del Palazzetto dello sport per 9 anni.

Siamo all'apoteosi della #allaprossimaproroga; infatti nel testo della determina possiamo leggere un pò di cronistoria.

Ve la riassumo.

Scadenza presentazione offerte 07/05/21, prorogata dalla Giunta Comunale al 31/05/21, prorogata dalla Giunta Comunale al 30/06/21.

Dopo tutto quanto sopra, nel mese di Luglio, la Commissione Giudicatrice rileva diverse mancanze che portano all'esclusione dell'unico concorrente.

Ora si ricomincia dall'inizio.

#allaprossimaproroga

Saluti a tutti.
Marco Boselli

👨
Fabrizio   Probabilmente a questo punto ci sarebbe da chiedersi il perché di tali difficoltà.
Anni fa visionai per un attimo la questione tecnica di tale struttura, un edificio con impianti ad elevato consumo isolamento inesistente, realizzato all’insegna della massima economia, non che non fossero disponibili tecnologie diverse e migliori. Oggi tale scelta porta a costi di gestione altissimi, non compatibili con le possibili entrate che un modesto e piccolo paese può offrire. Leggendo la determina si comprende benissimo il punto centrale della questione, proprio nei termini che ho posto più sopra. Sul punto ora è chiamato la politica locale a dare risposte, vedremo tra proroga e proroga cosa si potrà fare e che servizi saranno offerti.
Fabrizio Cadura 20/08/21
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Palazzetto dello Sport: la storia infinita

29/05/21 Marino • tag: palazzettodellosport allaprossimaproroga

12360lastoriainfinita 12360lastoriainfinitaUna storia infinita quella della Concessione del Palazzetto dello Sport che vede oggi la proroga della proroga della proroga della proroga della proroga della proroga della proroga della proroga ecc.ecc.ecc....
Ecco la cronistoria.
Nel 2011, a seguito di gara, il Palazzetto dello sport viene dato in concessione fino al 30/08/2013.
⌚ Proroga 1) Con la delibera di Giunta 111 del 11/09/2013 la concessione viene prorogata al 30/08/2014  FONTE 
⌚ Proroga 2) Segue un periodo di un mese di proroga di fatto, non sostenuta da atto formale
⌚ Proroga 3) Con la determina 434 del 22/10/2014 la concessione viene affidata (con affidamento diretto) allo stesso concessionario con scadenza al 30/08/2015  FONTE 
⌚ Proroga 4) Segue un periodo di tre mesi di proroga di fatto, non sostenuta da atto formale
⌚ Proroga 5) Con la delibera di Giunta 124 del 10/12/2015 la concessione viene prorogata al 30/03/2016  FONTE 
⌚ Proroga 6) Seguono quattro anni di proroga di fatto, non sostenuta da atto formale, durante i quali: - con la delibera di Giunta 103 del 13/09/2017 viene approvato un atto di indirizzo per l’affidamento in concessione per il periodo 2018-2023 ma nessuno partecipa alla gara (determina 352 del 11/09/2018)  FONTE  - con la delibera di Giunta 137 del 05/12/2018 vengono approvati i criteri per un nuovo affidamento  FONTE 
⌚ Proroga 7) Con la delibera di Giunta 101 del 09/11/2019, la concessione viene prorogata al 30.06.2020  FONTE 
⌚ Proroga 8) Con la delibera di Giunta 55 del 30/06/2020, la concessione viene prorogata al 30/10/2020  FONTE 
⌚ Proroga 9) Segue un periodo di proroga di sei mesi, ex lege, durante il quale, il 10/04/21, viene pubblicato l’avviso di avvio della procedura di affidamento in concessione per la durata di 9 anni (CIG 87001273EC)
⌚ Proroga 10) Con la delibera di Giunta 36 del 06/05/2021, la concessione viene prorogata al 31/05/2021  FONTE .
⌚ Proroga 11) Con la delibera di Giunta 50 del 28/05/2021, la concessione viene prorogata al 30/06/2021  FONTE 

👨
Marco   Diciamo che sarebbe sufficiente commentare:
#allaprossimaproroga
Va ricordato che siamo alla seconda proroga dei termini.
Non sarà che occorra rivedere le condizioni del bando ed introdurre un "..contributo forfettario..." di balneazione memoria?
Magari utilizzano i fondi COVID?
Staremo a vedere.
Saluti a tutti.
Marco Boselli 30/05/21
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Palazzetto: prorogata la scadenza della gara per la gestione novennale

06/05/21 Marino • tag: palazzettodellosport allaprossimaproroga

22085palazzettodellosport 22085palazzettodellosportOggi la Giunta ha deliberato di prorogare al 31 maggio 2021 i termini per la presentazione di offerte relative alla gara per l'affidamento in concessione della gestione del palazzetto dello sport per la durata di 9 anni (la scadenza sarebbe stata domani 07/05/2021).
Nell'atto si legge  FONTE  :
- "VERIFICATO che al momento non risultano presentate offerte sul portale telematico;"
- "CONSIDERATO che il protrarsi dello stato di emergenza sanitaria potrebbe avere ostacolato e limitato l’adeguata valutazione del progetto e, conseguentemente, la possibilità di ponderare la presentazione di un’offerta per la gestione del plesso comunale;".
Qui  LINK  tutte le informazioni relative al bando.

