PonteWeb


Scrivi un nuovo post
I nostri amministratori
Video Consigli
Albo pretorio Ponte
Albo pretorio Unione
News dalla provincia

Avvisi e Appuntamenti...

Venerdí 16/12
Domenica 18/12
Mercoledí 21/12
Venerdí 23/12
Contatti:
1678
Marino
08/12/16

Tassa Consorzio di bonifica

.Venerdì 9 dicembre alle ore 18.00 presso la Casa del Catechismo l'Associazione Proprietari Casa organizza un incontro pubblico sul tema "Tassa di bonifica".
L'incontro ha lo scopo di richiamare l'attenzione della popolazione e delle Amministrazioni locali sul fatto che non opporsi all'applicazione (per la prima volta) della tassa significa, anche per i singoli contribuenti, ammettere implicitamente che l'assogettamento a contribuzione sia legittimo (mentre Confedilizia Piacenza è di parere diverso).
Per approfondire:  LINK   LINK 

• Modifica
tag: consbon    • Permalink    • Commenta   
  Visualizza altro contenuto...  
1677
MattiaPascal
08/12/16

C'è chi dice no

Domenica scorsa in quel di Berceto, oltre al referendum costituzionale, c'erano anche due referendum locali diciamo di indirizzo (con cui l'amministrazione chiedeva ai cittadini quale strada seguire). Uno sulla gestione dei rifiuti e l'altro su eventuali fusioni.
Vediamo i due quesiti e il rispettivo risultato.

1) Vuoi che l'Amministrazione comunale accetti di far gestire a livello provinciale (Atersir) il servizio di raccolta rifiuti e trasporto rifiuti?
Sì 134 (15,37%) No 738 (84,63%)

2) Vuoi che l'Amministrazione comunale proceda ad attivare forme di fusione con altri Comuni?
Sì 190 (21,62%) No 689 (78,38%)

• Modifica
avatar
Marco boselli   Mi sembra un ottimo modo di amministrare un territorio. Marco Boselli
  Visualizza altro contenuto...  
1676
Gianpiero
07/12/16

Dimissioni post Referendum

Premesso che ritengo poco corretto e poco dignitoso voler dialogare con alcuno nascondendo la propria identità dietro pseudonimi, nickname o astruse sigle, poiché mi fa pensare che chi lo fa: o non abbia il coraggio di esprimere le proprie convinzioni, oppure, peggio ancora, sia esso stesso il primo a credere che si tratti di posizioni indegne. Personalmente, non lo faccio mai e quando ho qualche cosa che voglio esternare: ci credo e ho l'onestà intellettuale, e la dignità, di farmene carico sottoscrivendolo con nome e cognome.
Per quanto sopra detto, non rispondo a tale "John Connor", poiché dubito sia qualcuno che si firmi con i veri nome e cognome (pronto a chiedere scusa nel caso il mio dubbio sia infondato), ma faccio soltanto notare che, nel caso, auspicato nella mia precedente del 5 dicembre, di dimissioni di Sindaci e Presidenti vari, si tratterebbe solo di una nuova tornata elettorale amministrativa, un po' anticipata rispetto le normali scadenze.
Quindi nessuna pretesa da parte mia di incolpare alcuno per le proprie idee, soltanto il suggerimento ad una verifica "sul campo". Chi sa, onestamente prima di tutto con se stesso, di aver BENE AMMINISTRATO: non dovrebbe temere alcunché. Se con il proprio operato, e per le posizioni espresse, sa di essersi è meritato, e merita ancora, la fiducia dei suoi cittadini, dovrebbe "stare sereno!": sarebbe senza dubbio rieletto e si troverebbe a poter amministrare con ancora maggiore efficienza e soddisfazione per tutti.
Gianpiero Nani

