PONTEWEB

Ponte dell'Olio

14.49

  Che tempo farà...   meteo

Previsione meteo - www.3bmeteo.com/
10/04/22

Anche Confedilizia contraria all’aumento della tassa di bonifica

1126450348totoIn un articolo pubblicato oggi su Libertà si apprende che “«anche la componente» del Consorzio di bonifica che fa capo all’associazione Confedilizia «non ha votato l’aumento del 3% della tassa di bonifica, ritenendo che debba finire il consueto vezzo di porre a carico dei contribuenti qualunque maggiorazione di spesa venga a presentarsi anche involontariamente»“ aggiungendo che le “argomentazioni “ che hanno espresso i consiglieri firmatari del comunicato pubblicato nei giorni scorsi  FONTE .... «possono, nel loro complesso, essere condivise».

👨
Marco   Dopo i Consiglieri eletti nella lista "Giustizia e Trasparenza", apprendiamo che anche i Consiglieri che fanno capo alla Confedizilia, NON hanno votato a fovore dell’aumento del 2,98% della tassa di bonifica relativa all’anno 2022.
Allora, chi ha votato a favore di tale aumento?
Facciamo un pò di chiarezza.
Il Sindaco di Ponte dell’Olio ha votato a favore di tale aumento a carico dei contribuenti?
Già che ci siamo, è possibile sapere quale somma è prevista nel bilancio 2022 del Consorzio di Bonifica, a carico dei cittadini Pontolliesi?
E a quanto ammontano, sempre per il 2022, gli interventi pianificati dal Consorzio di Bonifica dal farsi sul territorio del nostro Comune?

Così’, sarà più facile per tutti noi capire costi/benefici del suddetto Consorzio ed apprezzarne l’operato anche nei momenti, come questo, in cui lo stesso decide di aumentare la pressione fiscale sui cittadini.
Saluti e buona Pasqua a tutti
Cittadino n. 2348 16/04/22
👨


 👓 Leggi tutto...  
  
07/04/22

Il Consiglio di amministrazione del Consorzio di Bonifica ha aumentato del 2,98% la tassa di bonifica

1552562567toto«Appena eletto, il nuovo consiglio di amministrazione del Consorzio di Bonifica ha aumentato del 2,98% la tassa di bonifica per 140mila cittadini per recuperare 300mila euro sugli aumenti delle spese. Ma sarebbe bastato tagliare altre voci di bilancio per recuperare subito 750mila euro, che avrebbero consentito non solo di evitare l’aumento ma anche di ridurre la tassa attuale».
 Così scrive Libertà per la firma di _CB. 
Secondo la lista consortile di minoranza “Giustizia e Trasparenza” – con i suoi consiglieri Fabrizio Binelli, Giuseppe Castelnuovo e Andrea Reggi – il nuovo aumento è del tutto ingiustificabile ed evitabile con correttivi che non diminuiscano l’operatività dell’ente. Per i consiglieri, in sostanza, ci sarebbe una lunga lista di “tagli” da effettuare prima di chiedere nuovi soldi ai cittadini come approvato a dicembre nel nuovo bilancio preventivo 2022. «Si possono azzerare le spese di affitto della sede per 64mila euro, dal momento che il Consorzio ha edifici di proprietà che non producono reddito» spiegano. «Si può ridurre il compenso del presidente, che non lavora a tempo pieno, azzerare quello dei due vicepresidenti di 22mila euro e chiedendo ai consiglieri di rinunciare ai rimborsi spese, come noi abbiamo già fatto, risparmiando in tutto 60mila euro». Tra i vari tagli proposti c’è poi l’azzeramento dei costi per la partecipazione a enti e associazioni per 80mila euro («come mai il Consorzio è socio di maggioranza del Gal del Ducato? ») la riduzione delle spese legali e delle consulenze non tecniche per 80mila euro, l’azzeramento delle spese di comunicazione e di rappresentanza per 65mila euro («meno ricevimenti o pagine pubblicitarie: cosa deve mai propagandare il Consorzio?») ma soprattutto l’azzeramento delle spese di riscossione della tassa di bonifica in concessione all’Agenzia delle Entrate. «Gestendo in proprio la riscossione come una volta – precisano i consiglieri – si risparmierebbero 380mila euro. E vista la quantità di dipendenti consortili, non dovrebbe essere difficile organizzare il servizio». Insomma, circa 750mila euro di risparmi. «Con una riduzione delle cartelle del 6% invece di aumentarle del 3%» precisano. «Senza considerare l’ulteriore risparmio di 120mila euro nell’eliminare la figura del direttore, superflua per un ente che ha meno di 100 dipendenti. Tutte proposte che noi consiglieri abbiamo presentato ma sono state respinte in blocco dal consiglio».