👨
Marco   Diciamo che l’emergenza Covid era già ampiamente nota alla data della pubblicazione del bando che riportava come scadenza il 07/05/21, comunque 20/25 gg di proroga non sono certo un dramma; tuttavia alla rubrica #allaprossimaproroga va aggiunta una casella.
Saluti a tutti.
Marco Boselli
11/05/21
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Palazzetto: avviata la gara per la gestione novennale

10/04/21 Marino • tag: palazzettodellosport amicocomunetrasparente

26848palazzettodellosport 26848palazzettodellosportSul sito regionale Intercent-ER è stato pubblicato l’avviso di avvio della procedura di affidamento in concessione della Gestione del Palazzetto dello sport per la durata di 9 anni (CIG 87001273EC)
La concessione prevede un ricavo di 598.000 euro e prevede, a base di gara, un canone di 11.500 euro (entrambi i valori sono riferiti alla durata totale della concessione: 9 anni; rapportati ad anno sono: ricavi 66.000 €/anno – canone 1.278 €/anno).
 ( Il palazzetto, strumentale all’appalto, è costato alla comunità svariate centinaia di migliaia di euro; la richiesta pubblica fatta il 12/11/2019 all’assessore Valla di rendere noto questo valore è ancora inascoltata  FONTE 
Nei documenti allegati al bando (reperibili a questo link  LINK ) sono consultabili le tariffe che il concessionario dovrà applicare). Il complesso sportivo del Palazzetto dello Sport si sviluppa su una superficie coperta totale di circa mq. 1.661 oltre a uno spazio esterno scoperto pertinenziale di circa mq. 600.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Palazzetto: appalto aggiudicato ad un’impresa di Messina

10/03/21 PonteWeb • tag: palazzettodellosport

1417palazzettodellosport 1417palazzettodellosportL’affidamento dei lavori di completamento funzionale ed impiantistico del Palazzetto è stato aggiudicato all’impresa PMM con sede a Librizzi (Messina).
L’appalto è stato vinto offrendo € 163.944,13 oltre a € 7.675,00 per oneri per la sicurezza e oltre IVA di legge, con un ribasso del 24,459%  FONTE_PDF  (il valore posto a base di gara era di € 224.701,69 al netto di I.V.A., di cui € 7.675,00 per oneri della sicurezza (non soggetti a ribasso)).
Da annotare che il valore della “soglia di anomalia” era 24,5095652174% (comma 2 art.97 del Codice dei contratti pubblici).
Ci auguriamo che l’Assessore ai lavori pubblici vorrà seguire con estrema attenzione l’avanzamento dei lavori verificando, in corso d’opera, che ogni punto del capitolato dell’appalto venga realizzato a regola d’arte.