• Modifica
avatar
John Connor   Le regole di questo forum consentono di usare pseudonimi se non le sta bene cambi forum. Circa l'argomento dibattuto, rimango dell'idea che sia folle chiedere dimissioni agli amministratori pubblici o verifiche di metà mandato o altro perché questo genererebbe un'ingovernabilità degli enti ed una conseguente ulteriore diminuzione dell'efficienza delle amministrazioni. Si vivrebbe continuativamente in campagna elettorale e non si concluderebbe un tubo. Nella Firenze dell'epoca di Dante, gli amministratori pubblici venivano sorteggiati e stavano i carica due o tre mesi (non ricordo bene)..... Potremmo tornare a questo sistema.....
avatar
Gianpiero Nani   Estratti dal sito ufficiale della Repubblica di San Marino ( LINK ) uno Stato tanto stabile da aver resistito indenne da oltre 800 anni a guerre e traversie politiche tutt'intorno. San Marino, una testimonianza di libertà I Capitani Reggenti sono i Capi dello Stato. Sono due ed esercitano il loro ufficio collegialmente. L'ufficio di Capo dello Stato affidato a due persone è una peculiarità della Repubblica di San Marino che ha origini molto antiche ed è emblematico della attenzione posta dal popolo sammarinese nell'evitare il rischio che da incarichi di autorità e comando potessero derivare poteri personali. A rendere ancora più esplicita questa attenzione sono le disposizioni relative alla DURATA dell'INCARICO, fissata, fin dagli Statuti del XIII secolo, a SEI MESI e non ripetibile per almeno tre anni. omissis Possono diventare Reggenti solo i cittadini sammarinesi originari che abbiano compiuto i venticinque anni di età. Alla carica di Capitano Reggente non si può rinunciare. Essa prevale su ogni altra carica, che deve essere abbandonata in caso di elezione. I Capitani Reggenti hanno diritto al titolo di "eccellenza". Ma al termine del loro mandato non conservano alcuna prerogativa né titolo, inoltre vengono sottoposti al giudizio del Sindacato della Reggenza per "il fatto e il non fatto" nell'ambito delle competenze istituzionali. E dopo ciò: stop.
avatar
John Connor   Bhe insomma paragonare San Marino all'Italia, è una discreta forzatura.... Non vedo francamente spazio.
avatar
Ferrante fans club   A proposito della discussione di cui sopra (sui nickname). Interessante quanto scrive Ferdinando Camon su "La Stampa" di giovedì 6 ottobre (l'articolo è reperibile anche sul web): "Lo scrittore che scrive sotto pseudonimo scrive in sincerità e verità. E' libero perché è sconosciuto. Gli scrittori che scrivono col proprio nome e cognome sono schiavi della famiglia, dei parenti, del quartiere, degli amici. Sono ricattabili". Questo è quanto Camon dice parlando di letteratura. Chissà, magari potrebbe valere anche per i commenti...
  Visualizza altro contenuto...  
1675
PartecipAzione
06/12/16

Le tue idee per fare il futuro

PartecipAzione è un progetto per promuovere il coinvolgimento dei cittadini nelle decisioni strategiche dell’Amministrazione comunale.
Nel corso del progetto, i cittadini che hanno idee innovative per il proprio paese possono trovare il modo per discuterle con gli amministratori e lavorare insieme per trasformarle in progetti concreti.
Per saperne di più  FONTE 

• Modifica
tag: pazione    • Permalink    • Commenta   
  Visualizza altro contenuto...  
1674
Gianpiero
05/12/16

Perché non si dimettono pure LORO?

