PONTEWEB

Ponte dell'Olio

online dal 2004

C’è chi dà… e c’è chi prende !

23/11/21 Marino • tag: fondoincentivante

22964mamifacciailpiacereOgni anno, una parte della TARI che paghiamo viene accantonata in un fondo regionale denominato Fondo d'ambito.
Questo fondo è poi ripartito tra quei Comuni che mettono in atto azioni virtuose per la riduzione dei rifiuti. Ne abbiamo parlato qui  LINK 
In questi giorni ATERSIR ha assegnato una porzione del fondo anzidetto (linea LFB3) a due Comuni piacentini che hanno presentato progetti finalizzati alla riduzione dei prodotti monouso nelle scuole: € 5.525 a Fiorenzuola; € 7.366 a Besenzone.
Il nostro Comune non ha presentato alcun progetto finalizzato alla riduzione dei rifiuti di cui alla linea di ripartizione LFB3  FONTE_PDF 
Perchè è importante ridurre l’utilizzo dei prodotti in plastica monouso?
Perché la Regione, con l'intento di stimolare i Comuni a migliorarsi sul tema ambientale, ha deliberato che: "potranno accedere ai contributi del Fondo d’Ambito solo i Comuni che possono dimostrare di aver messo in atto azioni per la riduzione dei prodotti in plastica monouso" FONTE  punto 12 a pag.19).


 👓 Leggi tutto...  
                         

Tariffazione puntuale e opportunità perse

27/07/21 Marino • tag: tariffapuntuale fondoincentivante

23972mamifacciailpiacereE' stata approvata la ripartizione del "Fondo d’Ambito di incentivazione alla prevenzione e riduzione dei rifiuti" linea LFA di cui alla L.R. 16/2015 (contributi riconosciuti a favore dei comuni virtuosi).
Ecco quali sono i comuni piacentini che ne beneficeranno nel 2021: Carpaneto Piacentino € 14.515, Cortemaggiore € 9.887, Podenzano € 31.781, San Giorgio Piacentino € 11.757, San Pietro in Cerro € 1.546 (tutti comuni che hanno avviato la tariffazione puntuale).
Il fondo è stato alimentato maggiorando la bolletta TARI di ogni cittadino per cui i pontolliesi hanno pagato di più per poter far pagare di meno i podenzanesi, i magiostrini, i sangiorgini, ecc. FONTE_PDF 


 👓 Leggi tutto...  
                         

Ponte dell'Olio dà, Podenzano riceve.

13/12/18 Marino • tag: tariffapuntuale fondoincentivante

ATERSIR ha approvato la ripartizione del "Fondo d’Ambito di incentivazione alla prevenzione e riduzione dei rifiuti" di cui alla L.R. 16/2015 .
Il fondo verrà alimentato maggiorando la bolletta TARI di ogni cittadino.
I soldi prelevati con la TARI verranno poi utilizzati per ridurre la bolletta dei cittadini che abitano nei comuni virtuosi.
Ecco quali comuni piacentini ne beneficeranno nel 2019:21118gs Podenzano 64.807 € - San Giorgio 22.529 - Cortemaggiore 19.709 € - San Pietro in Cerro 3.581 € - Ziano 2.882 € - Gropparello 2.852 € - Cadeo 1.667 € - Alseno 1.308 € - Besenzone 1.279 € - Carpaneto 611 €  FONTE .
I pontolliesi, quindi, nel 2019, avranno pagato un poco più di TARI per poter far pagare un poco meno di TARI ai podenzanesi, ai magiostrini, ai sangiorgini, ...

👨
John Connor   Sono indici che mentono in quanto paragonano territori con grosse diversità tra di loro. Aumentare la differenziata a Ponte vuol dire farla in tutte le frazioni anche quelle più lontane dal capoluogo. Pensiamo a cosa può voler dire mandare un camion a prendere la carta o l’umido in val Riglio.... Certo che a Podenzano è facile.....
14/12/18
👨
Marino   Gli indici NON mentono. Il listino dei servizi NON varia in funzione delle distanze percorse dagli automezzi. A dimostrazione allego il confronto dei preventivi 2018 relativi ai comuni di Podenzano e di Ponte dell’Olio (e anche di Ferriere per rendere più significativo ciò che affermo)( http://www.ponteweb.it/img/PEFcosti2018.ods foglio elettronico 40 kbB). Come si può vedere dai preventivi, i valori unitari dei servizi NON sono legati alle distanze e sono uguali per Podenzano come per Ferriere. La difficoltà di fare la differenziata che ha il cittadino di Ponte è analoga alla difficoltà che ha il cittadino di Podenzano. II listino prezzi che viene applicato al cittadino di Ponte è lo stesso che viene applicato a Podenzano piuttosto che a Ferriere. Le differenze tra Podenzano e Ponte sono almeno due (e qui esprimo un’opinione): la sensibilità ai temi ambientali dei cittadini e, soprattutto, il fatto che le due Amministrazioni hanno atteggiamenti diversi sul tema Rifiuti. 14/12/18
👨
John Connor   Credo che mandare un camion in giro per l’appennino a raccogliere cartone e umido costi talmente tanto da rendere vano qualsiasi beneficio dall’aumento della frazione differenziata.
E’ una semplice valutazione costi benefici.
14/12/18
👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Rifiuti TARI: approvata la ripartizione del Fondo incentivante