👨
Marino   Riporto, da Facebook, un intervento sul tema scritto da persona professionalmente competente.
“...l’ Assessore ai lavori pubblici vorrà seguire con estrema attenzione l’avanzamento dei lavori verificando, in corso d’opera, che ogni punto del capitolato dell’appalto venga realizzato a regola d’arte”. Ma chi scrive queste cose? Non è compito dell’assessore e di nessun amministratore. È compito del Direttore dei Lavori incaricato e pagato dalla stazione appaltante per compiere tale attività che svolgerà quel compito indipendentemente dalla provenienza dell’impresa. Capisco la volontà di far clamore, ma qui la notizia è che finalmente si completa quell’opera. Essendo sui cantieri di mezz’Italia ogni giorno ed avendo a che fare con imprese di ogni provenienza, trovo la conclusione di questo articolo un po’ presuntuosa un filino stupida e senza alcun senso.  FONTE  11/03/21
👨
Marino   L’Amministrazione comunale è interventuta sul tema mediante un comunicato sul sito istituzionale  FONTE 
Normalmente non diamo seguito ai commenti spesso provocatori e fuorvianti provenienti dal solito sito locale.
Tuttavia, stante la delicatezza dell’ambito trattato e la presentazione effettuata dell’argomento, riteniamo necessario intervenire per chiarire quanto segue.
Ogni piccolo Comune, quindi anche Ponte dell’Olio, per gli appalti di grossa dimensione tipo quello in esame deve obbligatoriamente fare ricorso alla Stazione appaltante della Provincia di Piacenza, che agisce in piena autonomia tramite la propria struttura.
La procedura utilizzata per affidare il contratto è stata una gara ad evidenza pubblica, alla quale poteva partecipare ogni azienda del territorio nazionale, purchè in possesso di specifici requisiti.
Informiamo inoltre che, dall’inizio del nostro mandato, alla quasi totalità degli appalti gestiti internamente dal Comune sono risultate assegnatarie ditte aventi sede all’interno dell’ambito provinciale, di cui buona parte direttamente a Ponte dell’Olio o nei paesi limitrofi.
Non può e non deve esistere alcun pregiudizio di sorta da parte dell’amministrazione verso la società aggiudicataria PMM (oltretutto se basato sulla provenienza geografica dal Meridione).
Ad oggi, altresì, non vi è alcun motivo per metterne in dubbio professionalità e onorabilità, cosi come invece pare trapelare dalle righe del commento nell’immagine.
Assessori e ufficio competenti, come sempre, controlleranno sulla corretta esecuzione dei lavori contrattualmente previsti.
L’amministrazione
11/03/21
👨
Alessandro B.   Dopo aver letto l’integrazione al post,con il commento del professionista e la precisazione del sito del comune,non ho ben chiaro se il controllo sull’effettiva realizzazione dei lavori a regola d’arte spetterà solo e unicamente al direttore dei lavori dell’ufficio provinciale preposto o ci sarà una ulteriore supervisione dei tecnici comunali.
Concordo anch’io sul fatto che la cosa più importante di tutta la questione sia la realizzazione dell’intervento ormai da troppo tempo rinviato....
Cordialmente 11/03/21
👨
Marino   Da Facebook riporto un pertinente commento scritto dall’assessore Valla.
"...Solo una precisazione. L’assessore ai lavori pubblici architetto Daria Mizzi ... ha le competenze tecniche e l’esperienza professionale per seguire i lavori anche se ciò, come giustamente ... precisato, non rientra nei suoi compiti di assessore. Un saluto."  FONTE  12/03/21
👨
Marco   Alla luce degli interessanti interventi sull’aggiudicazione dei lavori di completamento del palazzetto, mi sembrano “ingenerosi” , se non offensivi, i giudizi finali espressi dalla persona professionalmente competente, ancor più perché scritti dopo il comunicato che l’Amministrazione Comunale ha ritenuto di diffondere, laddove, nella parte finale, essa condivide la stessa posizione di Ponteweb “... Assessori e uffici competenti, come sempre, controlleranno sulla corretta esecuzione dei lavori...”.
E’ indiscutibile che la responsabilità di sorveglianza/verifica circa i lavori da eseguirsi compete alla Direzione Lavori incaricata, e che il compito delle Amministrazioni termina nel momento in cui si sono finanziate le opere precedentemente individuate dalla stessa.
Tuttavia, non si può non notare come la nostra Amministrazione pubblicizzi, in prima persona, ogni momento delle fasi di realizzazione delle opere: dal taglio del verde, alle asfaltature, dal tombino riparato, agli interventi del Consorzio di Bonifica, ai recenti interventi eseguiti alla Scuola Elementare, ecc.
In quest’ottica, un’opera, di consistente importo, attesa da anni, per la quale si ottenne un finanziamento a fondo perduto del 75%, senza il quale l’attesa si sarebbe sicuramente protratta, aggiudicata con un “importante” ribasso al limite della soglia consentita, induce ogni cittadino a richiedere un’attenzione ancora più assidua del solito. Ed il cittadino, a chi potrà mai richiederla, se non ai propri rappresentanti?
Il costante contatto con la Direzione lavori, senza scavalcare i rispettivi ruoli, alla ricerca di informazioni sulla qualità dell’avanzamento dei lavori è, a mio avviso, proprio dei rappresentanti dei cittadini.
Sarebbe interessante invece, conoscere l’opinione del professionista, circa un altro passaggio del comunicato, “...Informiamo inoltre che, dall’inizio del nostro mandato, alla quasi totalità degli appalti gestiti internamente dal Comune sono risultate assegnatarie ditte aventi sede all’interno dell’ambito provinciale, di cui buona parte direttamente a Ponte dell’Olio o nei paesi limitrofi...”.
E’ da intendersi come nota di merito a prescindere da come sia stata effettivamente realizzata l’opera?
E’ da intendersi come colpo di fortuna a prescindere da come sia stata effettivamente realizzata l’opera?
E’ forse semplicemente una frase che non andava scritta?
O cosa altro ?
Saluti a tutti.
Marco Boselli 14/03/21
👨
Fabrizio   Caro Marco, ti rispondo volentieri. In primo luogo, mi spiace se il mio commento sia risultato offensivo ma oggettivamente: "Ci auguriamo che l’Assessore ai lavori pubblici vorrà seguire con estrema attenzione l’avanzamento dei lavori verificando, in corso d’opera, che ogni punto del capitolato dell’appalto venga realizzato a regola d’arte." è e rappresenta una stupidaggine colossale e stupisce che si possa continuare a discutere sull’ovvio (ovvio per chi conosce la materia, meno ovvio probabilmente per chi non la conosce ma evidentemente si sente possibilitato a discuterne). E’ evidente, a me e spero non solo a me, che il tenore della notizia ponga in primo piano la provenienza della ditta aggiudicatrice e a partire da questo assunto viene data l’informazione. Ora il completamento dell’opera dipende principalmente dalla qualità del progetto realizzato, dalla capacità di spesa in termini di budget a disposizione e quindi dalla sua realizzazione, non dipende evidentemente dalla provenienza geografica dell’impresa appaltatrice. Anche perché non è detto che l’impresa locale sia qualitativamente migliore di un’altra