PONTEWEB

Ponte dell'Olio

online dal 2004
 Pandemia: clicca qui per le info ufficiali 
Privacy Policy

Contributi COVID di cui abbiamo beneficiato nel 2020

Nella tabella che segue riporto l'elenco dei contributi, per un totale di 833.000 euro, che gli organismi sovraordinati (Governo, Regione, ecc.) hanno assegnato al nostro territorio allo scopo di compensare i sacrifici economici conseguenti alla proclamazione dello stato di emergenza pandemico.

DescrizioneValore €
Esenzioni dall'imposta municipale propria-IMU per il settore turistico - Primo acconto Fondo - articolo 177, comma 2, D.L. n. 34/2020 (Decreto Ministro dell'interno del 22/07/2020)362
Esenzioni dall’imposta municipale propria-IMU per il settore del turismo e dello spettacolo - Saldo Fondo articolo 177, comma 2, D.L. n. 34/2020 e relativo incremento di cui all'articolo 78, comma 5, D.L. n. 104/2020 (Decreto Ministro dell'interno del 10/12/2020) 362
Fondo per il ristoro ai comuni per la mancata riscossione del canone e della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP e TOSAP) - Acconto Fondo di cui all'articolo 181, comma 5, D.L. n. 34/2020 (Decreto del Ministro dell’interno del 22 luglio 2020) 12.773
Fondo per il ristoro ai comuni per la mancata riscossione del canone e della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP e TOSAP) – Saldo Fondo articolo 181, comma 5, D.L. n. 34/2020 e relativi incrementi di cui all'articolo 181, comma 1-quater, D.L. n. 34/2020 e art. 109, comma 2, D.L. n. 104/2020 (Decreto del Ministro dell’interno del 10 dicembre 2020 10.248
Fondo per esercizio funzioni fondamentali - Dl. n. 34 del 19 maggio 2020, art. 106 – Acconto 59.445
Fondo per esercizio funzioni fondamentali - Dl. n. 34 del 19 maggio 2020, art. 106 – Saldo 106.157
Fondo per esercizio funzioni fondamentali - D.l n. 104 del 14 agosto 2020, art. 39 – Incremento Fondo per l'esercizio delle funzioni degli enti locali -acconto 5.707
Fondo per esercizio funzioni fondamentali - D.l n. 104 del 14 agosto 2020, art. 39 - Incremento Fondo per l'esercizio delle funzioni degli enti locali – saldo 33.576
Solidarietà alimentare (OCDPC n. 658 del 29 marzo 2020) 24.954
Solidarietà alimentare (articolo 19-decies, comma 1, D.L. n. 137/2020)24.954
Fondo per la sanificazione degli ambienti di Province, Città metropolitane e Comuni -articolo 114, comma 1, D.L. n. 18/2020 (Decreto del Ministero dell’interno del 16 aprile 2020)17.716
Fondo prestazioni di lavoro straordinario del personale della polizia locale – articolo 115, comma 2, D.L. n. 18/2020 (Decreto del Ministero dell’interno del 16 aprile 2020) 1.721
Fondo comuni ricadenti nei territori delle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza e comune di San Colombano al Lambro – articolo 112, commi 1 e 1-bis, D.L. n. 34/2020 (Decreto del Ministero dell’interno del 27 maggio 2020) 289.052
Centri estivi e contrasto alla povertà educativa – Incremento del Fondo per le politiche della famiglia di cui all'all'articolo 19, comma 1, del D.L. n. 223/2006 previsto dall'articolo 105, comma 3, D.L. n. 34/2020 (Decreto del Ministro per le pari opportunità e la famiglia del 25 giugno 2020) 8.630
Trasferimento comp tassa per occupazione temporanea di spazi ed aree pubbliche art 181 c 1 quater dl 34/20 4.232
Incremento trasferimento compensativo minori entrate tosap (art. 109, c 2, dl 104 20) 4.698
Sanificazione dei locali seggi elettorali (art 34, c 1 dl 104/2020)2.953
Trasferimento dalla regione centri sportivi "lotta alla sedentarietà" - covid 19 2.640
Erogazioni liberali cittadini 1.020
Contributo ATERSIR – Det. n. 154 del 9 settembre 2020 Area Servizio Gestione Rifiuti Urbani7.440
Piano straordinario Regionale di investimenti per i territori più colpiti dal Covid215.000
Totale833.640


A questi valori vanno ad aggiungersi un ACCONTO sul 2021 di € 23.057 come da nota odierna del Ministero degli Interni  FONTE 

Post scritto il 12/04/21 da Marino • tag: fondicovid


 👓 Leggi tutto...  
                         

Ponte dell’Olio beneficerà dello status di comune montano?

18844buoi 18844buoiNel 2015 Ponte dell'Olio è stato riclassificato in zona altimetrica 3 (zona collinare interna) e quindi non è né comune montano né comune parzialmente montano e quindi... zero contributi extra. Inoltre, a causa di questa riclassificazione, i terreni agricoli di Ponte dell'Olio non beneficiano più di esenzioni e riduzioni sull'IMU.
In quel periodo l’attuale Sindaco, allora Consigliere di minoranza, scrisse: "Non è assolutamente possibile che da un momento all'altro due zone svantaggiate come Castione e Montesanto diventino pianeggianti e il Comune "non montano". Ho presentato questa interpellanza anche perché ritengo che non si debbano considerare importanti gli agricoltori e i coltivatori solo in campagna elettorale. Ora io vi chiedo di tenere il fiato sul collo alle varie istituzioni, compresi i parlamentari e i consiglieri regionali piacentini, che competenti li sono.. o almeno, dovrebbero esserlo".
❓ Ad oggi, come sta concretizzandosi il “fiato sul collo” del sindaco pro tempore ?
Che azioni, politiche e formali, sono state e si stanno portando avanti per ottenere la revisione della riclassificazione di Ponte dell’Olio ?
Che, non dimentichiamolo, fa parte di una Unione Montana !!!