Il gioco è fatto.
Inutile ora gettare sul piatto strampalate spiegazioni filosofiche o becere insinuazioni sulla incapacità degli italiani di comprendere la positività delle proposte referendarie e rottamatorie. Il dato inconfutabile è che la maggioranza degli italiani ha bocciato la linea politica del governo Renzi.
Non solo quindi del buon Matteo in persona, che oltretutto ha confermato eccellenti, istrioniche, doti di attore, assumendosi platealmente tutte le responsabilità della disfatta, ma, e forse soprattutto, della sua compatta, pur disomogenea ,"corte".
Adesso mi aspetto che torni di nuovo a galla la sfrontata accusa agli italiani di "avere avuto paura" (è già successo in occasione dei referendum sulle fusioni comunali).
Ebbene: probabilmente, anzi certamente, gli italiani hanno avuto paura. Ma non paura di liberarsi del CNEL o delle diaspore tra Regioni e Stato centrale e via dicendo con i quesiti referendari.
Hanno avuto paura che con il successo del Sì si rafforzasse e tendesse a perpetuarsi una politica per la quale, ogni giorno, devono fare sempre più fatica a campare dignitosamente mentre si vedono intorno centinaia di migliaia di "estranei" a zonzo, mantenuti e coccolati; che devono fare file interminabili ai Pronto Soccorso mentre esistono "corsie preferenziali" sempre per i medesimi "estranei"; dove una povera anziana viene multata perché senza biglietto su di un treno sul quale viaggiano "estranei", pure essi senza biglietto però giustificati perché "poverini"!
Hanno avuto paura di promesse con la brutta sorpresa taciuta (faremo, daremo, taglieremo ... se...: ben sapendo che quel “se” non sarà mai soddisfatto e quindi tutto rimarrà al palo di partenza).
Hanno avuto paura di dichiarazioni contradditorie un giorno dopo l'altro: oggi i soldi per soddisfare giuste richieste di intere categorie di cittadini non ci sono, domani, per comprarsi il sostegno di altre categorie, ecco che i soldi compaiono all'improvviso, come dal cappello di un prestigiatore.
Hanno avuto paura di una linea politica che ha mostrato di dimenticare sempre più la periferia a vantaggio delle grandi aree urbane (non a caso, i no hanno prevalso di gran lunga soprattutto nelle aree di provincia, considerando che il 70 % degli italiani vive nella provincia, cioè in Comuni con meno di 60.000 abitanti).
Ecco di cosa hanno avuto paura gli italiani.
Per ultima considerazione, ultima solo come ordine, non certo come importanza: coloro che in qualche modo hanno partecipato al referendum appartengono a due precise categorie. La prima è quella dei comuni cittadini, che a titolo personale si sono schierati su uno o l'altro fronte. L'altra categoria è quella di coloro che si sono schierati a titolo istituzionale (Sindaci, Assessori e Presidenti regionali) esattamente come ha fatto il Presidente del Consiglio e i suoi Ministri. Hanno partecipato a riunioni, hanno sottoscritto documenti ufficiali, si sono pronunciati pubblicamente e hanno promosso iniziative, facendo pesare il loro “status” istituzionale, condividendo nella loro veste la linea politica del Governo centrale.
Come abbiamo visto, gli italiani in maggioranza hanno respinto tale linea, dunque, logica e onestà intellettuale vorrebbero che detti Signori, che la hanno condivisa istituzionalmente, si adeguassero alla decisione del loro "idolo" Presidente e assieme a lui si dimettessero, riconsegnando il potere decisionale ai cittadini.
Questa sì che sarebbe una prova di rispetto per il volere del popolo e non attaccamento alla poltrona, alta o bassa che sia.
Non hanno sempre sostenuto che bisogna rottamare ciò che non funziona? Allora: Rottamiamo! Rottamiamo!
Gianpiero Nani

avatar
John Connor   La trovo semplicemente una proposta folle! Si dovrebbero dimettere centinaia o forse migliaia di sindaci, assessori ecc. perché erano d'accordo con quanto votato dal Parlamento? ( E si perché la riforma della costituzione non era stata solo voluta da Renzi ma votata da Camera e Senato e se qui vi fosse stato il quorum dei 2/3 noi non avremmo nemmeno votato.....). Assolutamente folle e destabilizzante per il nostro Paese, a meno che sostenere un'idea che risulta sconfitta in un Referendum non sia diventata una colpa.
avatar
Cuccureddu   In Sardegna (la regione in cui il No ha ottenuto la maggior percentuale: il 72,22%) c'è chi ha seguito l'invito di Gianpiero. Si è infatti dimesso Gianmario Demuro, assessore regionale alle Riforme e agli Affari generali. L'esponente Pd si era speso con forza in campagna elettorale per il Sì al referendum (come scrive il Corriere della Sera di mercoledì 7 dicembre, a pag. 9).
avatar
Marco boselli   Dopo aver letto e riletto il post del Sig. Nani, nel quale lo stesso afferma che secondo "logica e onestà intellettuale" sussista un obbligo di dimissioni a carico di chi, amministratore pubblico a vari livelli, ha condiviso in modo esplicito il proprio favore alle riforme approvate dal Parlamento, mi sento di esprimere tutta la mia contrarietà a questo modo di ragionare. Analogamente si potrebbe affermare che gli amministratori locali nei cui territori abbia prevalso il si debbano rimanenre se esponenti del SI e dimettersi se esponenti del NO, in quanto tutt'ora in linea con il pensiero dei propri concittadi. Le dimissioni, a mio avviso, vanno reclamate quando si palesano evidenti mancanze nell'amministrazione della cosa pubblica,oppure quando gli stessi sono stati sconfessati in modo evidente su scelte decisive riguardati il loro territorio, manifestando un disallineamento sopraggiunto con il corpo elettorale che li ha eletti. Dichiaro senza nessuna difficoltà di aver votato SI al suddetto referendum, di essere pienamente d'accordo con la richiesta di dimissioni,fatta dalle forze politiche che hanno sostenuto il NO, al Presidente del Consiglio e al Governo intero, in quanto lo stesso ha ritenuto di caricare sul voto referendario un contenuto politico e di conseguenza le dimissioni irrevocabili sono l'unica possibilità di dimostrarsi una persona seria. Saluti a tutti. Marco Boselli
  Visualizza altro contenuto...  
1673
Marino
05/12/16