 👓 Leggi tutto...  
  
29/03/22

C’è chi rema a favore e c’è chi rema contro

Alla fine dello scorso anno è entrato in carica il nuovo Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bonifica. Esso è composto da 26 membri, espressione:
➠ n. 20 della lista “Per la Bonifica e per il Territorio piacentino” (Giovanni Ambroggi, Francesca Bertoli Merelli, Luigi Bisi (presidente), Paolo Calandri (vice presidente), Giacomo Delmolino, Roberto Ferrari, Piero Gandolfi, Filippo Gasparini, Domenico Giafusti, Gabriele Girometta, Umberto Gorra, Mario Mistraletti, Paolo Passerini, Riccardo Piras, Andrea Pompini, Cralo Ponzini, Stefano Riva (vice presidente), Attilio Sfolcini, Giampiero Silva, Vittorio Silva)
➠ n.3 della lista “Giustizia e Trasparenza” (Fabrizio Binelli, Giuseppe Castelnuovo, Andrea Reggi)
➠ n. 3 dei Sindaci del territorio (Paolo Calestani - Morfasso, Alessandro Chiesa - Ponte dell’Olio, Mauro Guarnieri – Corte Brugnatella)  FONTE 
------------------
Click per aprire il videoIn questi giorni è stato pubblicato un video in cui i rappresentanti della lista di minoranza “Giustizia e Trasparenza” comunicano con la cittadinanza (si può vedere il video, di 5 minuti, cliccando l’immagine qui accanto).
Il contenuto del video ha urtato la sensibilità politica del Sindaco di Ponte dell'Olio che sui social interviene con queste parole: “In qualità di componente del CdA del Consorzio Bonifica Di Piacenza, eletto insieme al collega Sindaco di Morfasso a rappresentanza dei Comuni, esprimo un forte ribrezzo per i contenuti di questo video, realizzato oltretutto con il coinvolgimento di persone (inclusi amici e conoscenti) a cui viene chiesto di commentare fatti ed elementi totalmente distorti e illustrati a senso unico. Assistendo in prima persona agli interventi e alle iniziative formali della (ambienta)lista "Giustizia e Trasparenza", le cui proposte spaziano dal demagogico all'insostenibile/inammissibile, posso ben testimoniare contro la condotta di un gruppo che, dovesse mai divenire un giorno maggioranza consortile, condurrebbe l'ente verso il baratro, privando i territori e il comparto agricolo di un soggetto strategico per la gestione della risorsa idrica e il contrasto al dissesto idrogeologico (come si è concretamente visto anche a Ponte dell'Olio negli ultimi anni). Pure in questo caso, come spesso accade, vi è chi lavora ogni giorno per risolvere problemi e coloro che, invece, remano contro a prescindere”.



 👓 Leggi tutto...  
  
16/11/21

Il Sindaco nel CdA del Consorzio di Bonifica

265113750consbonposizionesindaco 265113750consbonposizionesindacoIl Sindaco di Ponte dell’Olio (con i Sindaci di Cortebrugnatella e di Morfasso), è stato nominato nel Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bonifica  FONTE .
E’ una buona notizia: il nostro Sindaco potrà ora perseguire, da posizione privilegiata, il suo pensiero politico in merito a questo organismo.
PonteWeb sarà con lui nelle iniziative che, all’interno dell’Consiglio di Amministrazione, porterà avanti a favore dei Pontolliesi.
A margine ricordo che, in riferimento al nostro territorio, la situazione delle bollette emesse dal Consorzio di Bonifica e dei lavori dallo stesso effettuati, è la seguente:
• 2016: Bollette € 68.862 – Lavori € 24.397
• 2017: Bollette € 72.513 – Lavori € 32.524
• 2018: Bollette € 82.804 – Lavori € 1.830
• 2019: Bollette € 85.787 – Lavori € 82.562
• 2020: Bollette € 87.465 – Lavori € 31.271
• 2021: Bollette € 87.490 – Lavori € 28.986 ad oggi
------------------------------------------
• Totale: Bollette € 484.921 – Lavori € 201.570 ad oggi



 👓 Leggi tutto...  
  