Post scritto il 29/03/21 da PonteWeb • tag: comuneparzialmentemontano amicocomunetrasparente


 👓 Leggi tutto...  
                         

Storia di un baratto… in attesa del lieto fine!

5990barattoamministrativosarmato 5990barattoamministrativosarmatoNell’agosto 2015 segnalavamo che il Comune di Caminata (PC) offriva, a coloro che si trovano in difficoltà economica, di pagare Imu, Tasi, Tari, tramite il Baratto amministrativo, svolgendo cioè lavori socialmente utili per il Comune come previsto dall'articolo 24 della legge 164 del 2014.
Seguirono vari post di sensibilizzazione fino a che il 02/02/2016 il Consiglio comunale, su mozione Reboli-Chiesa, impegnò l'Amministrazione a "introdurre il Baratto amministrativo e a definire i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi da parte di cittadini in comprovata difficoltà economica, quale contropartita al versamento dei tributi locali".
Seguirono altri post, ma per veder approvato il Regolamento del Baratto amministrativo si dovette attendere il Consiglio del 27/12/2019 .
Però… c’è un però…. il Regolamento prevede che, affinché il Baratto amministrativo possa essere utilizzato dai cittadini, la Giunta, con specifico atto, debba stabilire “l’ammontare massimo delle agevolazioni concedibili” e debba “individuare le zone/aree del territorio comunale oggetto degli interventi”. Atto che, a distanza di 15 mesi dall’approvazione del Regolamento, ancora non abbiamo visto. Come non abbiamo visto a bilancio l’istituzione del fondo a disposizione per questa nobile e opportuna iniziativa.

Post scritto il 27/03/21 da PonteWeb • tag: barattoamministrativo


 👓 Leggi tutto...  
                         

Lotta all’elusione e all’evasione

14155cadeorecuperatetasse 14155cadeorecuperatetasseIn tre anni, il Comune di Cadeo ha recuperato 682.000 euro di tasse non pagate: 462.000 euro di Imu, 176.000 euro di Tari e 44.000 euro di Tasi. L’Assessore al Bilancio spiega che «Il recupero viene svolto con i dovuti modi, rispettando sempre il contribuente anche se moroso, a cui viene data anche la possibilità di rateizzare. Da un lato non si vuole mettere in difficoltà nessuno, dall’altro però, vogliamo garantire l’equità fiscale per tutti, considerato soprattutto che il mancato incasso dei tributi di pochi grava su tutti. Per questo si è scelto di procedere con un’attività capillare di accertamento e di recupero crediti» (Fonte Libertà del 02/03/2021 a firma Valentina Paderni).
La lotta all’evasione e all’elusione è uno degli obiettivi anche della nostra Amministrazione comunale che, a regime, stima un maggior gettito IMU di circa 100mila euro/anno  FONTE_YOUTUBE .
 Come si sta sviluppando e che risultati sta dando questa iniziativa ?  

Post scritto il 12/03/21 da PonteWeb • tag: amicocomunetrasparente lottaevasione tassazionelocale pressionefiscale

👨
Marco   L’andamento delle attività di contrasto all’evasione e all’elusione condotte dalla nostra Amministrazione potrebbero trovare un palcoscenico importante all’interno delle comunicazioni che solitamente aprono le sedute del Consiglio Comunale, informando in questo modo contemporaneamente i cittadini ed i loro rappresentanti.
Saluti a tutti.
Marco Boselli 14/03/21
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

L'elenco dei contributi COVID a favore del nostro territorio

Nella tabella che segue riportiamo l'elenco dei contributi COVID di cui ha beneficiato il nostro territorio. E' opportuno ricordare che questi contributi (una somma ingente che supera gli 800mila euro), sono arrivati per volontà degli organismi sovraordinati (Governo, Regione, ecc.) al precipuo scopo di compensare i sacrifici economici prodotti dalla proclamazione dello stato di emergenza pandemico.

Contributi COVID a favore del nostro territorio al 31/12/2020Contributo
Fondo Funzioni fondamentali art.106 DL 34/2020204.885
Fondo Zone rosse art.112 DL 34/2020289.053
Fondo solidarietà alimentare49.908
Fondo sanificazione art.114 DL 18/202017.716
Fondo straordinari Polizia locale art.115 DL 18/20201.721
Contributo Regionale realizzazione Centri estivi8.630
Trasferimenti compensativi per minori entrate COSAP art.181 DL 34/202023.021
Perdita di gettito IMU settore turistico art.177 DL 34/2020362
Vaucher Sport per iscrizione a Centri sportivi2.640
Contributo ATERSIR rifiuti Delibera 154/20207.440
Sanificazione dei locali sedi di seggio elettorale art.34bis DL 104/20202.953
Erogazioni liberali dei cittadini1.020
Piano straordinario Regionale di investimenti per i territori più colpiti dal Covid215.000
Totale824.349


Post scritto il 03/03/21 da PonteWeb • tag: fondicovid


 👓 Leggi tutto...  
                         

Come aiutare il commercio in forte difficoltà?