solo perché appunto locale, e non è nemmeno detto che l’impresa locale operi con personale locale, ed infine non è nemmeno detto che il personale locale sia qualitativamente superiore perché locale. Ovvietà a parte, il mio parere (e non del professionista) sul comunicato del l’Amministrazione Comunale è del tutto negativo, evidentemente per le stesse ragioni; ma è purtroppo assolutamente coerente con la linea politica perseguita dagli attuali componenti amministrazione e questo non mi stupisce, lo trovo davvero contrario ad ogni mia convinzione, ed anche ad ogni mia esperienza professionale. Quello che però mi stupisce davvero è che nessuno abbia commentato in altro senso, e ancor di più mi sorprende che chi ha scritto l’articolo non abbia "aggiustato" il tiro. Non è solo questione di competenza, su ruoli tecnici, ma è questione che attiene a mio parere ad una visione dal mio punto di vista sbagliata, purtroppo trasversale, e al di fuori del tempo che viviamo e in cui operiamo. E tu Marco che sei persona intelligente hai giustamente colto questo aspetto che evidentemente accomuna, almeno sotto questo aspetto, l’attuale maggioranza, che sente la necessità di giustificarsi in tal senso, a Ponteweb. Chiudo, scusandomi per la lunghezza, chiedendo: Se fosse stato aggiudicato l’appalto ad una fantomatica ditta "Ponte srl", con sede locale con il 24% di ribasso avrebbe sollevato tutto ciò? Esistono altre questioni più meramente tecniche a supporto di ciò che affermo, ad esempio sulla possibilità limitata di ricorso al subappalto o sulle qualificazioni necessarie, che però direi possiamo anche tralasciare. Un caro saluto Fabrizio Cadura 17/03/21
👨
Fabrizio   Infine mi sembra opportuno porre l’accento su un’altra questione. L’appalto aggiudicato con quel ribasso d’asta esperite le opportune verifiche tecniche e documentali sull’impresa, verifiche comuni indipendentemente dalla provenienza, permetteranno, in teoria, la realizzazione dei lavori con un cospicuo risparmio per le casse comunali per realizzare l’opera progettata, un risparmio di circa 50.000€, sarà così? Dipende. Dipenderà dalle eventuali riserve mosse al progetto, dipenderà dagli aumenti permessi per incremento dei prezzi dei materiali, cosa che stiamo vedendo in questi giorni. In teoria l’amministrazione potrà decidere se riutilizzare il ribasso d’asta per operare varianti migliorative, più opere, a quel cantiere o eventualmente monetizzarlo per spostarlo su altri capitoli. Dal rapporto Cantone di qualche tempo fa emerge con chiarezza il fatto che statisticamente il riutilizzo di tale ribasso nelle OOPP sia speso per correggere ad esempio carenze di progetto in perizie di variante in corso d’opera, sia fatto abbastanza abituale. Vedremo. Infine mi si consenta un’osservazione sul mio giudizio iniziale sul post, è figlia del mio sentirmi libero di esprimere il mio parere anche in modo duro, duro soprattutto, per affetto nei confronti di chi conosco da anni, anzi credo che mi conosca dal primo giorno della mia vita per legami familiari molto molto forti, legami che nel corso degli anni hanno visto una collaborazione per realizzare cose grandi per il paese alle quali ho partecipato marginalmente, erano gli anni di Tp dove si facevano cose per il bene del paese e le critiche o dibattiti interne evidentemente miglioravano gli approcci e gli esiti. Considero Ponteweb una grande risorsa, critica certamente, e utile al paese; con questo mio intervento, che chiudo, spero di aver dato una lettura diversa a chi redige e porta avanti con grande impegno questa attività, come gliela avrei detta di persona, senza calo di stima alcuno; intervengo se ne vale la pena e sono sicuro che Marino sappia bene di cosa parlo, e con lui mi scuso per la forma, ma non certamente per il merito ela sostanza, se ce ne fosse bisogno. Grazie Fabrizio 18/03/21
👨
Alessandro B.   Da persona che non conosce la materia,ma si sente di poterne parlare/discutere grazie ad un valido strumento che è Ponteweb.Se ho inteso bene dal secondo commento di Fabrizio, la prassi per l’affidamento di opere pubbliche con gara al 25% di ribasso è quella di poter poi utilizzare i soldi risparmiati per sanare eventuali lacune progettuali e/o eventuali aumenti dei prezzi dei materiali utilizzati per realizzare l’opera stessa.
La mie domande sono...chi può muovere eccezioni al progetto presentato dalla ditta che si è aggiudicata l’esecuzione dell’opera?
È frequente/poco frequente/raro/rarissimo che il 25% risparmiato in fase d’asta non basti a coprire l’importo delle modifiche apportate in corso d’opera?
Cordialmente. 18/03/21
👨
Fabrizio   Non è una prassi, è un dato statistico abbastanza noto  FONTE . Non è la ditta che presenta un progetto, ma il Comune (in questo caso) che ha predisposto il progetto tramite il proprio UT oppure incaricando uno o più tecnici (non conosco il dettaglio). La ditta partecipa alla gara offrendo una percentuale di sconto rispetto al prezzo indicato dal progetto, che è stato validato dal responsabile del procedimento e messo a base di gara. L’utilizzo dei ribassi d’asta non è attività rara, ed è del tutto legittima per introdurre migliorie. E’ chiaro che più è dettagliato il progetto meno vi è possibilità che questa cosa avvenga, ed è per questo che affermo che l’impresa ha un ruolo importante, ma che è il progetto ad essere l’attore principale. Poi può succedere sempre di tutto nel mondo delle costruzioni, certamente il ruolo della Direzione dei lavori che ha il compito di verificare che venga attuato il progetto è fondamentale, anche perché è la Dl stessa che approva gli stati di avanzamento lavori, che servono per i pagamenti all’impresa. Anche la DL è nominata dalla stazione appaltante e lavora per essa non per l’impresa, su alcuni appalti (oltre certi importi) si affianca anche il Collaudatore, che controlla ulteriormente il processo. Il mondo dei contratti in regime privatistico su questo aspetto è molto più agile. Fabrizio 19/03/21
👨
Marco   Mi pare di poter dire che gli interventi di Fabrizio, che saluto, abbiano risposto alle varie domande che a noi tutti non addetti ai lavori sono sorte, in merito ai chi competano i controlli sui lavori pubblici in senso generale. Un’ unica precisazione, quando si parla di "monetizzare" il ribasso d’asta per spostarlo eventualmente su altri cantieri, va ricordato che in questo specifico caso siamo in presenza di un contributo a fondo perduto pari al 75%, credo quindi che la stessa percentuale di ribasso vada quindi restituita e rimanga da poter "monetizzare" solo il 25% del ribasso stesso.
Ultimo aspetto da precisare con forza e chiarezza è l’assenza totale di ogni tipo di pregiudizio circa la provenienza dell’aggiudicatario, circostanza alla quale questo blog non è mai venuto meno, che come in ogni altra situazione andrà valutato per quanto dimostrerà e non per dove abbia la sede sociale.
Saluti a tutti.
Marco Boselli 24/03/21
👨👨👨👨👨👨👨👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Concessioni e proroghe