23/09/21

Elezioni Consorzio di Bonifica

885887750consbonelezionilista2 885887750consbonelezionilista2I Consorziati del Consorzio di Bonifica sono chiamati al voto per eleggere il nuovo Consiglio di Amministrazione per il quinquennio 2021-2026, nei giorni:
Domenica 26 Settembre 2021 dalle ore 9 alle ore 19
Lunedì 27 Settembre 2021 dalle ore 9 alle ore 14
.
Chi vota: tutti coloro che ricevono e hanno pagato la bolletta
Come si vota: apponendo una X sulla casella vuota o contenente il contrassegno di lista, stampata in testa alla lista prescelta. Non è ammessa, a pena di annullamento della scheda, l'indicazione di preferenze.
Cosa serve: un documento di riconoscimento.
Dove votano i pontolliesi: a Bettola, presso l’Oratorio Parrocchiale di San Bernardino.
Quante liste ci sono: “Due sono le liste in corsa per guidare il Consorzio. Da una parte la lista unitaria “Per la bonifica e per il territorio piacentino” che riunisce tutte le associazioni datoriali del Piacentino: Coldiretti, Cia, Cna, Confagricoltura, Confapi, Confcommercio, Confcooperative, Confedilizia, Confesercenti, Confindustria, Legacoop Emilia Ovest, Libera Artigiani e Upa Federimpresa.
Dall’altra parte la lista “Giustizia e trasparenza” promossa da Legambiente e dall’associazione “Amici del Nure”. ...
I rappresentanti di “Per la bonifica e per il territorio piacentino” sono convinti che una lista unitaria potrà meglio rispondere, anche col confronto, alle diverse esigenze delle aziende e della collettività perseguendo al contempo il comune obiettivo di un continuo miglioramento e una sempre più razionale gestione della risorsa idrica.
Quelli di “Giustizia e trasparenza” sono invece convinti che il Consorzio di Bonifica sia un ente inutile, le cui competenze sono già state assorbite dalla Regione, che fa pagare ai piacentini un balzello iniquo e che, soprattutto, programma opere dannose per il territorio (leggi dighe)”
(da Libertà)
 Per approfondire l'argomento clicca qui  FONTE  

👨
Giove Pluvio   In pratica, Davide che sfida Golia (prevedibilmente con un esito opposto a quello biblico). Solo il voto online potrebbe smuovere le acque: in quel caso, anche i contribuenti pigri e meno motivati (che di certo non si recano ai seggi) direbbero finalmente la loro. Come ad esempio è accaduto con le firme digitali per i referendum... 27/09/21
👨


 👓 Leggi tutto...  
  