14721fondicovidunionenurechero 14721fondicovidunionenurecheroLibertà di mercoledì 24 febbraio 2021 ci informa che in seno al Consiglio comunale di Carpaneto è vivo il dibattito sulle modalità di aiuto al commercio (aiuto “ulteriore”, dato che l’Amministrazione è già intervenuta in aiuto  FONTE )
Ovviamente anche nel nostro Comune il tema è sentito, dal momento che ben poco è stato fatto (sebbene il Governo abbia assegnato a Ponte somme consistenti di fondi COVID), per quei commerciati, artigiani, imprenditori che hanno avuto il crollo del fatturato a causa delle chiusure COVID (non è certo l’organizzazione di una sagra paesana che può risolvere i problemi delle attività di parrucchiere, estetiste, artigiani e commercianti di certe tipologie di prodotti, e nemmeno i 9.998 euro di sconto globale sulla TARI da suddividere su tutte le attività presenti nel Comune, ivi compresi, ad esempio, i supermercati).
Attività di vicinato che hanno atteso invano la rimodulazione delle aliquote TARI e IMU (dal Programma elettorale: “prevedere aliquote IMU e TARI differenziate per le grosse catene (tradizionalmente tutelate da tutte le precedenti amministrazioni) e le attività a conduzione famigliare, vera anima del nostro Paese”).
Attività che invece hanno subito l’aumento del 21% dell’aliquota IMU ("attività commerciali e di somministrazione rientranti nella categoria C/1 (negozi e botteghe) IMU dal 8,0‰ al 9,7‰ +21%")  FONTE .
Trovare il modo efficace, efficiente ed “equo per aiutare queste categorie, che sono la “vera anima del nostro Paese”, è doveroso.

Post scritto il 01/03/21 da PonteWeb • tag: fondicovid

👨
Marco   "......(non è certo l’organizzazione di una sagra paesana che può risolvere i problemi delle attività di parrucchiere, estetiste, artigiani e commercianti di certe tipologie di prodotti.......)"
Nemmeno se fosse stata l’UNICA DI TUTTA LA PROVINCIA?
A palazzo non sembrano essere dello stesso avviso.
Saluti a tutti.
Marco Boselli
03/03/21
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Orgoglio pontolliese e piacentino che trasuda da tutti i pori !

21535trioliCon non celato orgoglio, così scrive Gianni Trioli nel suo spazio social:"Concluso ieri, in modo impeccabile, il più grande congresso mondiale di sempre sul vino, organizzato proprio da Ponte dell'Olio.
50 ricercatori da 10 paesi vitivinicoli del mondo hanno relazionato a oltre 5500 professionisti del mondo del vino da 70 paesi, in 9 ore di collegamento web con traduzione simultanea in 4 lingue.
Sono numeri enormi, di gran lunga da primato mondiale per il settore del vino. Ammetto la mia enorme soddisfazione per aver portato a termine un'impresa che sembrava all'inizio di gran lunga troppo grande per una piccola società della Valnure.
Il buon esito dell'evento è merito del lavoro di squadra di tutte le 10 persone che lavorano per Vinidea. Ma la perfetta gestione della piattaforma web e di tutto il lavoro di back-office - essenziale ed invisibile quando tutto funziona bene - è da attribuirsi soprattutto dei piacentini di Vinidea: Lisa (Toracchio, la web manager dell'evento), Magdalena (Rodriguez), Ilaria (Libori) e Lorenza (Celaschi, l'altra pontolliese di Vinidea).
Una manciata di piacentini che realizza il più grande congresso al mondo sul vino. Orgoglio pontolliese e piacentino che trasuda da tutti i pori !"

Nemmeno PonteWeb cela l'ammirazione per il prestigioso risultato.

Post scritto il 26/02/21 da PonteWeb


 👓 Leggi tutto...  
                         

Enoforum: un evento mondiale nato a Ponte dell’Olio

2994trioli“Enoforum Web” è il maggior congresso tecnico-scientifico del mondo per il settore vitivinicolo ed è organizzato dalla società Vinidea di Pontedellolio.
Il presidente di Vinidea è Gianni Trioli, vicesindaco di Ponte dell’Olio nella consigliatura Copelli. Trioli è l’ideatore dell’iniziativa che per l’edizione 2021 vedrà la partecipazione, in videoconferenza, di oltre 4mila tra produttori, tecnici enologi e agronomi, ricercatori e fornitori di tecnologie. Il convegno è in calendario dal 23 al 25 febbraio ed è l’evento di settore più grande di sempre al mondo.
Il programma del congresso si basa sui lavori di ricerca all’avanguardia individuati da un Comitato scientifico internazionale, composto quest’anno da 86 ricercatori di 17 differenti Paesi (i lavori saranno tradotti in simultanea in quattro lingue).
Così ci informa Libertà di oggi a firma Nadia Plucani.
Complimenti a Gianni ed ai suoi collaboratori di Vinidea  LINK .
Qui  LINK  il sito ufficiale dell’evento che, dal 2000, si svolge ogni due anni in Italia, in Spagna e in Portogallo (InfowineForum). Nell’anno 2021 sono previsti 3 eventi, di cui il primo on line, Enoforum Web Conference (dal 23 al 25 febbraio) e due in presenza in USA a Sonoma County, California (dal 5 al 6 maggio) e in Italia a Vicenza (dal 19 al 20 maggio).

Post scritto il 19/02/21 da Marino


 👓 Leggi tutto...  
                         

Quale sarà il futuro della Cava di Albarola ?

19746cavaalbarola 19746cavaalbarolaPer Albarola si richiede un ampliamento della zona di concessione tale da poter eliminare un ampia zona boschiva posta sulla sommità della attuale cava ed in futuro estendere la ricerca della marna cementizia sottostante un vigneto dove sono già state condotte perforazioni per accertarne la presenza. In pratica lo strato di terreno da rimuovere è molto ampio stante il fatto che la relazione del geologo della Buzzi Unicem individua la marna a una profondità di 30/40 metri sotto la zona da scavare. Praticamente l’altezza di un edificio di 10 piani. Sparisce una collina e al suo posto si allarga la voragine della attuale cava. Il programma di lavoro prevede la durata di 5 anni di scavi per poter tornare al pieno sfruttamento della marna.
Nel frattempo per il sito di CANOVA si chiede un ampliamento praticamente del doppio dell’attuale area che, previa la eliminazione di un altro bosco, possa consentire di integrare in parte il materiale che non potrà essere estratto da ALBAROLA nei prossimi 5 anni di lavori previsti per abbattere la collina e i boschi.
Per ALBAROLA inoltre si fa richiesta esplicita al Comune di Vigolzone di poter spostare un acquedotto che passa sotto la collina da spianare.
Questo è l’antipasto di un pasto difficile da digerire se ci dovessimo fermare all’impatto paesaggistico.
Le questioni da considerare attentamente sono molte a partire dalle polveri sottili PM10 che saranno generate dai cantieri così come la CO2 prodotta dai mezzi di cantiere e dai camion che trasporteranno per almeno 5 anni la marna da Canova ad Albarola. Ci sarà un impatto notevole anche sul traffico poichè per arrivare al cantiere di Canova l’unica strada è una piccola e tortuosa via in salita e con curve molto strette che lambisce Castelfidardo. Da Canova ad Albarola su e giù per il Bagnolo avremo un traffico quotidiano ed incessante di Camion il cui impatto va calcolato e che pare essere minimizzato dalla Buzzi Unicem.