Referendum: risultati a Ponte e a Vigolzone

Ponte SI 42% NO 58%
Vigolzone SI 40% NO 60%
Percentuale votanti: Ponte 73.48% Vigo 73.21%
Fonte con dettagli di tutti i comuni piacentini  FONTE 

avatar
Mattiapascal   Ieri è stato aggiunto un nuovo articolo alla Costituzione, il 140: "Chi troppo vuole nulla stringe". Mi permetto di segnalare questo commento di Gigi Cavalli che ho letto sul sito esvaso.it: ben riassume l'esito e il significato del voto referendario...
  Visualizza altro contenuto...  
1672
MattiaPascal
04/12/16

Interrogativo

Mai si era vista una campagna elettorale avvolgente e pervasiva come quella messa in atto da Renzi per questo referendum. Nell'ultimo mese è sbucato dal video a qualsiasi ora e in ogni trasmissione (tranne forse le previsioni del tempo).
Ora i casi sono due: o è un genio della politica (se questa strategia basata sulla sua grande capacità comunicativa risulterà vincente) oppure questo atteggiamento strabordante ha indispettito molti (che potrebbero punirlo severamente nelle urne). Dunque, storytelling o stalking? Fra poche ore la risposta...

  Visualizza altro contenuto...  
1671
Marino
30/11/16

Consorzio Ambientale Pedemontano - Liquidazione

Il Sindaco di Vigolzone, rispondendo ad una interpellanza, così descrive la situazione del Consorzio.
"Giovedì 1 Dicembre è stata convocata una riunione degli 8 comuni componenti il consorzio pedemontano per comunicazioni da parte del liquidatore. Con il 2017 scadrà il contratto con IREN per la gestione post-mortem della discarica di Cà del Montano. La cifra necessaria al pagamento delle attività di IREN è già stata versata su un fondo dal quale il gestore, ogni semestre, preleva la somma pattuita. Il consorzio ambientale pedemontano ha circa 1.500.000 euro di liquidità, una partecipazione in Piacenza infrastrutture del valore nominale di 400.000 euro, la proprietà dell’isola ecologica I Casoni ed il terreno della discarica Cà del Montano 2. La liquidità è in gran parte derivata dalla vendita a Luglio del 2015 delle azioni lren in precedenza possedute(circa 900.000 euro). Prima queste somme non erano disponibili per effetto del patto di sindacato sottoscritto dai comuni. Vanta inoltre crediti nei confronti dei comuni consorziati per circa 70.000 euro per le ultime rate del piano di ammortamento degli impianti fotovoltaici. Gli attuali costi sostenuti per il consorzio riguardano le spese per il liquidatore, il segretario, il revisore per un totale di circa 15.000 euro all'anno. Il consorzio ha ricevuto comunicazione da Atesir che i costi per la gestione post mortem delle discariche presenti in regione entreranno in tariffa rifiuti. Questo significa che le somme già stanziate per le attività da porre in essere dopo il 2017 possono essere almeno in parte disponibili e questo sarà l'argomento della riunione di Giovedì prossimo dopo la quale avremo informazioni più precise e potremo pensar a come investire le eventuali risorse distribuite.".

avatar
Marino   Da non credere, negli anni passati ci hanno fatto pagare tariffe superiori al fabbisogno contingente dicendoci che sarebbero serviti per gestire il post-mortem della discarica (quel che abbiamo pagato in più corrisponde al "tesoretto" quantificato nel post). Adesso ci dicono che quei soldi ce li faranno nuovamente pagare inserendoli nella tariffa rifiuti. Turandosi il naso, può anche essere una soluzione accettabile, a patto che la quota di tesoretto che ci spetta, venga considerata nel PEF Rifiuti. Staremo a vedere...
avatar
Sirenetta   Allora per riepilogare in sintesi...ponte ha avuto la discarica per 20 anni, doveva essere a rotazione e non è mai stata ruotata, gli altri comuni hanno portato i rifiuti...e hanno avuto solo benefici, niente inquinamento, qui non solo finiscono prima il ripristino ambientale che con una discarica così, deve durare 100 anni, ma i soldi li danno pure agli altri comuni...ma che schifo è!!! Dovreste pretendere come garanzia che quei soldi rimanessero a ponte...a tutti quei poveri cristi che hanno sopportato odore, puzza, degrado, perdita del valore immobiliare e magare inquinamento anche di qualche falda acquifera?! il disagio del traffico sulle strade...roba da terzo mondo! e questo è il rispetto per il territorio, e questo è contare sulla non memoria delle persone...
tag: consambped    • Permalink    • Commenta   
  Visualizza altro contenuto...  
1670
Marino
29/11/16