04/07/20 PonteWeb • tag: laghettopescatori palazzettodellosport

19350palazzettodellosport 19350palazzettodellosportIn questi giorni le concessioni del Laghetto pescatori e del Palazzetto dello sport, sono state oggetto di due delibere con cui la Giunta ne ha disposto la proroga  FONTE   FONTE .
Delibere di proroga probabilmente non necessarie in quanto la proroga delle concessioni in scadenza è stata stabilita a livello legislativo con il DL 18/2020 (convertito con modificazioni dalla Legge 27/2020 del 24 aprile 2020) che all’art. 103 (Sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi ed effetti degli atti amministrativi in scadenza) dispone:" … 2. Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, …, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza …"  FONTE 
Attualmente è stabilito che lo stato di emergenza debba cessare il 31 luglio 2020  FONTE  per cui, salvo errata interpretazione della legge, le concessioni del Laghetto pescatori e del Palazzetto dello sport , a far data dal 30/04/2020, sono ex lege valide ed operative fino al 31 ottobre 2020.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Palazzetto dello Sport

03/07/20 PonteWeb • tag: palazzettodellosport

Con la delibera 55 del 30/06/2020 la Giunta ha disposto la proroga della concessione del Palazzetto dello Sport al 30/10/2020.
6402neverend 6402neverendUna concessione “infinita” quella del Palazzetto, dato che da anni vive di “proroghe”.
Nel 2011, a seguito di gara, il Palazzetto dello sport viene dato in concessione fino al 30/08/2013.
• Con la delibera di Giunta 111 del 11/09/2013 la concessione viene prorogata al 30/08/2014  FONTE 
• Con la determina 434 del 22/10/2014 la concessione viene affidata (con affidamento diretto) allo stesso concessionario con scadenza al 30/08/2015  FONTE 
• Con la delibera di Giunta 124 del 10/12/2015 la concessione viene prorogata al 30/03/2016  FONTE 
• Con la delibera di Giunta 103 del 13/09/2017 viene approvato un atto di indirizzo per l’affidamento in concessione per il periodo 2018-2023 ma nessuno partecipa alla gara (determina 352 del 11/09/2018)  FONTE 
• Con la delibera di Giunta 137 del 05/12/2018 vengono approvati i criteri per un nuovo affidamento  FONTE 
• Con la delibera di Giunta 101 del 09/11/2019, la concessione viene prorogata fino all’individuazione di un nuovo contraente e comunque non oltre il 30.06.2020  FONTE 
• Con la delibera di Giunta 55 del 30/06/2020, la concessione viene prorogata fino al 30/10/2020  FONTE .


 👓 Leggi tutto...  
                         

Incarico professionale di altissimo livello: cosa, quando e come?