Questo si legge sulla pagina social del Gruppo di cittadini preoccupati dagli sviluppi delle attività estrattive della Cava di Albarola, cittadini che chiedono trasparenza alle autorità locali per la protezione dell'Ambiente e di un territorio fragile  FONTE .
Su questo tema l'Amministrazione comunale pontolliese, in risposta alla richiesta di ARPAE, ha inviato la comunicazione consultabile su Facebook a questo link  LINK 

Post scritto il 05/02/21 da Marino • tag: cavaalbarola


 👓 Leggi tutto...  
                         

IMU ed elusione

5383toppen“L’IMU. Nel 2020, è un nostro impegno attivare un progetto di incrocio degli stati di famiglia con la residenza effettive delle abitazioni principali. Questo è una sacca nelle quali si nascondono delle elusioni e evasioni, di conseguenza dovremmo avere nel 2021 2022 i primi risultati. Abbiamo sperato fino all'altro giorno, sempre legato alla legge finanziaria, che fosse approvata la norma per la quale ogni nucleo familiare potesse godere di una sola, una sola, abitazione principale. Con questo avremmo risolto già il problema (*) senza doverci impegnare ad andare a fare tutte queste ricerche a livello di stati di famiglia e poi andare a fare le verifiche nelle abitazioni quindi che impegna anche tempo. Comunque questo era un’altra attività che dovrebbe portare a regime una stima del recupero di elusione ed evasione di circa 100mila euro che è circa l’8 per cento del gettito dell'IMU.”  FONTE_YOUTUBE  .
Questo è ciò che comunicava, nel Consiglio comunale del 27/12/2019, l’Assessore al Bilancio Gabriele Valla.
• Una precisazione.
Recuperare 100.000 €/anno di elusione significa che il Comune incasserà 100.000 €/anno in più; non significa l’automatica riduzione della tassazione di chi già paga correttamente l’IMU.
Ci auguriamo quindi che il recupero dell’8% dell’evasione sia contestuale ad una riduzione delle aliquote IMU dell’8% che andrà ad aggiungersi alle ulteriori quote di riduzione dell’IMU che arriveranno dalle promesse: lotta agli sprechi, migliore organizzazione, ecc..
• Un’informazione a beneficio dei nostri lettori.
(*) La Corte di Cassazione si è autorevolmente espressa risolvendo il problema posto dall’Assessore in merito alla “abitazione principale”. Con l’ordinanza 28534 del 15/12/2020 ha stabilito esplicitamente che per godere dell’esenzione IMU occorre che l’immobile sia dimora abituale e residenza anagrafica di TUTTI i familiari.
• Una richiesta all’Assessore.
Come si sta sviluppando e che risultati sta dando il citato progetto di lotta all’elusione e all’evasione?

Post scritto il 25/01/21 da PonteWeb • tag: amicocomunetrasparente tassazionelocale pressionefiscale lottaevasione