Dubbi referendari

Anche le parole dell'autorevole dott.Codogno (*) impongono una seria riflessione su ciò che ci stanno proponendo di approvare. Le sue parole potrebbero far pensare che la manciata di milioni di riduzione di costi del Senato e del CNEL sono lo zuccherino per farci ingoiare una pillola ben più costosa, enormemente più costosa! Sarà così?

(*) vedi minuto 3.05 "La vera risorsa sono le utilities a livello locale, lì sono veramente tanti, tanti miliardi. Il problema è che non sono nostri, dello Stato, sono dei Comuni, sono delle Regioni. E quindi bisogna cambiare il Titolo V della Costituzione. Ed espropriare i Comuni e le Regioni."

  Visualizza altro contenuto...  
1669
Gianpiero
29/11/16

Dubbio referendario costituzionale

Caro Marino,
anche se non ci vediamo da anni, pur abitando ad un tiro di schioppo, rimango comunque il tuo amico "da sempre" e ora approfitto del tuo sito e della tua prestigiosa capacità di informarti e quindi informare, per tentare di risolvere un quesito (o forse più: un dubbio) che ho già proposto in altri contesti, senza averne soddisfazione.
Premetto che non sono legato ad alcuna "cosa" politica (partito, movimento, lega, associazione, ... che sia) e che ho sempre votato facendomi guidare dalla stima personale per il candidato di turno, a prescindere dalla sua appartenenza ad un'area politicamente definibile, per cui ho votato anche Almirante come pure Bertinotti (e la cosa è stata ovviamente ancor più manifesta in occasione di elezioni amministrative, quando la conoscenza dei candidati può essere anche personale).

Dunque, fino a qualche mese fa (prima dell'esplosione della campagna referendaria costituzionale) Sindaci di area PD piangevano "lacrime di sangue" sulle spalle dei concittadini, lamentando di non poter operare degnamente per le proprie comunità a causa del comportamento dispotico e arrogante del Governo Centrale, che limitava sempre più le loro risorse e la loro libertà di gestirle debitamente, per pur poche che fossero.
Ora, improvvisamente, li troviamo che si prodigano con ardore a promuovere e consigliare di votare Sì, ad una riforma che si propone di aumentare ancor più il potere del Governo Centrale a scapito degli Amministratori periferici.
E non mi vengano a raccontare che, al contrario, ci sarà una loro maggiore partecipazione all'amministrazione statale, con la "leggenda" dei Sindaci al Senato; poiché di Sindaci al Senato ne sono previsti una manciata (uno per regione) e sono chiaramente quelli delle grandi città, non certo quelli di paesi con qualche migliaio di abitanti.
Salvo forse qualche raro caso di carriera politica folgorante (per meriti di partito!) per cui venga catapultato dal Municipio di un paesetto sperduto nella provincia italiana, direttamente su di uno scranno di Palazzo Madama.
Ma che ne sa un Sindaco di una città di un milione e mezzo di abitanti, nella quale magari è nato e sempre vissuto, delle esigenze di un piccolo Comune, dove forse ci sono ancora decine di chilometri di strade sterrate, con frane, con problemi di comunicazioni, con frazioni sperdute, e dove certo non arriva il Wi-fi?
Dunque dove sarà il maggiore "peso" sul Governo Centrale degli onesti Sindaci di paese?

A questo punto viene da chiedersi come mai questo improvviso "amore" per il dettato di Roma da parte di quei Sindaci che, come detto prima, lamentavano tanta "distanza" e tanto disinteresse?
Forse repentina sindrome masochista?
Non credo: data l'ampiezza del fenomeno.

E allora?
Dobbiamo forse pensare che nei segreti corridoi del palazzo in Largo del Nazareno siano state loro promesse "cose per il dopo Sì" che noi normali cittadini NON DOBBIAMO SAPERE?
Sinceramente temo sia l'ipotesi più probabile e più ovvia.
Sempre ben disposto ad accoglierne la smentita, ma con i fatti, non solo con le parole, soprattutto se accompagnate da verbi coniugati al futuro e al condizionale.