15/05/18 Marino • tag: fondoincentivante

Ogni cittadino della provincia paga, nella TARI, una quota che va a finire in un "fondo" (detto incentivante) che viene poi ripartito tra i soli cittadini che vivono nei comuni virtuosi. Per l'anno 2018, le quote pagate da tutti i cittadini della provincia andranno a ridurre la TARI dei cittadini dei comuni virtuosi di: Piacenza € 447.600; Podenzano € 49.731; Carpaneto € 33.045; San Giorgio € 14.019; Cortemaggiore € 27.651; Fiorenzuola € 53.294; Gropparello € 2.756; Pianello € 6.023; Bobbio € 9.689; Borgonovo € 7.483; San Pietro in Cerro € 4.945; Ziano € 4.039 (  FONTE  pag.6).10656toto
Entro il 31 maggio dovremo pagarla, la TARI, e... come mi brucia dover pagare con la mia TARI anche una parte della TARI dei cittadini dei comuni di Piacenza, di Podenzano, di Carpaneto, di San Giorgio, ...
Ricordo inoltre che da quest'anno l'ecotassa che si paga all'interno della TARI: viene ridotta del 30% ai cittadini dei comuni che superano il 65% di raccolta differenziata. Viene ridotta del 40% ai cittadini dei comuni che superano il 75%, del 50% ai cittadini dei comuni che superano il’80%, del 60% ai cittadini dei comuni che superano il 85%, del 70% ai cittadini dei comuni che superano il 90%.
Entro il 31 maggio dovremo pagarla, la TARI, e... come mi brucia dover pagare un'ecotassa mooolto più pesante rispetto a quella che pagheranno i cittadini di Podenzano, ecc.

👨
Ruud   O specchio delle mie brame, chi è il più virtuoso del reame? Sarebbe interessante conoscere i nomi dei comuni che nella nostra Regione fanno più del 90% di raccolta differenziata... 15/05/18
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Rifiuti: è bene sapere che...

13/01/18 Marino • tag: tariffapuntuale fondoincentivante

7189totoNella riunione del Consiglio ATERSIR del 19 dicembre 2017 (a cui nessun rappresentante della nostra Amministrazione era presente a difendere/promuovere i nostri interessi), i sindaci hanno deliberato che nel 2018 anche i comuni di Carpaneto e di Cadeo (come già fanno i comuni di San Giorgio, Podenzano, Cortemaggiore e San Pietro in Cerro) attiveranno la "Raccolta porta a porta puntuale" (che significa pagare bollette TARI più leggere!)  FONTE .

Nella stessa delibera è riportata la previsione degli incentivi che riceveranno i comuni virtuosi. Come sappiamo ogni cittadino paga, 21076totonella TARI, una quota che va a finire in un "fondo" (detto incentivante) che viene poi ripartito tra i soli cittadini che vivono nei comuni virtuosi. Per l'anno 2018, è previsto che le quote raccolte presso i cittadini della provincia (~660.000 €), vadano a ridurre la TARI dei cittadini dei comuni virtuosi di: Bobbio € 9.689; Borgonovo € 7.483; Carpaneto € 33.045; Cortemaggiore € 27.651; Fiorenzuola € 53.294; Gropparello € 2.756; Piacenza € 447.600; Pianello € 6.023; Podenzano € 49.731; San Giorgio € 14.019; San Pietro in Cerro € 4.945; Ziano € 4.039.

26414totoOltre a questi incentivi, sappiamo anche che da quest'anno l'ecotassa che si paga all'interno della TARI: viene ridotta del 30% ai cittadini dei comuni che superano il 65% di raccolta differenziata. Viene ridotta del 40% ai cittadini dei comuni che superano il 75%, del 50% ai cittadini dei comuni che superano il’80%, del 60% ai cittadini dei comuni che superano il 85%, del 70% ai cittadini dei comuni che superano il 90%  FONTE .


 👓 Leggi tutto...  
                         