17/02/20 Marino • tag: palazzettodellosport exsift illuminazionepubblica

Nel Consiglio del 27 dicembre 2019 il Sindaco ha dichiarato: "....la politica fa i conti con la burocrazia, fa i conti con il quadro normativo in evoluzione, e siamo consapevoli che in Italia la certezza del diritto è una chimera. Ma questa amministrazione, volendosi anche tutelare sotto quel punto di vista, sotto il punto di vista degli imprevisti, delle lungaggini e di qualsiasi altro intoppo di percorso vi possa essere, ad esempio per arrivare all'obiettivo della cantierizzazione, ha pensato, nell’anno 2020, di arrivare a un incarico professionale di una persona di elevatissimo livello e di elevatissima competenza, assolutamente ed esclusivamente dedicata a queste tre grosse tematiche (palazzetto, l’exSift e l’illuminazione pubblica ndr) , perché, per noi, arrivare a portare, non a termine, ma iniziare i lavori, quindi concludere l’iter amministrativo entro l'estate o al più tardi l'autunno del 2020, è una priorità assoluta e per quanto ci riguarda politicamente inderogabile, tutte le nostre energie, a sto punto, anche una parte delle risorse del bilancio, perché comunque la consulenza e l’incarico professionale esterno ha un costo, sono incentrate a non perdere tempo, perché questo paese non ha più tempo da perdere ...".
14065dubbio 14065dubbioCiò premesso, alcune domande sorgono spontanee:
- quali saranno le caratteristiche "di elevatissimo livello e di elevatissima competenza" che verranno richieste e valutate per assegnare l'incarico professionale?
- l'incarico avrà ad oggetto solo la componente tecnica, solo la componente giuridica oppure entrambe?
- il bando per la ricerca di tale elevatissima professionalità, quando verrà pubblicato?
- essendo tre attività distinte e con problematiche da affrontare molto diverse, in che modo verrà predisposto il bando al fine di adempiere al principio di rotazione negli incarichi?


 👓 Leggi tutto...  
                         

Palazzetto: concessione a rischio di ulteriore proroga?

13/02/20 Marco • tag: palazzettodellosport allaprossimaproroga

23485prorogaIl 09/11/2020, con la delibera n° 101, la Giunta Comunale di Ponte dell’Olio approvò la proroga della convenzione per la gestione del palazzetto dello sport “fino all’individuazione di un nuovo contraente e comunque non oltre il 30.06.2020  FONTE 
Il 05/02/2020, con la delibera n° 15, la Giunta ha approvato il Piano delle performance, sulla base del quale verrà erogata l’indennità di risultato ai Responsabili dei Servizi  FONTE 
Tra gli obiettivi considerati nel Piano delle performance vi è il “Completamento ed affidamento in gestione Palazzetto dello sport mediante finanza di progetto”. Per questo obiettivo è previsto che il Responsabile del procedimento riceverà il 100% della indennità di risultato se entro il 30/10/2020 avrà affidato la concessione  FONTE 
Ne consegue che, avendo tempo fino al 30/10/2020 per centrare pienamente l’obiettivo, potrebbe essere che la procedura per l’affidamento della concessione non sia terminata al 30/06/2020, giorno in cui cessa l’efficiacia della proroga in vigore.
A quel punto, se così sarà, l’Amministrazione come intenderà muoversi?
Prorogherà per qualche mese all’attuale gestore, (che poi potrebbe non essere quello che si aggiudicherà la concessione, e che quindi potrebbe essere poco stimolato a far partire le varie attività svolte negli anni precedenti e quant’altro senza avere la certezza di poter terminare la stagione nello stesso impianto), oppure fermerà l’impianto fino alla conclusione del procedimento di affidamento in concessione?
Non ci resta che attendere qualche mese per capire se lo sfasamento fra le due date (30/06/2020 e 30/10/2020) comporterà l’inserimento di una nuova riga nell’elenco #allaprossimaproroga.
In quest’ultimo caso, sarà interessante leggere il parere del Segretario Comunale, figura della quale la nostra Amministrazione è alla ricerca, o del Vicesegretario o in alternativa del facente funzioni, che si dovrà esprimere sulla legittimità di tale ulteriore proroga, sarà altresì molto interessante leggere in merito, anche il parere della Responsabile il Servizio Finanziario per capire il suo punto di vista su un’eventuale proroga della proroga della proroga…….
Saluti a tutti.
Marco Boselli