Gianpiero Nani

avatar
Marino   Caro Gianpiero, comprendo e condivido il tuo dubbio. Lo aggiungo agli altri dubbi che in questi giorni di approfondimento mi tengono compagnia. Tra l'altro, da tre giorni non riesco a non pensare agli occhi pieni di lacrime della persona, GianPaolo, intervistata in questo video  LINK  (durata 90 secondi).
  Visualizza altro contenuto...  
1668
Marino
21/11/16

Minoranza consigliare

Ho letto l'ordine del giorno del Consiglio comunale che si terrà venerdì prossimo e, rilevando l'assenza di mozioni, interrogazioni e interpellanze, mi è venuto spontaneo riflettere sulla qualità del lavoro svolto dalla Minoranza consigliare, e cioè da: Piera Reboli,. Francesco Peroni, Alessandro Chiesa e Fabio Callegari.
Lo sto facendo richiamando alla mente gli accadimenti di questi 30 mesi, e, per quanto riguarda la Minoranza, cercando di valutarne la capacità propositiva, la capacità di completare l'informazione ai cittadini, la qualità del controllo esercitato al fine di garantire la corretta evoluzione dell’azione amministrativa, l'impegno nel rendere sempre più trasparente la macchina comunale, ecc.
Dunque... da dove inizio...
Vedi anche  LINK 

tag: mincons    • Permalink    • Commenta   
  Visualizza altro contenuto...  
1667
Marino
21/11/16

Consiglio Comunale venerdì 25 novembre 2016

.1. Lettura ed approvazione verbali della seduta precedente;
2. Comunicazioni del Sindaco;
3. Variazione al Bilancio di Previsione 2016 ed al Documento Unico di Programmazione 2016/2018;
4. Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2016/2018. Modifica.
5. Approvazione nuovo regolamento di contabilità;
6. Convenzione per lo svolgimento di attività di Pubblica Utilità da parte di volontari AUSER nel territorio comunale di Ponte dell’Olio anno 2017. Approvazione.

avatar
San Tommaso   Quel "non reso pubblico" per gli ultimi due consigli comunali (19 ottobre e 25 novembre) che significa: problemi tecnici che ne hanno impedito la trasmissione video oppure ragioni di riservatezza per qualcuno degli argomenti trattati?
avatar
Marino   Problemi tecnici (cavetto audio guasto)  LINK 
avatar
Da profano   Se in un mese non è stato riparato, deduco che si tratti di un guasto davvero serio. Difficile (o costoso) da aggiustare. Peccato...
tag: conscom    • Permalink    • Commenta   
  Visualizza altro contenuto...  
1666
Marino
21/11/16

Piano finanziario rifiuti 2017

.Entro aprile 2017 il Consiglio Comunale dovrà approvare il Piano Finanziario degli interventi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani (PFR). In tale data conosceremo l'entità della TARI che dovremo pagare nel 2017. Mi auguro che i consiglieri comunali si attivino per tempo affinché il PFR venga redatto conformemente a quanto disposto dal DPR 158/1999  FONTE . Per sapere condiviso, detto DPR prescrive che il PFR debba comprendere:
a) il programma degli interventi necessari
b) il piano finanziario degli investimenti
c) la specifica dei beni, delle strutture e dei servizi disponibili, nonchè il ricorso eventuale all'utilizzo di beni e strutture di terzi, o all'affidamento di servizi a terzi
d) le risorse finanziarie necessarie.
Il DPR prescrive inoltre che il PFR sia corredato da una relazione nella quale devono essere indicati i seguenti elementi:
a) il modello gestionale ed organizzativo
b) i livelli di qualità del servizio ai quali deve essere commisurata la tariffa
c) la ricognizione degli impianti esistenti
d) con riferimento al piano dell'anno precedente, l'indicazione degli scostamenti che si siano eventualmente verificati e le relative motivazioni.
Mi auguro anche che siano ben spiegate e ben supportate dalla necessaria documentazione le voci libere inserite nel PFR (es. costi fissi Comune, avanzo/disavanzo PEF precedente, ricavi, rimborsi e recuperi, ecc.).