👨
Ivir   Una sentenza della Corte di Cassazione non è una legge. Pertanto non verranno mai pubblicati regolamenti nel merito. 25/01/21
👨
Giovanni   Sull’argomento e connessi vorrei fare alcune osservazioni, precisando che non sono né un commercialista né un esperto del settore. Quanto scrivo deriva solo da mie informazioni sull’argomento derivate in parte dall’esperienza, quindi se qualcuno rileverà qualche imprecisione, mi scuso fin d’ora.
1) Ad oggi se due persone di uno stesso nucleo familiare, ad esempio marito e moglie, hanno residenze in comuni diversi per lavoro, opportunismo e simili, ognuno ha diritto all’esenzione IMU nel proprio comune di residenza per la propria quota di possesso. Quindi se i due immobili sono in comproprietà (ciascuna unità al 50% tra marito e moglie) ognuno pagherà l’IMU sulla sua metà dell’immobile sito nell’altro comune. La situazione peggiore ai fini della cosi detta “elusione” si ha quando ognuno possiede l’intera proprietà dove risiede; caso non sempre frequente.
2) Il fenomeno delle “doppie” residenze per eludere l’IMU, se da un lato toglie risorse al comune, dall’altro incide e potrebbe incidere in futuro, anche sul numero degli abitanti. Mi spiego: qualora l’esenzione IMU fosse possibile solo su una residenza, le persone sarebbero costrette ad optare per un solo comune; con quale criterio ? penso che il primo sarebbe di scegliere la residenza nel comune dove possiedono l’immobile con la rendita catastale maggiore e/o dove l’aliquota è più alta così da avere un maggior risparmio. Pertanto la situazione potrebbe avere ripercussioni imprevedibili sul numero degli abitanti, specialmente per i piccoli comuni di collina e montagna; non so se Ponte dell’Olio ne trarrebbe beneficio.
3) Canone TV: per ogni residenza si paga il canone che viene addebitato sulla bolletta dell’energia elettrica; quindi il solito marito e moglie che hanno due residenze diverse pagano due tasse TV. Se avranno una sola residenza pagheranno un solo canone, dato che l’altro immobile diventa seconda casa e quindi non soggetto a tassa televisiva. Potremmo osservare che quei soldi vanno alla stato e non direttamente al Comune, ma siamo pur sempre in Italia.
4) Ticket sulle prestazioni sanitarie: nella nostra regione i già citati marito e moglie che hanno residenze diverse, ai fini dell’eventuale codice di esenzione, devono sommare i loro redditi. Pertanto le due distinte residenze non contano nulla.
5) Da ultimo; con riferimento ai punti 3) e 4): perché per il canone TV si considerano due nuclei familiari separati e per il ticket sanitario uno solo ? Sempre “pro domo sua” ! dello Stato ovviamente !
In conclusione ritengo che sarebbe ora di mettere un po’d’ordine dappertutto: tassazioni e simili comprese; il tutto, comunque, dopo aver considerato e ponderato a fondo ogni aspetto del nuovo provvedimento. 27/01/21
👨
Marco   Le osservazioni esternate in merito all’argomento “elusione IMU” sono pertinenti e indicative di riflessioni in merito.
Condivido l’affermazione di lvir: “una sentenza della Corte di Cassazione non è una legge”. Evidenzio però che le sentenze della Corte sono autorevoli interpretazioni di legge vigente, chiariscono cioè i dubbi sui comportamenti che la Legge chiede al cittadino e sugli effetti che la Legge produce.
Il commento di Giovanni fa un’analisi dettagliata, e a parer mio condivisibile, degli scenari complessivi, non solo con riferimento all’IMU, che si vengono a creare nel caso di doppie residenze riferibili ad un unico nucleo familiare.
Tuttavia il post di PonteWeb parte da una considerazione pubblica fatta durante la seduta del Consiglio Comunale del 27 dicembre 2019 con la quale l’assessore Valla assumeva l’impegno di attivare un progetto che portasse ad un recupero di 100.000 €/anno sul tributo IMU. In tale occasione, egli diceva di sperare in una norma che facilitasse il raggiungimento dell’obiettivo del progetto (ma, come abbiamo visto, la Corte di Cassazione ha chiarito come debba essere interpretata la Legge esistente), comunque confidava di raggiungere ugualmente l’obiettivo.
Ad oggi, inizio 2021, che consuntivo possiamo trarre dalle attività svolte nel 2020 ?
Il progetto è stato realizzato con risorse interne oppure è stato affidato all’esterno?
Quanti sono stati nel 2020 gli avvisi emessi? Relativamente a detti avvisi, quale è l’importo accertato e quale è l’importo incassato?
In altre parole, sarebbe opportuno che l’Assessore, a distanza di oltre un anno dall’impegno preso, facesse il punto sulla situazione informando la cittadinanza con ogni elemento che permetta di seguire con TRASPARENZA le attività svolte e l’evoluzione del progetto.
Lo ringraziamo fin da ora.
Saluti a tutti
Marco Boselli 28/01/21
👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Genesi e futuro di una stangata

2733imustangata 2733imustangataLibertà di oggi dà evidenza alla “stangata” che è stata data al commercio pontolliese.
Perchè Ponte ha ricevuto questa attenzione mediatica?
Probabilmente perchè negli altri comuni non era stata significativamente differenziata un’aliquota specifica per agevolare botteghe e negozi per cui l’accorpamento delle aliquote non ha modificato l’impatto sul contribuente.
Cosa significa questo?
Se così fosse, significa che l’Amministrazione Copelli aveva creato una aliquota molto bassa (-20%~) per sostenere il commercio pontolliese. Così come aveva creato un’aliquota più bassa per favorire le abitazioni date in uso gratuito ai famigliari.
E quindi adesso ?
Siamo certi che l’attuale Amministrazione si impegnerà a trovare il modo di deliberare agevolazioni per i commercianti, non necessariamente sul capitolo IMU ma anche in altri ambiti, a compensazione della attuale “stangata”.
Così come troverà il modo di agevolare chi ha aree fabbricabili (oggi senza mercato) e chi ha dato in uso gratuito l’abitazione ai figli o ai genitori.

Post scritto il 05/01/21 da PonteWeb • tag: pressionefiscale tassazionelocale

👨
Tacito   A proposito di agevolazioni per i commercianti: chissà quanti sono proprietari dei propri locali (dunque soggetti alla stangata Imu) e quanti in affitto. Nel secondo caso i toccati dal provvedimento non sono i commercianti ma i proprietari dei muri... 05/01/21
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Anche nel 2021 il “12° mese” verrà pagato con i tributi necessari per compensare gli “sprechi di denaro pubblico”

11244maniintasca 11244maniintascaOsservando i valori scritti nel Bilancio di previsione deliberato nel Consiglio del 18/12/2020, si rileva che anche nel 2021, come già avvenuto nel 2019 e nel 2020, il 12° mese verrà ancora pagato con i "contestati" aumenti di Addizionale IRPEF e IMU deliberati dalle amministrazioni Spinola e Copelli.
In detto Bilancio (che prevede Spese correnti per € 2.925.000 corrispondenti a ~ € 240.000 al mese):
- le Entrate correnti riferite all’Addizionale IRPEF ammontano a € 405.000; di cui ~ € 270.000 sono riconducibili al citato aumento contestato all'Amministrazione Spinola
- le Entrate correnti riferite alla IMU ammontano a € 1.275.000; di cui ~ € 100.000 sono riconducibili al citato aumento contestato all'Amministrazione Copelli.
Ne deriva che i tributi riferibili agli aumenti deliberati dalle amministrazioni Spinola e Copelli valgono 370.000 euro e quindi... dobbiamo annotare che anche nel 2021, oltre un mese di spesa corrente (stipendi, acquisto beni e servizi, manutenzioni, consulenze, ecc.) verrà ancora coperto con gli aumenti deliberati dalle Amministrazioni Spinola e Copelli.
Speriamo che al più presto venga avviato il “taglio degli sprechi di danaro pubblico che hanno caratterizzato gli ultimi anni” al fine di rendere non più necessario tassare i pontolliesi con la quota di imposizione riferibile alle Amministrazioni Spinola e Copelli.