👨
Alessandro Chiesa   Buongiorno a tutti, curioso che a fare le pulci su tale questione sia proprio l’ex-Assessore di un’amministrazione che per il mancato completamento del palazzetto ha una responsabilità enorme.
L’opera in esame, infatti, ha visto l’avvio della propria realizzazione nello stesso anno (2004) in cui Boselli ha iniziato il suo mandato amministrativo e da allora, nonostante le ingenti risorse che il Comune introitava a quel tempo (tra permessi di costruire e vendite patrimoniali), è rimasta nello stato in cui oggigiorno si trova: incompleta, con un primo piano al rustico.
L’attuale amministrazione ha fin da subito avuto le idee chiare in merito, scrivendo nei documenti di programmazione il tipo di procedura per giungere all’affidamento e, al contempo, concludere i lavori sull’immobile. La proroga, come chiunque sa (tranne chi non vuol sapere), serve per garantire il prosieguo della gestione e permettere il passaggio a nuovo contratto. Purtroppo, dal 2013, prorogare è diventato la norma. La nostra volontà, pertanto, è ripristinare una condizione di normalità. La burocrazia, ovviamente, non permette di risolvere le cose dalla sera alla mattina. Ne siamo consapevoli e continuiamo a lavorare per risolvere il prima possibile questa annosa situazione. Cordiali saluti
PS: a proposito di domande cui dovremmo dare risposta, noi aspettiamo ancora che Marco risponda a quelle che gli abbiamo posto relativamente ai derivati finanziari sottoscritti dal Comune durante il suo mandato. Sono certo che arriveranno presto. 13/02/20
👨
Marco   Signor Sindaco, iniziamo dalla fine e precisamente dai derivati finanziari. Leggo che sareste in attesa di una mia risposta. Guardi facciamo così… dato che i “fatti” a lei li hanno raccontati (visto che in quegli anni frequentava la scuola dell’obbligo), ma constatando che vicino a lei, sia in posizione operativa (Responsabile Servizio Finanziario) che in posizione esecutiva (Ass. Bilancio e Patrimonio), ci sono persone che hanno vissuto direttamente quei periodi, ricostruisca lei l’accaduto .
Pubblichi le delibere di Giunta e di Consiglio, complete delle votazioni dei singoli Consiglieri e dei pareri tecnici relativi. Pubblichi gli atti che furono mandati alla Corte dei Conti e i verbali della successiva ispezione. Rendiconti i danni richiesti al Comune di Ponte dell’Olio che in quel periodo, in quota parte amministravo. Produca l’elenco delle entrate che il contratto garantì all’Ente, e produca l’elenco dei costi che gravarono sull’Ente (richiesta di danni e tutto quant’altro trova).
Lei ne ha possibilità e facoltà, ricostruisca tutto lei, o meglio voi, visto che “sareste” in attesa di una mia spiegazione. Io mi fido ciecamente della sua onestà, essendo l’onestà l’unica qualità politica che le riconosco, di quella non dubito minimamente.
Appena avrà i documenti disponibili ci confrontiamo e ne discutiamo apertamente.
Concludo evidenziandole che il mandato che mi ha visto eletto in Consiglio Comunale con delega al Bilancio, si è concluso nell’anno 2009: da allora, e sono passati 11 anni, NON ho ricevuto nessuna richiesta di risarcimento danno patrimoniale arrecato a chichessia; auguro a lei, ai consiglieri e ai fidati componenti della sua Giunta, di poter dire altrettanto fra una quindicina d’anni.
Torniamo ai giorni nostri, perché non bisogna scordarsi che lei è stato eletto per amministrare dal 2019 al 2024, possibilmente con il volto rivolto in avanti.
Torniamo quindi “…alle idee chiare che quest’Amministrazione ha fin da subito avuto….”, rilevando che non sono io che ha scritto nella delibera di Novembre 2019: “e comunque non oltre il 30.06.2020”.
Vede, Signor Sindaco, le menate sulla burocrazia “oppressiva”, che in Italia “non permette di risolvere le cose dalla sera alla mattina”, sono vecchie come il mondo. Se nello scorso Novembre non ne ha o non ne avete tenuto conto, è alquanto preoccupante, indice di uno scollamento con la realtà: a mio parere sarebbe stato più opportuno confessare candidamente che pensavate di poter risolvere il problema in tempi brevi ed invece vi siete resi conto che occorre qualche tempo in più. Nessuno dei nostri concittadini è così sprovveduto da non comprendere queste logiche, così come è sempre più chiaro che il #voltiamopagina, #rivoltiamoilpaese, per essere attuato, e iniziando a conoscere le capacità e l’impegno profuso dalla sua squadra, necessita di tempi lunghi, e, mi permetta, di meno sviolinate social e di più atti concreti e trasparenti. Non dubiti però, su questi ultimi mi troverà sempre ad esporre la mia opinione che, naturalmente non ha la pretesa di attirare la sua attenzione, ma solo quella di offrire alla nostra comunità un punto di vista a volte molto diverso dal suo.
P.S.: mi scuso in anticipo qualora avessi dimenticato qualche maiuscola nel menzionarla; nel caso, attribuisca la dimenticanza unicamente all’ignoranza grammaticale, e non già alla velata intenzione di sminuire il ruolo che lei ricopre.
Saluti a tutti.
Marco Boselli 14/02/20
👨
Black&White   Personalmente, al di là delle schermaglie dialettiche (direi un po’ sterili, perché rivolte soprattutto al passato), sarei già contento se l’annosa questione del palazzetto vedesse una svolta definitiva entro il 30 ottobre..
Se così fosse, daremo atto all’attuale amministrazione di aver centrato un risultato significativo laddove altri, ormai da parecchi anni, non sono riusciti..
Non ci resta che attendere..
Saluti a tutti. 16/02/20
👨
Gigetto   Bisogna centrare per l forza l obiettivo altrimentiil prezioso contributo ottenuto dalla Giunta Copelli andrà perso...Contributo Regionale+Contributo Privato penso nn sia difficile terminare i lavori del Palazzetto..Saluti L.Colla 17/02/20
👨
Marco   Concordo con i post precedenti di blach&white e Gigetto, ossia una effettiva svolta entro il prossimo 30 Ottobre sarebbe salutata positivamente, senza remore di alcun tipo, anche da me; cosi’ come è e sarà giusto attribuire i meriti alle varie amministrazioni (Copelli - Chiesa) che hanno permesso il risultato. Quello che ho più volte sottolineato, e non solo sul tema palazzetto, è l’eccessiva foga di annunciare date, che successivamente si sono dovute rivedere, in alcuni casi prorogando con atti ufficiali, in altri rettificando le date precedentemente annunciate. L’unico intento è quello di indurre a porre maggiore attenzione alle date che si annunciano, in caso contrario sarà inevitabile rimpinguare l’elenco della #allaprossimaproroga.
Saluti a tutti.
Marco Boselli 20/02/20
👨👨👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Palazzetto dello Sport: la storia infinita