  Visualizza altro contenuto...  
1665
MattiaPascal
21/11/16

Referendum

Prosegue il momento no per le fusioni. Ieri è stata la volta della storica e gloriosa Solferino che ha bocciato il matrimonio con la più grande Castiglione delle Stiviere (nel mantovano: poco più di 2600 abitanti la prima, oltre 23mila la seconda).
Alta affluenza a Solferino dove ha votato il 69,6% degli aventi diritto, mentre a Castiglione si è recato ai seggi solo il 17,5%.
Vediamo il risultato della consultazione:
Solferino 401 sì (27,09%) 1.080 no (72,91%)
Castiglione 1.749 sì (63,42%) 1.009 no (36,58%)

  Visualizza altro contenuto...  
1664
MattiaPascal
19/11/16

Evento

Domani in quel di Pianello, big match del calcio dilettanti piacentino. Con Nibbiano Valtidone - Vigor Carpaneto si affrontano infatti le prime due in classifica del campionato di Eccellenza. Una disfida che ha anche risvolti pontolliesi (fra Fogliazza da una parte e il giovane Colla dall'altra). Bei tempi quando questi incontri di vertice andavano in scena al Cementirossi (o al vecchio Comunale) di Ponte...

  Visualizza altro contenuto...  

Pagina 1 di 108

Posiziona la pagina alla fine del mese di:
 + 

Commenti

avatar
Marco boselli - Mi sembra un ottimo modo di amministrare un territorio. Marco Boselli
avatar
Marco boselli - Dopo aver letto e riletto il post del Sig. Nani, nel quale lo stesso afferma che secondo "logica e...
avatar
Cuccureddu - In Sardegna (la regione in cui il No ha ottenuto la maggior percentuale: il 72,22%) c'è chi ha...
avatar
Ferrante fans club - A proposito della discussione di cui sopra (sui nickname). Interessante quanto scrive Ferdinando...
avatar
John Connor - Bhe insomma paragonare San Marino all'Italia, è una discreta forzatura.... Non vedo francamente...
avatar
Gianpiero Nani - Estratti dal sito ufficiale della Repubblica di San Marino (http://www.sanmarino.sm) uno Stato...
avatar
John Connor - Le regole di questo forum consentono di usare pseudonimi se non le sta bene cambi forum. Circa...
avatar
John Connor - La trovo semplicemente una proposta folle! Si dovrebbero dimettere centinaia o forse migliaia...
avatar
Mattiapascal - Ieri è stato aggiunto un nuovo articolo alla Costituzione, il 140: "Chi troppo vuole nulla...
avatar
Da profano - Se in un mese non è stato riparato, deduco che si tratti di un guasto davvero serio. Difficile (o...
avatar
Marino - Problemi tecnici (cavetto audio guasto) http://www.ponteweb.it/pontetv.php
avatar
San Tommaso - Quel "non reso pubblico" per gli ultimi due consigli comunali (19 ottobre e 25 novembre) che...
avatar
Sirenetta - Allora per riepilogare in sintesi...ponte ha avuto la discarica per 20 anni, doveva essere a...
avatar
Marino - Da non credere, negli anni passati ci hanno fatto pagare tariffe superiori al fabbisogno...
avatar
Marino - Caro Gianpiero, comprendo e condivido il tuo dubbio. Lo aggiungo agli altri dubbi che in questi...
 + 

News dai siti

Avvisi Domenica 4 Dicembre 2016

-raccolta mensile a favore della caritas parrocchiale. -presentazione bambini che si preparano alla prima confessione. -gioved 8 dicembre, festa...

Interpellanza - Consorzio Ambientale Pedemontano - Al seguente indirizzo è possibile visualizzare il testo dell`atto:  Link
Selezioni Per Concessioni Di Posteggi Su Aree Pubbliche

Il Responsabile SUAP dell'Unione Montana Alta Valnure informa che a partire da oggi 1 dicembre 2016 e fino al 31 dicembre 2016 sono pubblicati...

Avvisi Domenica 27 Novembre 2016

-domenica 27 novembre ore 15.30 presso la casa del catechismo meditazione sul vangelo. -domenica prossima raccolta mensile a favore della caritas...

Interpellanze - Nell`ultimo Consiglio Comunale, come gruppo "Tradizioni e Sviluppo" abbiamo presentato tre interpellanze. Di seguito potete trovare l`elenco degli...
Vaccinazione Antinfluenzale

PODENZANO   GIORNI 22 NOVEMBRE 13 - 27 DICEMBRE 2016      DALLE ORE 9.30 ALLE ORE 11.30       PRESSO CASA DELLA SALUTE    BETTOLA  ...