Rifiuti: Centro del riuso

18/01/17 Marino • tag: centrodelriuso tariffapuntuale fondoincentivante

8329ridriuricQuello slittino è ancora in buono stato, ma devo fare spazio in cantina. Martedì lo porterò in discarica.
Quello slittino è ancora in buono stato, ma devo fare spazio in cantina. Martedì lo porterò al centro del riuso. Essendo ancora funzionante sono certo che potrà interessare ad una coppia di giovani genitori che vogliono far divertire i loro bambini.
Nel primo caso si fa del male all'ambiente, aumentano i costi di smaltimento, e di conseguenza aumenta la tassa rifiuti.
Nel secondo caso, si prolunga la vita dello slittino, si riduce il danno all'ambiente, non si aumentano i costi di smaltimento, la tassa rifiuti non aumenta, anzi, grazie agli incentivi regionali la tassa rifiuti si riduce. Ne abbiamo già parlato qui  LINK .
Da tener presente che... LR 16/2015 art.4, c.4  FONTE  Fino al 31 dicembre 2019 il Fondo è destinato:
a) per una quota pari alla metà, a diminuire il costo del servizio di igiene urbana degli utenti dei comuni che nell'anno precedente l'applicazione hanno prodotto quantitativi di rifiuti procapite per abitante equivalente, come definito dal comma 8, non inviati a riciclaggio inferiori al 70 per cento della media regionale registrata; l'incentivo ai comuni è calcolato in maniera progressiva ed automatica rispetto ai quantitativi non inviati a riciclaggio;
b) per una quota pari alla metà, a ridurre i costi di avvio della trasformazione del servizio dei Comuni che intendono applicare una raccolta porta a porta che comprenda almeno il rifiuto urbano indifferenziato e il rifiuto organico o sistemi equipollenti che portino allo stesso risultato in quantità e qualità di riduzione di rifiuti non destinati a riciclaggio, finalizzati anche all'implementazione di sistemi di tariffazione puntuale, e per la realizzazione dei centri comunali per il riuso e per progetti comunali di riduzione della produzione di rifiuti.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Rifiuti: è ora di darsi una mossa?

07/04/16 Marino • tag: centrodelriuso tariffapuntuale fondoincentivante

Ai sensi dell'art. 4 della L.R. 16/2015, sono stati ripartiti gli incentivi derivanti dal "Fondo d'Ambito per la prevenzione e riduzione dei rifiuti".
Ogni cittadino della Regione ha contribuito a finanziare il fondo.
- Ponte: ha contribuito con € 6.987 e ne riceverà indietro € 5.737 (- € 1.250)
- Vigolzone: ha contribuito con € 5.921 e ne riceverà indietro € 4.852 (- € 1.069).
E, siccome è il confronto che ti dice dove sei e dove potresti (dovresti) essere, riporto anche il riparto di:
- Gazzola: ha contribuito con € 2.564, riceverà € 11.936 (+ € 9.372)
- Sarmato: ha contribuito con € 3.030, riceverà € 13.817 (+ € 10.788)
- San Giorgio: ha contribuito con € 5.645, riceverà € 26.771 (+ € 21.126)
- Podenzano: ha contribuito con € 11.181, riceverà € 38.764 (+ € 27.583)
- Caorso: ha contribuito con € 5.867, riceverà € 16.869 (+ € 11.002)
- Fiorenzuola: ha contribuito con € 18.742, riceverà € 49.405 (+ € 30.663).
28849tari2014 28849tari2014In altre parole... siccome i pontolliesi e i vigolzonesi sono meno virtuosi della media e non hanno avviato comportamenti virtuosi tipo ritiro puntuale, riuso, progetti riduzione rifiuti, ecc. che avrebbero migliorato il ranking, pagano con la propria TARI anche una parte della TARI dei cittadini dei comuni virtuosi.
Mi si conceda uno sfogo tra l'ironico e il sarcastico...
Avanti così che andiamo avanti bene!!!!!!!!!!!!

👨
Diciamolo   C'è anche chi sta peggio, tipo Caminata ed Agazzano. Poi Rivergaro, ad esempio, anche se posizionato meglio in classifica non è che sia così tanto più virtuoso. Lo stesso dicasi per Piacenza e tanti altri.... 07/04/16
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Rifiuti: mi aspetto molto dall'amministrazione Copelli

02/10/15 Marino • tag: centrodelriuso tariffapuntuale fondoincentivante

8129tariE' stata approvata la nuova legge regionale sui rifiuti urbani. Gli obiettivi da raggiungere entro i prossimi 5 anni per il nostro comune sono: raccolta differenziata al 73%, riduzione del 25% della produzione pro-capite di rifiuti, riciclaggio al 70%.
La legge impone che si passi alla tariffazione puntuale: si pagherà in relazione al servizio erogato e non in base ai metri quadri o al numero dei componenti della famiglia.
La legge prevede premi agli utenti dei comuni che: - abbiano raggiunto una determinata quantità pro capite di produzione di rifiuto urbano non inviato a riciclaggio; - abbiano messo in atto servizi innovativi di raccolta tesi a incrementare i rifiuti da destinare a riciclaggio; - abbiano realizzato il centro comunale per il riuso. Di fatto spenderanno meno i cittadini dei Comuni che invieranno complessivamente meno rifiuti a smaltimento. Questo parametro sarà il riferimento per la ripartizione del fondo incentivante previsto nella legge  FONTE .
Ho fiducia che Ponte raggiungerà gli obiettivi e che globalmente la TARI verrà ridotta significativamente dato che la lista Copelli ha scritto nel programma di mandato: "I rifiuti ... rappresentano un costo enorme per l'ambiente e per le casse pubbliche. Sappiamo cosa occorre fare...". Valuteremo se i nostri amministratori avranno ben operato confrontando la TARI pagata prima della loro elezione con quella che pagheremo nei prossimi anni.


 👓 Leggi tutto...  
                         
Pagina 1 di 1
Privacy Policy e Disclaimer