06/09/21

Consorzio di Bonifica

1334754897consbonlavori2016-2020 1334754897consbonlavori2016-2020Ho più volte chiesto pubblicamente agli amministratori locali che si sono succeduti alla guida del Comune negli ultimi anni, di rendicontare i lavori effettuati dal Consorzio di Bonifica, ma non hanno mai ritenuto opportuno accogliere la richiesta.
Ho quindi deciso di chiederlo direttamente al Consorzio di Bonifica che, con trasparenza, mi ha comunicato l’elenco degli interventi effettuati dal 2016 al 2020 (vedi tabella allegata).
---
Questa è quindi la situazione dei contributi chiesti e dei lavori effettuati nel nostro territorio:
• 2016 Contributi € 68.862 – Lavori € 24.397
• 2017 Contributi € 72.513 – Lavori € 32.524
• 2018 Contributi € 82.804 – Lavori € 1.830
• 2019 Contributi € 85.787 – Lavori € 82.562
• 2020 Contributi € 87.465 – Lavori € 31.271
---
Nel 2021 i contributi ammontano a € 87.490 e, ad oggi, ho notizia di lavori (compresa IVA) per € 28.986 (Lavori di consolidamento del movimento franoso a protezione della viabilità comunale in loc.Cà Fumo  FONTE ).
---
Ora ognuno di noi può fare le proprie valutazioni basandosi su dati e informazioni verificate.
Suggerisco di tenere presente anche quanto segue:
- il nostro Comune è soggetto a pagare il Contributo di bonifica dall'anno 2016
- "Il beneficio in montagna è riconducibile alle attività predisposte dal Consorzio contro il dissesto idrogeologico diffuso, progettando e realizzando opere a difesa dei versanti e delle pendici ed alla manutenzione della viabilità minore"   FONTE 
- la materia è normata dalla Legge Regionale 42/84, art.1: "La Regione Emilia-Romagna riconosce, promuove ed organizza l'attività di bonifica come funzione essenzialmente pubblica ai fini della difesa del suolo e di un equilibrato sviluppo del proprio territorio, della tutela e della valorizzazione della produzione agricola e dei beni naturali, con particolare riferimento alle risorse idriche."   FONTE ; art.3 comma 1: "Sono opere di bonifica montana, in quanto necessarie ai fini generali della sistemazione, difesa e valorizzazione produttiva dei territori collinari e montani, quelle rivolte a dare stabilità ai terreni, a prevenire e consolidare le erosioni e i movimenti franosi, ad assicurare il buon regime idraulico, a realizzare le migliori condizioni per l'uso del suolo e dell'acqua nel rispetto delle vocazioni naturali delle singole aree."  FONTE 
- l'importo del contributo di bonifica è determinato sulla base del piano di classifica per il riparto delle spese consortili, del bilancio preventivo e dei ruoli di contribuenza
- il piano di classifica individua aree territoriali omogenee sotto il profilo del beneficio, calcolato considerando indici tecnici territoriali idraulici, la presenza di opere di bonifica e indici economici
- la gran parte del territorio del Comune di Ponte dell’Olio appartiene all’area territoriale omogenea C1002 (Montagna Nure, Chero e Arda) che comprende il territorio dei comuni di Gropparello, Lugagnano, Vernasca e Morfasso e parte dei comuni di Vigolzone, Ponte dell'Olio, San Giorgio, Carpaneto, Castell'Arquato, Alseno, Bettola, Farini e Ferriere, ricadenti nei bacini idraulici delle vallate Nure, Riglio, Chero e Arda,
- gli immobili siti in tale area traggono beneficio dalle attività svolte dal Consorzio per difendere il territorio dai fenomeni di dissesto idrogeologico (frane, smottamenti ecc..) e per regimare i deflussi collinari e montani del reticolo idrografico minore
- la salvaguardia degli immobili avviene mediante le attività di vigilanza, monitoraggio, manutenzione, progettazione ed esecuzione delle opere di consolidamento dei versanti, di regimazione idraulica (briglie e drenaggi) di viabilità minore e di acquedottistica rurale
- Ponte dell’Olio beneficia quindi anche delle attività effettuate in altri comuni della stessa area territoriale omogenea.

👨
Andrea M.   E’ ovvio che le somme che il Consorzio richiede per il Comune servano in parte per effettuare le migliorie idrogeologiche richieste, in parte serviranno però per il loro stesso sostentamento (stipendi, acquisto attrezzature, marketing, ecc ecc) 07/09/21
👨
Ilfontanasso   Da ignorante in materia di funzionamento dei consorzi di bonifica... 280.000 euro di avanzo (sul nostro territorio comunale) in pochi anni sembrano tanti. 08/09/21
👨👨


 👓 Leggi tutto...  
  
17/07/21

Consorzio di Bonifica: contributo 2021

1178144914cbpcmolato 1178144914cbpcmolatoEcco l’aggiornamento 2021 del contributo di bonifica dovuto per i benefici che l’attività del Consorzio di bonifica genera agli immobili (terreni e fabbricati) del nostro Comune:
- 2021 € 87.490
(di cui € 18.931 terreni e € 68.559 fabbricati)
- 2020 € 87.465
- 2019 € 85.787
- 2018 € 82.804
- 2017 € 72.513
- 2016 € 68.862
Il nostro Comune è soggetto a pagare il Contributo di bonifica dall'anno 2016.
Dal sito del Consorzio di Bonifica: "Il beneficio in montagna è riconducibile alle attività predisposte dal Consorzio contro il dissesto idrogeologico diffuso, progettando e realizzando opere a difesa dei versanti e delle pendici ed alla manutenzione della viabilità minore"  FONTE .
Dalla Legge Regionale 42/84, art.1: "La Regione Emilia-Romagna riconosce, promuove ed organizza l'attività di bonifica come funzione essenzialmente pubblica ai fini della difesa del suolo e di un equilibrato sviluppo del proprio territorio, della tutela e della valorizzazione della produzione agricola e dei beni naturali, con particolare riferimento alle risorse idriche."  FONTE  ; art.3 comma 1: "Sono opere di bonifica montana, in quanto necessarie ai fini generali della sistemazione, difesa e valorizzazione produttiva dei territori collinari e montani, quelle rivolte a dare stabilità ai terreni, a prevenire e consolidare le erosioni e i movimenti franosi, ad assicurare il buon regime idraulico, a realizzare le migliori condizioni per l'uso del suolo e dell'acqua nel rispetto delle vocazioni naturali delle singole aree."  FONTE 