Perché (ancora) NO - Il 4 dicembre saremo chiamati ad esprimerci sulla proposta di riforma costituzionale approvata dal Parlamento. La consultazione referendaria...
Contributi associazioni - Anno 2015 - Elenco dei contributi pubblici erogati alle associazioni nell`anno 2015. ORDINARI: Ponteventi --> 8.482 Ponte in vista --> 1.568 Pol....
C/capitale - Un po` di numeri - Gli importi sottostanti riguardano gli accertamenti di entrata (obbligazioni giuridicamente perfezionate riferite ad un dato esercizio) relativi...
Avviso Di Convocazione

E’ convocata per sabato 19 novembre 2016 alle ore 15,00 presso la sede sociale Assemblea ordinaria soci Anspi Arcobaleno Pontedell’Olio ( in...

Agevolazioni In Materia Di Tari

L'art. 16 bis del Regolamento di gestione ha introdotto importanti agevolazioni sul pagamento della tassa sui rifiuti - TARI. In allegato tutte...

Servizio Civile Nazionale

Anche Quest’ Anno Saranno 4 I Ragazzi Che Prenderanno Parte Al Servizio Civile In Pubblica Assitenza, Il Progetto Realizzato Da ANPAS Nazionale...

18 App – Un Bonus Da Spendere In Cultura Per I Ragazzi Che Compiono 18 Anni Nel 2016

La Legge di Stabilità ha previsto un fondo di 290 milioni di euro per tutti i cittadini residenti nel territorio nazionale che compiono 18 anni nel...

ANPAS: 8 Novembre In Concerto Per Amatrice

I Grandi Nomi Della Musica Italiana Si Troveranno Ancora, L’8 Novembre Alle Ore 21:00 Al Palabanca Di Piacenza, Sotto L’effige Di Anpas....

Sisma Centro Italia: Raccolta Fondi

Continua l'impegno dell'Emilia-Romagna in favore delle popolazioni dell'Italia centrale colpite dal sisma. Attivo il conto corrente...

CastagnE, Biscotti E….un Poco Di Vino!

Vi Aspettiamo In Mattinata, Per Tre Domeniche (23/30 Ottobre E 6 Novembre) In Piazza Degli Alpini A Ponte Dell’olio … Con Castagne,...

Al VIA Il Corso Per Nuovi Volontari

Presentato Il 3 Ottobre Alla Presenza Di Diversi “aspiranti Volontari” IL NUOVO CORSO! Chi Volesse Prendere Parte Le Iscrizioni Sono...

Pranzo A Favore Della Ristrutturazione Del Tetto Della Chiesa Di S.giacomo

Domenica 9 ottobre 2016 ore 12.30 presso circolo anspi arcobaleno via montegrappa 3 – ponte dell’olio men antipasti: salumi misti primi:...

 + 

Decoro Urbano

28/06 La sbarra che regola (autorizza) l'accesso al Centro raccolta rifiuti...
28/06 La bilancia pesatrice dei rifiuti conferiti presso il Centro raccolta...
11/03 Discarica abusiva in corrispondenza dell'incrocio tra via Provinciale...
21/01 In mancanza di un luogo d'aggregazione strutturato all'aperto, i...
21/08 Segnalo che la chiamata pedonale del semaforo in Via Circonvallazione...
21/08 Ho incontrato una signora furibonda perche' per attraversare la...
05/08 Rifiuti abbandonati sulla sponda destra del torrente Nure...
05/08 Rifiuti ingombranti abbandonati sulla sponda destra del torrente Nure...
28/07 Il marciapiede presso il Bar Parigina verso la COOP è fortemente...
27/07 Per conto della signora D. segnalo la necessità di fare manutenzione...
22/06 La vegetazione ha invaso la sede stradale della ex provinciale per...
14/06 La chiamata pedonale del semaforo non funziona.
24/05 Carcassa d'auto senza targa in evidente stato di abbandono a circa 10...
25/03 Cavo alimentazione elettrica pompa per irrigazione campo sportivo non...
25/03 Parcheggio centro sportivo, angolo sud est. Pozzetto senza idonea...
21/03 Provenendo da Bettola verso Ponte dell'Olio, percorrendo la...
07/03 La scala di sicurezza del palazzetto dello sport ha spigoli...
05/02 questa è una panchina sulla strada ex ferrovia di solito vicino a...
01/02 Sarebbe opportuno riposizionare i "panettoni" in via San Bono,...
05/01 In via Vaccari, segnaletica da ripristinare

Scarica l'APP di Decoro Urbano e contribuisci a segnalare le situazioni di degrado . Decoro Urbano è un'iniziativa dell'Amministrazione Comunale di Ponte dell'Olio.