Post scritto il 04/01/21 da PonteWeb • tag: pressionefiscale addizionaleIRPEF dodicesimomese


 👓 Leggi tutto...  
                         

Le legittime scelte politiche sull’IMU

17163ele19volantinochiesa 17163ele19volantinochiesaCome abbiamo appreso dall’ultima seduta di Consiglio Comunale (18/12/20), sono state approvate nuove categorie ed aliquote dell’Imposta Municipale Unica (IMU).
La nuova legislazione in materia (Legge 160/2019) prevede l’accorpamento della TASI, nel nostro caso ad impatto nullo, e la riduzione delle categorie alle quali applicare le imposte che il Consiglio Comunale ogni anno approverà. Quindi l’obbligo di legge è la semplificazione nelle casistiche possibili, non entrando nel merito del gettito, anche perché quasi totalmente spettante all’Ente locale.
Ascoltando l’intervento dell’Assessore Valla, si percepisce la difficoltà riscontrata nell’addivenire alla proposta portata in Consiglio, ovviamente provando e riprovando l’impatto di varie simulazioni su gettito e contribuenti. E’ un’attività piuttosto delicata che necessita di un certo sforzo. Lo si sa e lo si sapeva anche negli anni precedenti. Non intendo commentare le scelte “politiche” sulle aliquote, ognuno avrà in merito la propria opinione, ma alcune frasi, direi simboliche, dell’intervento dell’Assessore e della sua replica al Consigliere Rossi meritano di essere evidenziate.
• Al minuto 30’25” si ascolta: “...noi come abbiamo proceduto… dovevamo (volevamo !!! ndr) trovare una soluzione che non andasse a incrementare, aumentare il gettito, peggiorando quindi quella che era l’imposizione fiscale….per avere un’invarianza del gettito”  FONTE_YOUTUBE 
• Al minuto 66’ 30” il concetto viene replicato: “…ci rendiamo conto che è penalizzante….lavorare sul mantenimento del gettito invariato…NON SIAMO RIUSCITI A CAVARE IL RAGNO DAL BUCO…”  FONTE_YOUTUBE 
Ne sono convinto! Dover intervenire sulle aliquote non è mai “politicamente” semplice, quando poi ci si presenta alle elezioni con gli argomenti riportati nel volantino elettorale qui a lato, e al secondo Bilancio di previsione si sente ancora parlare di notevoli sforzi per mantenere il gettito precedente, ossia il risultato di chi “…HA MESSO LE MANI IN TASCA AI PONTOLLIESI!.…”, si fatica a dissimulare le contraddizioni che straripano in tutta la loro evidenza.
Saluti a tutti
Marco Boselli

Post scritto il 30/12/20 da Marco • tag: pressionefiscale tassazionelocale


 👓 Leggi tutto...  
                         

IMU: “stangata” del +21% a negozi e botteghe

18637imu20202021 18637imu20202021Nella riunione del 18/12/2020 il Consiglio comunale ha deliberato le aliquote IMU che entreranno in vigore dal prossimo 1 gennaio (la tabella evidenzia le variazioni deliberate).
In particolare, è stata diminuita del 1% l’aliquota delle abitazioni non rientranti nel concetto di abitazione principale (passata dal 9,8‰ al 9,7‰).
Sono state invece aumentate le aliquote relative:
- alle abitazioni concesse in comodato gratuito a parenti in linea retta fino al secondo grado e alle aree fabbricabili (dal 9,0‰ al 9,7‰ +8%)
- alle attività commerciali e di somministrazione rientranti nella categoria C/1 (negozi e botteghe) (dal 8,0‰ al 9,7‰ +21%)
Delibera relativa al 2020  FONTE  - Delibera relativa al 2021  FONTE 
Ricordiamo che dal 01/01/2021 la Legge impone l’accorpamento delle ultime quattro aliquote descritte in tabella, ma parimenti permette (lasciando la decisione “politica” agli Amministratori locali) la riduzione delle aliquote fino al loro completo azzeramento (tranne che per l’aliquota relativa agli immobili di categoria catastale D: opifici, alberghi e pensioni, case di cura ed ospedali, istituti di credito, ecc.)(vedi colonna “Aliquota minima ammessa”).
A questi link è possibile ascoltare:
- l’intervento dell’Assessore al Bilancio  FONTE 
- un ulteriore intervento dell’Assessore al Bilancio  FONTE 
- l’intervento del Sindaco  FONTE 

Post scritto il 27/12/20 da PonteWeb • tag: imu pressionefiscale

👨
Procuste   Quasi un ritorno ai primi anni dell’Ici (introdotta nel 1993), quando i Comuni stabilivano un’unica aliquota (tra il 4 e il 7 per mille) da applicare alla base imponibile, valida per tutte le fattispecie immobiliari. Solo verso la fine degli anni Novanta si consentì loro di diversificarle... 30/12/20
👨
San Tommaso   A proposito di Imu: a Ponte, quante sono le prime case che pagano l’imposta in quanto considerate abitazioni di lusso (categorie catastali A1, A8 e A9)? Chissà che non ci sia qualche dato statistico in merito... 12/01/21
👨
Fabrizio   Potresti “metterci il naso” e fare le visure di ogni immobile, in sei mesi potresti cavartela è tutto on line e gratuito. La statistica italiana 2019 A/1 0,095% - A/8 0,098% - A/9 0,007 %. Statistica regionale 2017 per la provincia di Piacenza A/1 0,15% (268 immobili) - A/8 0,27% (492) - A/9 0,06% (110).
Fabrizio Cadura 18/01/21
👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Ripartiti altri fondi COVID per i Comuni

25371piovpolpNella Conferenza Stato Città del 12/11/2020 è stata approvata la ripartizione di altri fondi COVID ai Comuni. Ponte dell’Olio riceverà:
- per conguaglio Tosap-Cosap Pubblici esercizi (art. 181, co.1 e 5, del D.L n. 34/2020 e DM 22/7/2020) € 1.318
- per incremento Tosap-Cosap pubblici esercizi (art. 109, co. 2, del D.L. n. 104/2020) € 4.698
- per Tosap-Cosap Commercio ambulante (art. 181, comma 1-quater del D.L. n. 34/2020 ) € 4.232
- per IMU - Settore turismo e spettacolo 20 (art. 177, co. 1-lett.b-bis, del D.L. n. 34/2020 e art. 78, co. 1, del D.L. n. 104/2020) € 362
per un totale di € 10.610
 FONTE 

Post scritto il 26/11/20 da PonteWeb • tag: fondicovid


 👓 Leggi tutto...  
                         