 👓 Leggi tutto...  
  
14/09/20

Consorzio di Bonifica: contributo di bonifica 2020

388812686ele19-intendobatterepugni 388812686ele19-intendobatterepugniNel programma di mandato, l'attuale Amministrazione si è impegnata a "verificare la coerenza di quanto imposto attualmente dal Consorzio di Bonifica e le opere da questo messe in atto a vantaggio degli obbligati".
Mentre attendiamo che l'Amministrazione comunale renda noto l'elenco valorizzato delle opere realizzate "contro il dissesto idrogeologico diffuso, progettando e realizzando opere a difesa dei versanti e delle pendici ed alla manutenzione della viabilità minore" dal 2016 ad oggi, rendiamo noto che il "contributo di bonifica 2020" chiesto ai pontolliesi ammonta a € 87.465.
Ecco l'evoluzione dei contributi annuali richiesti dal 2016, anno dal quale il Consorzio di Bonifica ha iniziato ad emettere i "ruoli di contribuenza" sul territorio pontolliese:
- 2016 € 68.862
- 2017 € 72.513
- 2018 € 82.804
- 2019 € 85.787
- 2020 € 87.465 + 27% rispetto al 2016
per un totale di quasi 400.000 euro.
Sarebbe anche opportuno (doveroso?), che l'Amministrazione comunale facesse da tramite per spiegare ai pontolliesi i motivi dell'aumento impositivo evidenziato +27%?



 👓 Leggi tutto...  
  
05/07/20

Anche la Provincia chiede uno sconto al Consorzio di Bonifica

1385528417zeroeuroCosì ci informa Il Piacenza  FONTE . Richiesta simile è già stata inoltrata al Consorzio di Bonifica dal Comune di Piacenza  FONTE . Con sfumature diverse, stanno occupandosi dei contributi consortili di bonifica anche i Comuni di Carpaneto (annullare, o almeno ridurre, i contributi dovuti dagli agricoltori  FONTE ) e di Cadeo (stanziamento di fondi per la riduzione del contributo alle aziende agricole  FONTE ).



 👓 Leggi tutto...  
  
25/06/20

Carpaneto chiede l’annullamento dei contributi dovuti dagli agricoltori al Consorzio di Bonifica

708460928buoi 708460928buoiL’Amministrazione comunale di Carpaneto ha chiesto al Consorzio di Bonifica di annullare, o almeno ridurre, i contributi dovuti dagli agricoltori per l’anno 2020 “al fine di venire incontro alle difficoltà degli agricoltori, a fronte delle restrizioni portate dall’emergenza sanitaria, delle non poche difficoltà organizzative, e soprattutto dei costi più elevati rispetto al passato, per quanto riguarda le materie e gli attrezzi necessari allo svolgimento della loro attività, e delle minori entrate”  FONTE .
Una richiesta che sarebbe opportuno fosse inoltrata, con determinazione, anche dai nostri amministratori a tutela degli agricoltori del nostro territorio.
Qualche settimana fa, il Comune di Piacenza ha chiesto al Consiglio di amministrazione del Consorzio di Bonifica di “valutare la possibilità”, per l’anno 2020, “di effettuare lo sgravio o la sospensione (del pagamento) dei contributi consortili” e Ponteweb aveva segnalato all'Amministrazione pontolliese, l’opportunità di rafforzare la richiesta del Comune di Piacenza inviando al Consorzio di Bonifica analoga richiesta  FONTE 



 👓 Leggi tutto...  
  
Pagina 1 di 4
 ⏩ 
Privacy Policy e Disclaimer