12/11/19 Marino • tag: palazzettodellosport amicocomunetrasparente

32255neverend 32255neverendNel 2011, a seguito di gara, il Palazzetto dello sport viene dato in concessione fino al 30/08/2013.
• Con la delibera di Giunta 111 del 11/09/2013 la concessione viene prorogata al 30/08/2014  FONTE 
• Con la determina 434 del 22/10/2014 la concessione viene affidata (senza gara, con affidamento diretto) allo stesso concessionario con scadenza al 30/08/2015  FONTE 
• Con la delibera di Giunta 124 del 10/12/2015 la concessione viene prorogata al 30/03/2016  FONTE 
• Con la delibera di Giunta 103 del 13/09/2017 viene approvato un atto di indirizzo per l’affidamento in concessione per il periodo 2018-2023 ma nessuno partecipa alla gara (determina 352 del 11/09/2018)  FONTE 
• Con la delibera di Giunta 137 del 05/12/2018 vengono approvati i criteri per un nuovo affidamento  FONTE 
• Con la delibera di Giunta 101 di qualche giorno fa (09/11/2019) la concessione viene prorogata fino all’individuazione di un nuovo contraente e comunque non oltre il 30.06.2020  FONTE  (in sostituzione di  FONTE )

Sarebbe interessante conoscere quanto, tra costruzione, ampliamenti, manutenzioni, spese per utenze a carico della collettività, ecc. sia già costato alla comunità il palazzetto e quanti soldi serviranno ancora per terminarlo. Per un cittadino reperire queste informazioni è un'impresa titanica, ma per l'assessore al Bilancio Gabriele Valla, che può accedere con immediatezza ad ogni documento, è un esercizio di routine. Confido sulla sua sensibilità alla trasparenza, per poter conoscere, come collettività, un bilancio complessivo, declinato sulla linea temporale, del capitolo "Palazzetto".

👨
Marco   Con la delibera della Giunta Comunale n° 101 del 09/11/19, apprendiamo che la stessa decide di prorogare l’efficiacia della convenzione per la gestione del palazzetto dello sport, come fatto in precedenza per la gestione del laghetto per la pesca sportiva con deliberazione n° 96 del 23/10/19. Entrambe le deliberazioni inducono a diverse considerazioni, la più immediata è naturalmente la scelta di non bandire gara per l’affidamento in concessione. Emergono poi alcune differenze fra le due deliberazioni, la prima delle quali è relativa al soggetto che controfirma, che pubblica e che ne certifica l’esecutività: nel caso della deliberazione 101, sono a chiedermi che tipo di legittimità possa avere dato che si tratta di persona senza alcun rapporto di lavoro / collaborazione con il Comune di Ponte dell’Olio. Altra differenza è nel testo del parere tecnico, che nel caso del laghetto è : "favorevole", nel caso del palazzetto è: "Si prende atto della decisione dell’Amministrazione comunale in attesa delle determinazioni conclusive del Documento di programmazione per il triennio 2020-2022". In entrambe, manca inoltre il parere del Responsabile il Servizio Finanziario, parere che sarebbe interessante conoscere in quanto le proroghe deliberate hanno evidente impatto sul bilancio dell’Ente. Diciamo che come primo intervento sull’argomento mi sono dilungato anche troppo, rimando al altre occasioni le ulteriori considerazioni sorte leggendo le deliberazioni. Saluti a tutti.
Marco Boselli 13/11/19
👨
San Marco   A proposito di opere incompiute: mi par di capire che il Palazzetto stia a Ponte come il Mose a Venezia. Per vostra fortuna, meno costoso... 14/11/19
👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         
Pagina 1 di 3
 >>> 
Privacy Policy e Disclaimer