C’eravamo tanto amati… per un anno o forse più...

10913dup2021aliquote 10913dup2021aliquoteConfrontando il DUP2020 con quello appena approvato dalla Giunta, si rileva che nella sezione Tributi e tariffe dei servizi pubblici è stato tolto un frammento di frase politicamente molto coinvolgente.
Nell’immagine sono riportate le due versioni a confronto.
E’ noto che la campagna elettorale è stata giocata anche sulla non velata critica ai competitori di aver aumentato le aliquote IRPEF (da 0,2% a 0,6%) e IMU (da 0,9% a 0,98%), perché incapaci di perseguire interventi correttivi sul lato delle uscite.
La rimozione del riferimento evidenziato nell’immagine potrebbe far pensare che ora non vi sia più interesse prioritario a togliere le mani dalle tasche dei pontolliesi (e cioè a riportare l’addizionale IRPEF allo 0,2% e l’IMU allo 0,9%) compensando il minor gettito anzitutto con il "taglio degli sprechi di danaro pubblico che hanno caratterizzato gli ultimi anni".
Per fugare questo dubbio, qualora lo ritenessero opportuno, gli Amministratori hanno facoltà di cogliere l’occasione per spiegare meglio le proprie scelte in merito.

Post scritto il 10/10/20 da PonteWeb • tag: dups addizionaleIRPEF pressionefiscale


 👓 Leggi tutto...  
                         

Attività di contrasto all'evasione fiscale

1321ominosottosopraNel DUP2021 non è più prevista l’attività di contrasto all'evasione fiscale, che invece era presente nel DUP2020 ove era scritto: “Per il triennio 2020/2022 l'obiettivo è di proseguire e implementare l'attività di contrasto all'evasione fiscale, operando un'attenta e mirata azione di controllo sui dati in possesso dell'Ente”.
In occasione del Consiglio del 27/12/2019 l’assessore Valla, presentando il “Piano di riduzione della fiscalità generale”, tra le principali voci di bilancio funzionali alla riduzione della pressione fiscale nel triennio 2020 - 2022 indicò in 100mila €/anno il recupero derivante dalla lotta all’elusione e all’evasione della sola IMU. Si trattava quindi di recuperare ingenti somme, e certamente non dalle tasche dei cittadini onesti.
L’obiettivo non figura più perché è già stato raggiunto nel 2020, oppure…?

Post scritto il 06/10/20 da PonteWeb • tag: giravoltapolitica dups


 👓 Leggi tutto...  
                         

Raccolta stracci e indumenti usati

17655raccoltaindumentiusati 17655raccoltaindumentiusatiL’Amministrazione comunale, dopo aver inoltrato alla ditta proprietaria dei raccoglitori di vestiti posti in Via Fioruzzi e in Via Genova varie “segnalazioni circa il disordine e l’incuria venutasi a creare nell’intorno dei raccoglitori”, in data 12 giugno 2020 sollecitava la ditta stessa a “rimuovere detti contenitori entro e non oltre 7 giorni dal ricevimeno della presente, pena l’inibizione dei conferimenti e la rimozione coattiva dei contenitori medesimi”  FONTE   FONTE .
Di giorni ne sono passati non sette ma novantasette e la situazione è quella che si vede nelle foto.
A margine chiediamo che sia reso noto ai cittadini il valore della COSAP annualmente addebitata alla ditta proprietaria per l’utilizzo di suolo pubblico.

Post scritto il 17/09/20 da PonteWeb • tag: amicocomunetrasparente raccoltaindumenti

👥
PonteWeb   Sul social Facebook, in coda al lancio di questo post, il Sindaco ha così commentato: "Buonasera, intervengo come sempre per sgombrare il campo dalle (poco) velate insinuazioni di questo sito circa la poca operosità e attenzione a tal genere di cose da parte degli uffici comunali, ovviamente senza neanche prima cercare di approfondire l’andamento degli eventi. L’ordine di rimozione dei raccoglitori è stata un’extrema ratio a cui siamo ricorsi, dinanzi alla quale la ditta installatrice ci ha più volte rassicurato sulla corretta ripresa delle attività nel corso delle settimane (cosa parzialmente avvenuta). Nell’ultimo mese la situazione è tornata di nuovo alle condizioni che ci hanno portato alla scrittura, ragion per cui entro fine mese si provvederà alla irrevocabile e definitiva rimozione.
Questo dovevo per trasparenza verso la cittadinanza, auspicando che quanto prima finisca il tempo delle mezze verità (o falsità, a seconda del punto di vista), delle notizie piegate a proprio piacimento, delle informazioni parziali e, più in generale, di un presunto "servizio" verso i pontolliesi che ha quale unico scopo non quello di contribuire a risolvere i piccoli problemi del paese, ma sbandierarli ai quattro venti per tentare di colpire un’amministrazione non di proprio gradimento, facendo cosi non tanto un danno a noi (sbaglia chi fa e noi sbagliamo sicuramente tanto, tutti i giorni!), ma un grave torto di immagine a Ponte dell’Olio.
Differenza sostanziale tra chi vuol bene al proprio territorio e chi no.
Un abbraccio affettuoso!
" 18/09/20
👨
Marco   Nell’intervento del Sindaco di cui sopra, lo stesso riferisce di “…velate insinuazioni di questo sito circa la poca operosità e attenzione a tal genere di cose da parte degli uffici comunali,….”.
Pur rileggendo più volte il post, non ho trovato nessuna insinuazione, ne velata, ne alla luce del sole, agli uffici comunali. Ho trovato invece il riferimento ad una ingiunzione di rimozione firmata dal Sindaco stesso. “Questo sito”, come definito dal Primo cittadino, intendeva evidenziare che quella missiva, la quale intimava 7 giorni per adempiere, giaceva lettera morta da ben più tempo.
Nessuna velata insinuazione nei confronti degli uffici comunali, anzi l’impressione è che gli stessi subiscano sconfinamenti nelle attività di propria competenza ad opera degli amministratori, ai quali è demandata la progettualità e non l’operatività.
Sulla seconda parte dell’’intervento del Sindaco, essendo un’elenco di sue opinioni personali, che va dalle “…mezze verità …(o falsità….)…delle notizie piegate a piacimento… al presunto servizio… al danno di immagine al paese…” non entro nel merito perché ognuno ha diritto a pensarla come crede, ma sbandierare l’intervento come dovuto per “trasparenza”, questo è troppo. La trasparenza non tiriamola per la giacchetta, perché se c’è un argomento politico in cui l’attuale Amministrazione non brilla (anzi) è proprio quello della trasparenza. Sull’argomento trasparenza, questa amministrazione, assolve si e no il minimo di legge, ignora ogni tipo di richiesta pubblica di informazioni sulle delibere, così come ignora di fornire chiarimenti sui temi sollevati dalle persone tramite “questo sito”. Quindi, tutto legittimo, ma perlomeno il Sindaco non si appunti la medaglia della trasparenza, risulterebbe troppo anche per le pazienti genti pontolliesi.
Saluti a tutti.
Marco Boselli 18/09/20
👨
Marino   I raccoglitori di vestiti posti in Via Fioruzzi e in Via Genova oggetto di varie “segnalazioni circa il disordine e l’incuria venutasi a creare nell’intorno dei raccoglitori”, sono stati rimossi.
Indumenti usati, scarpe (appaiate e allacciate insieme), borse, stracci o strofinacci, ritagli e scarti di stoffa, ecc. possono essere conferiti presso la Stazione ecologica. 02/10/20
👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Lotta alla zanzara tigre

12109zanzaratigreIl Comune di San Giorgio ha iniziato in questi giorni i trattamenti degli spazi pubblici finalizzati alla lotta alla zanzara tigre.
In attesa che anche a Ponte dell'Olio vengano avviati i trattamenti sugli spazi pubblici, iniziamo ad avere cura dei nostri spazi privati.
Ecco alcune regole da seguire per evitare la proliferazione di zanzare e pappataci:
- elimina i sottovasi e dove non è possibile evita il ristagno d’acqua al loro interno
- tratta periodicamente con prodotti larvicidi tombini e altri ristagni non eliminabili
- rimuovi sempre gli sfalci d'erba e tieni il giardino pulito
- non lasciare gli annaffiatoi e i secchi con l'apertura rivolta verso l'alto
- controlla periodicamente le grondaie mantenendole pulite e non ostruite
- tieni pulite fontane e vasche ornamentali, eventualmente introduci pesci rossi che sono predatori delle larve di zanzara tigre
- svuota settimanalmente e tieni puliti gli abbeveratoi e le ciotole per l'acqua degli animali domestici
- non lasciare acqua nelle piscine gonfiabili e in altri giochi che lasci in giardino
- copri le cisterne e tutti i contenitori dove si raccoglie acqua piovana
- nei cimiteri sostituisci l'acqua dei vasi portafiori con sabbia umida.

Post scritto il 06/05/20 da Marino • tag: zanzaratigre


 👓 Leggi tutto...  
                         

Economia locale: si può aspettare… oppure si può agire…

27449fattinonparoleLa Giunta del Comune di San Pietro Avellana (IS), in Alto Molise, con una delibera del 29/04/2020, ha attivato cinque misure pratiche e subito applicabili per sostenere le imprese del suo territorio e, di conseguenza, dell’intera comunità.
1) Sostegno alle imprese a fondo perduto
Il Comune mette a disposizione proprie risorse per le imprese che a marzo e ad aprile hanno subito la chiusura dell’attività o una sostanziale e forte diminuzione del fatturato. Una misura complementare a quella messa in campo dal governo.
2) Taglio delle tasse
Taglio delle tasse comunali, riducendo le imposte, come la TARI, le spese idriche, l’IMU e il TOSAP, la tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche. Non si tratta di una rateizzazione o di un allungamento dei tempi di pagamento, ma di un vero e proprio abbattimento delle imposte per quanti hanno subito perdite economiche significative.
3) Suolo pubblico gratis
Per aiutare le attività turistiche e ricettive, garantendo il distanziamento sociale, l’uso del suolo pubblico comunale per posizionare tavolini all’aperto e gazebo in modo temporaneo sarà ampliabile e gratuito.
4) Risorse a fondo perduto per le nuove imprese
Grazie al fondo integrativo dei comuni montani, i nuovi imprenditori avranno risorse a fondo perduto per tutto il 2020.
5) Il negozio online del paese
È in via di realizzazione una piattaforma web, un negozio online del paese, che metterà in rete, tramite un e-commerce, tutte le attività commerciali che vendono prodotti tipici. Con la creazione di un unico brand ed un sito web integrato ad attività di comunicazione affinché sia funzionale ed appetibile sul mercato.
La Giunta di questo piccolo comune, 480 abitanti, dà un esempio concreto di ripartenza, ponendosi in prima linea nella ricerca di soluzioni.

Post scritto il 06/05/20 da PonteWeb • tag: coronavirus


 👓 Leggi tutto...  
                         
Pagina 1 di 7
 >>>